Nvidia ha ripristinato il suo limite di mining di criptovaluta RTX 3060 Ethereum

Nvidia sta tentando di nuovo di limitare l’uso delle sue schede grafiche RTX 3060 per il mining di Ethereum, con un nuovo aggiornamento che aggiunge ancora una volta un limitatore di hash alla GPU, attraverso VideoCardz.com.

Se questo ti suona familiare, è perché non è la prima volta che Nvidia ha provato a ridurre le prestazioni di mining sull’RTX 3060: la società ha prima lanciato nuovi driver che avevano lo scopo di limitare il tasso di hash del mining di Ethereum di circa il 50% in Febbraio.

“Abbiamo progettato GPU GeForce per i giocatori e i giocatori chiedono a gran voce di più” dice Matt Wuebbling, capo del marketing GeForce globale di Nvidia, in un post sul blog che annuncia il cambiamento. La società ha anche annunciato un nuovo prodotto, Nvidia CMP (Cryptocurrency Mining Processor), una GPU dedicata pensata specificamente per il mining di criptovaluta.

Tuttavia, quell’aggiornamento è stato di breve durata, con Nvidia che è riuscita a sbloccare accidentalmente il proprio limite in un driver beta rilasciato a marzo, annullando il suo lavoro precedente. Nvidia avrebbe continuato a confermare che il nuovo driver era un errore, ma era già troppo tardi: il driver aggiornato era in circolazione ei proprietari di RTX 3060 erano in grado di scaricarlo ed evitare le nuove restrizioni.

Il nuovo driver GeForce 466.27, tuttavia, riporta il limite originale e rileva che sarà richiesto per tutte le future schede RTX 3060 a partire da maggio. Nvidia potrebbe anche voler aggiungere limiti di hash rate anche ad altre schede.

UN separato VideoCardz.com rapporto osserva che la società sta lavorando a una versione aggiornata delle GPU “LHR” (Lite Hash Rate) sulle altre schede della serie RTX 30 (inclusi i modelli RTX 3060 Ti, 3070 e 3080), al fine di scoraggiare i minatori di criptovaluta da acquisire le scorte limitate prima che i clienti focalizzati sul gioco possano farlo. Solo l’RTX 3090 top di gamma può essere esente, poiché il prezzo di $ 1.500 lo rende già di valore limitato per le attività minerarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *