Vivaldi sta aggiornando i suoi browser per bloccare i fastidiosi pop-up dei cookie

Vivaldi ha annunciato oggi che sta aggiornando il file desktop e Android versioni del suo browser Vivaldi con la possibilità di bloccare i fastidiosi pop-up delle preferenze sui cookie. Grazie all’approvazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea, probabilmente hai dovuto fare clic su almeno una finestra di dialogo chiedendoti se desideri gestire il modo in cui un sito ti tiene traccia. Il nuovo aggiornamento di Vivaldi ti consente di evitare tali notifiche, con alcuni importanti avvertimenti, mentre in teoria ti tiene ancora al sicuro dal tracciamento.

La logica di Vivaldi per la nuova funzionalità, affettuosamente chiamata “Cookie Crumbler”, è che mentre dare agli utenti il ​​controllo su come vengono tracciati è positivo, farlo tramite un popup “porta a fare clic su” consenti “o” accetta “senza rendersene conto inconsapevolmente gli utenti hanno appena autorizzato i tracker a creare profili comportamentali su di loro “, scrive Vivaldi.

Una finestra di dialogo dei cookie da Il guardiano.

Vivaldi’s Ad Blocker integrato teoricamente può già gestire l’occultamento degli utenti dai vari metodi di tracciamento implementati dai siti, quindi Cookie Crumbler si occupa di rimuovere i fastidiosi posticini: le notifiche pop-up che indirizzano gli utenti a personalizzare il modo in cui vengono tracciati, se non del tutto. Gli utenti con una versione aggiornata di Vivaldi (versione 3.8 ad oggi) possono abilitare Cookie Crumbler andando su Impostazioni> Privacy> Tracker e blocco annunci> Gestisci fonti> Rimuovi elenchi di avvisi sui cookie. La stessa funzione può essere abilitata sulla versione Android di Vivaldi negli stessi menu.

“Cookie Crumbler” può essere abilitato su Android nello stesso menu in cui gestisci il blocco degli annunci e dei tracker di Vivaldi.
Immagine: Vivaldi

Cookie Crumbler utilizza due elenchi di blocchi di terze parti separati per funzionare, ma “questa non è una soluzione perfetta, poiché ci saranno alcuni siti Web che utilizzano altre tattiche per ottenere il consenso dei cookie”, afferma Vivaldi. L’abilitazione di Cookie Crumbler può anche rendere alcuni siti completamente inaccessibili su desktop e dispositivi mobili, a seconda che il sito blocchi alcune funzionalità dietro l’interazione con la finestra di dialogo dei cookie. La perdita dell’accesso ad alcuni siti Web è un grave inconveniente per un browser Web progettato per visitare siti Web e questo potrebbe essere il motivo per cui Cookie Crumbler non è abilitato per impostazione predefinita.

Vivaldi sta anche prendendo una posizione ancora più forte sull’alternativa ai cookie di Google, FLoC o Federated Learning of Cohorts. FLoC crea coorti dalla cronologia di navigazione degli utenti per ordinarli in modo semi-anonimo per interessi o qualità per i siti Web che cercano di vendere annunci. Sembra meno direttamente invasivo di un cookie tradizionale, ma dipende anche enormemente dai produttori di browser che lo implementano correttamente affinché sia ​​sicuro.

Vivaldi lo è decisamente non va bene con l’implementazione di FLoC da parte di Google e non lo abilita nel suo browser, nonostante si basi sul codice di base Chromium di Google. Con la versione aggiornata di oggi di Vivaldi, sta anche inserendo nella lista nera il componente FLoC richiesto per l’attuale test di Google della tecnologia pubblicitaria, rimuovendolo dai browser che potrebbero già averlo scaricato e impedendone il download in futuro.

Vivaldi 3.8 aggiunge anche nuove opzioni di personalizzazione per la funzione Pannelli del browser (si pensi a SlideOver in iPadOS ma per i siti Web) e un nuovo comando da tastiera per l’aggiunta di segnalibri. La versione Android dell’app può anche ora passare tra le 41 lingue supportate da Vivaldi anziché fare affidamento sulle impostazioni della lingua integrate di Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *