Recensione degli obiettivi Sony 24mm, 40mm, 50mm: piccoli salvatori

I nuovi Sony 24mm f / 2.8, 40mm f / 2.5 e 50mm f / 2.5 sono tre nuovi obiettivi primari compatti che costano ciascuno $ 599,99 e saranno spediti a metà maggio. Sebbene mantengano la reputazione di qualità che Sony ha stabilito con la gamma G Master, sono la loro uniformità e le dimensioni ridotte che vengono come una gradita sorpresa.

L’uniformità e le dimensioni sono così raramente un argomento di discussione per quanto riguarda le lenti. In qualità di primo creatore di video, 67 mm, 77 mm e 82 mm sono dimensioni comuni del filo nella mia borsa degli attrezzi. Ma sembra che con ogni nuovo obiettivo che compro devo tenere conto del costo di un nuovo filtro ND o di un anello step-up o down. Questi tre nuovi obiettivi condividono comodamente la stessa filettatura del filtro da 49 mm.

Poi ci sono peso e dimensioni. Non è un segreto che le borse con attrezzatura fotografica full-frame siano pesanti e gli obiettivi non giocano un ruolo da poco in questo. La gamma di obiettivi G Master di Sony è notoriamente colpevole di essere una linea di obiettivi grandi e pesanti con un prezzo molto alto. Ma questo nuovo trio di lenti è abbastanza piccolo e leggero da stare in una borsa compatta o persino nella tasca della giacca.

Tutti e tre i nuovi obiettivi FE Sony Prime hanno la stessa altezza e larghezza.

Ciascuno di questi obiettivi è dotato di un interruttore di scatto dell’apertura, un interruttore di messa a fuoco automatica, un pulsante programmabile e un anello di apertura e messa a fuoco. Sono tutti resistenti alle intemperie e hanno un diametro di 2,5 pollici (64 mm) mentre sono alti solo 1,8 pollici (45 mm). Questa uniformità è particolarmente utile quando si bilancia una fotocamera su una sospensione cardanica, dove spesso la sospensione cardanica dovrà essere riequilibrata con ogni cambio di obiettivo. Sono stato in grado di bilanciare il mio A7C su una Zhiyun Crane M2 con il 24 mm attaccato, quindi passare facilmente al 50 mm per scatti più ravvicinati senza dover riequilibrare.

C’è un interruttore di scatto dell’apertura sul lato destro di ogni obiettivo.

Ogni obiettivo ha un interruttore di messa a fuoco sul lato sinistro.

Anche il peso gioca un ruolo importante qui. Il Zhiyun Crane M2 è un gimbal portatile da $ 200 progettato per telefoni, action cam e fotocamere point-and-shoot. Il 24 mm f / 2.8 pesa 162 g (5,71 oz), il 40 mm f / 2,5 è 173 g (6,10 oz) e il 50 mm f / 2,5 è 174 g (6,13 oz). Aggiungi il 50 mm, il più pesante dei tre obiettivi, all’A7C da 509 g e, a 683 g, ero ancora sotto il limite di peso di 720 g (1,58 libbre) del Crane M2. Questo mi ha lasciato abbastanza spazio per mettere il mio microfono Rode VideoMicro sulla fotocamera.

Una fotocamera full frame con un obiettivo G Master su una sospensione cardanica così piccola è davvero notevole e le mie braccia sono per sempre grate.

La Zhiyun Crane M2 è classificata per fotocamere fino a 720 g (1,58 libbre).

Sono stato in grado di montare un microfono a fucile sulla mia fotocamera senza superare il limite di peso del giunto cardanico.

Poiché in genere ci sono meno elementi dell’obiettivo in un obiettivo principale rispetto a un obiettivo zoom, sono spesso più nitidi e hanno meno aberrazione cromatica. Inoltre, i numeri primi di solito hanno un’apertura più ampia che può far entrare più luce o fornire un controllo più creativo sulla profondità di campo di un’immagine. Con aperture massime f / 2.8 ef / 2.5, nessuno di questi tre obiettivi vincerà concorsi per il bokeh più sfocato o la capacità di raccolta della luce più elevata. Ma su una fotocamera Sony full frame, forniscono una separazione sufficiente tra i soggetti e gli sfondi piacevolmente sfocati. Nel complesso, tutti catturano immagini nitide con una riduzione della messa a fuoco morbida e pittorica. Sebbene non avessi altri obiettivi primes nella fascia di prezzo di $ 600 con cui confrontarli, sono rimasto impressionato dalla nitidezza su tutta la gamma di diaframmi e dalla mancanza di aberrazione cromatica.

Foto scattate con Sony 50mm f / 2.5 G.

Per un confronto testa a testa tra questi nuovi numeri primi Sony e altri obiettivi all’interno di questa fascia di prezzo, guarda l’ottimo video Gerald Undone mettere insieme. Copre tutto, dall’aberrazione cromatica alla distanza minima di messa a fuoco con una discreta quantità di pixel che fanno capolino per i pignoli tra noi. Anche se sono d’accordo sul fatto che il bokeh dei numeri primi Sony mostri un po ‘troppo delle lame alle aperture più alte, non trovo che l’aberrazione cromatica sui Sony 40mm e 50mm sia abbastanza evidente negli scatti del mondo reale da essere un problema.

Foto scattate con Sony 40mm f / 2.5 G.

Durante il mio tempo con questi tre obiettivi, ho scattato di più con il 24 mm. Quando si scatta in RAW, questo 24 mm ha la giusta quantità di deformazione ai bordi che dà potenza al soggetto e porta l’occhio dello spettatore al centro dell’inquadratura. Questo è esattamente l’effetto che cerco da un obiettivo grandangolare, ma per le persone che preferiscono un’immagine più lineare questo potrebbe essere scoraggiante. È un ottimo obiettivo per i selfie e l’architettura. Potrei anche vedermi usare questo obiettivo per i vlog, quando ho bisogno di catturare me e il mio ambiente.

Foto scattate con Sony 24mm f / 2.8 G.

Il decadimento della messa a fuoco da 40 mm e 50 mm è uniforme e piuttosto sorprendente. Quando è aperto fino af / 2.5, l’apertura massima, lo sfondo è sfocato fino al punto di appiccicoso. E mentre il 40 mm può gestire i ritratti, è anche abbastanza largo da funzionare anche per alcuni scatti di paesaggi.

Il 40mm contro il 50mm preso dallo stesso punto a ISO500 f / 2.5.

Ogni obiettivo è dotato di doppi motori lineari per un autofocus veloce e silenzioso, perfetto per le riprese video. C’è un po ‘di respiro focalizzato, ma non è abbastanza regolare da essere un problema. Vorrei che la distanza minima di messa a fuoco fosse un po ‘più vicina, però, specialmente sul 24 mm dove il più vicino può mettere a fuoco è di 24 cm. Il $ 550 Sigma 24mm f / 3.5 ha una distanza minima di messa a fuoco di 4,25 pollici (10,8 cm) e quando si scattano foto di fiori, ad esempio, questa messa a fuoco ravvicinata può portare uno spettatore nel fiore, un luogo in cui siamo raramente. È difficile ottenere lo scatto con l’obiettivo Sony.

Sono stato in grado di mettere in valigia la mia Sony A7C, con uno dei tre obiettivi attaccati, e i due numeri primi rimanenti tutti nel mio marsupio.

La borsa si chiudeva facilmente e aveva spazio libero per disinfettante per le mani e il mio portafoglio.

Sebbene questi numeri primi siano tutt’altro che i meno costosi nella loro categoria, ciò che mi ha fatto amare scattare con loro è la loro dimensione uniforme senza compromettere i controlli disponibili con un clic, la qualità o il sigillo meteorologico. Posso passare da uno all’altro senza dover ribilanciare il mio gimbal o persino regolare controlli diversi: si sentono tutti uguali sulla parte anteriore della mia fotocamera.

Sony finalmente mi ha dato un’esperienza che non ho ancora avuto con un obiettivo G Master: la portabilità. Portare tre obiettivi principali durante una passeggiata è qualcosa che non faccio mai perché un singolo obiettivo zoom consente di risparmiare spazio e peso. Ma con queste tre lenti ho potuto portare un solo marsupio e non sentirmi appesantito dal loro peso.

Sul fronte del video, accolgo tre obiettivi che condividono tutti lo stesso thread del filtro, quindi non devo occuparmi di più set di anelli step-up o down per i miei filtri ND. Apprezzo anche l’autofocus quasi silenzioso e la capacità di attivare e disattivare il clic della ghiera dei diaframmi.

Quando ho scattato questa foto, il sistema di messa a fuoco automatica della mia Sony A7C ha riconosciuto questi obiettivi come un volto.

I paraluce da 40 mm e 50 mm hanno filettature del filtro sia sull’obiettivo che sul paraluce per un facile montaggio.

Se abbinati alla Sony A7C, questi obiettivi costituiscono un pacchetto compatto.

I nuovi Sony 24mm f / 2.8, 40mm f / 2.5 e 50mm f / 2.5 sono tutti compatti senza compromessi e ad un prezzo alto ma non fuori portata. Puoi ottenere obiettivi più veloci, obiettivi meno costosi e obiettivi ancora più piccoli. Ma ti sarà difficile trovare questa combinazione di portabilità e prestazioni in qualsiasi altra cosa nella gamma di Sony.

Accolgo con grande favore la grande spinta di Sony verso fotocamere e obiettivi di qualità che non mi spezzino la schiena. Prossima fermata: zoom compatti con diaframmi più veloci e costanti, per favore.


Obiettivo Sony 24 mm f / 2.8

Prezzi rilevati al momento della pubblicazione.

L’obiettivo 24mm f / 2.8 di Sony è leggero e compatto, perfetto per la fotocamera A7C.


Obiettivo Sony 40mm f / 2.5

Prezzi rilevati al momento della pubblicazione.

L’obiettivo di Sony da 40 mm f / 2.5 è di piccole dimensioni ed è abbastanza versatile sia per i ritratti che per alcuni lavori di paesaggio.


Obiettivo Sony 50 mm f / 2.5

Prezzi rilevati al momento della pubblicazione.

L’obiettivo da 50 mm f / 2.5 di Sony è un obiettivo normale e compatto con la possibilità di scegliere tra anello di apertura con clic o senza clic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *