Il NYPD sta rimandando il suo controverso cane robot al canile

Il dipartimento di polizia di New York ha annullato il processo contro un cane robot realizzato dalla società statunitense Boston Dynamics dopo aver ricevuto feroci critiche riguardo alla tecnologia “distopica”.

“Il contratto è stato risolto e il cane verrà restituito”, un portavoce del NYPD detto il New York Post. John Miller, vice commissario del dipartimento per l’intelligence e l’antiterrorismo, detto Il New York Times che la macchina è stata “una vittima di politica, cattive informazioni e sound bytes a buon mercato”. Disse Miller: “La gente aveva capito gli slogan e il linguaggio per rendere in qualche modo questo malvagio”.

L’anno scorso il NYPD ha iniziato a noleggiare la macchina soprannominata Digidog. “Questo cane salverà vite umane, proteggerà le persone e proteggerà gli ufficiali e questo è il nostro obiettivo”, ha detto Frank Digiacomo del NYPD in un’intervista con ABC7. Il robot è stato schierato circa una mezza dozzina di volte durante il suo mandato, principalmente agendo come una telecamera mobile in ambienti potenzialmente ostili.

“Il NYPD utilizza robot dagli anni ’70 per salvare vite umane in situazioni di ostaggi e incidenti pericolosi”, ha affermato il Dipartimento a febbraio. “Questo modello di robot è in fase di test per valutare le sue capacità rispetto ad altri modelli in uso dalla nostra unità di servizio di emergenza e dalla squadra di artificieri”.

Molti, tuttavia, hanno visto il robot come un simbolo sia delle spese dispendiose della polizia che delle tattiche sempre più aggressive utilizzate dalle forze dell’ordine. “Ora i droni terrestri di sorveglianza robotica vengono utilizzati per testare comunità di colore a basso reddito con scuole con risorse insufficienti”, ha twittato il rappresentante di New York Alexandria Ocasio-Cortez a febbraio.

In risposta alla protesta per la macchina, il membro del Consiglio della città di New York Ben Kallos ha proposto una legge che vieterebbe alla polizia di possedere o utilizzare robot armati. “Non credo che nessuno si aspettasse che sarebbero stati effettivamente utilizzati dal NYPD in questo momento”, Kallos detto Cablata all’inizio di quest’anno. “Non ho problemi a usare un robot per disinnescare una bomba, ma deve essere l’uso corretto di uno strumento e il giusto tipo di circostanza.”

Kallos ha detto al Volte questa settimana che il dispiegamento di Digidog per le strade di New York City ha evidenziato la “militarizzazione della polizia” in corso. Kallos ha detto: “In un momento in cui dovremmo avere più poliziotti per strada, costruendo relazioni con i residenti, in realtà stanno andando in un’altra direzione nel cercare di sostituirli con i robot”.

Spot, come viene chiamata la macchina dai creatori Boston Dynamics, non è mai stata utilizzata come arma, e così facendo violeremmo i termini di servizio dell’azienda. Ma viene utilizzato in situazioni sempre più controverse. Sebbene la società attualmente noleggi circa 500 unità Spot, con la maggior parte dei robot utilizzati in ambienti commerciali e industriali, tali macchine sono di crescente interesse sia per le forze dell’ordine che per gli utenti militari.

All’inizio di questo mese, è emerso che l’esercito francese ha testato Spot in esercitazioni di combattimento. Boston Dynamics ha detto The Verge nel momento in cui sapeva che il robot era stato affittato all’esercito, non era a conoscenza di essere utilizzato in questi scenari esatti. Spot non è stato utilizzato come arma in queste esercitazioni, ma utilizzato dai soldati per la sorveglianza in avanti.

Parlando con Il New York Times, un portavoce di Boston Dynamics ha dichiarato: “Supportiamo le comunità locali che esaminano l’assegnazione di fondi pubblici e riteniamo che Spot sia uno strumento economico paragonabile ai dispositivi robotici storici utilizzati dalla pubblica sicurezza per ispezionare ambienti pericolosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *