L’Europa spera nelle campagne di vaccinazione mentre Covid si allenta | Coronavirus


I leader europei stanno revocando le restrizioni in un blocco stanco del blocco mentre prendono ciò che il primo ministro italiano, Mario Draghi, ha ammesso come un “rischio calcolato” che l’accelerazione delle campagne di vaccinazione manterrà sotto controllo i tassi di infezione ostinatamente alti.

FranciaIl presidente, Emmanuel Macron, presenterà venerdì i dettagli di un progressivo allentamento delle misure Covid, ha detto mercoledì il primo ministro Jean Castex, ammettendo che la circolazione del virus “rimane alta … ma è in una tendenza al ribasso”.

La media mobile di sette giorni di nuove infezioni in Francia è scesa sotto i 28.000 per la prima volta in più di un mese, ma questa settimana gli ospedali hanno superato i 6.000 brevetti di terapia intensiva Covid-19 per la prima volta dalla prima ondata nell’aprile 2020.

Il ministro della Salute francese, Olivier Véran, ha affermato che la variante sudafricana del virus è aumentata dal 6% al 10% dei nuovi casi rilevati nella grande regione parigina, sebbene non siano state confermate infezioni nella Francia continentale con la variante indiana.

“Dobbiamo continuare i nostri sforzi, in particolare contro le nuove varianti”, ha detto Véran dopo che milioni di alunni della scuola primaria sono tornati a scuola questa settimana dopo un “lockdown lite” di tre settimane. Le scuole secondarie riapriranno lunedì prossimo.

Il 3 maggio verrà revocato anche il divieto per le persone che viaggiano oltre un raggio di 10 km (6 miglia) dalle loro case, con negozi non essenziali e terrazze di bar e ristoranti che dovrebbero aprire più tardi nel mese, insieme alle 19:00 a livello nazionale del paese. coprifuoco.

Come altri Stati membri dell’UE, la Francia conta sulla sua campagna di vaccinazione, che sta aumentando rapidamente dopo un inizio lento, per mantenere basso il numero di casi e ricoveri. Più del 27% degli adulti francesi ha ricevuto una prima dose.

Un addetto al centro vaccini si prende cura di un paziente presso il centro di vaccinazione di massa Arena Berlin nella capitale tedesca
All’inizio di questo mese, un addetto al centro di vaccinazione si prende cura di un paziente presso il centro di vaccinazione di massa Arena Berlin nella capitale tedesca. Fotografia: Sean Gallup / Getty Images

Germania ha aumentato le sue previsioni di crescita economica per il 2021 mercoledì, citando anche il ritmo crescente delle vaccinazioni alla fine del tunnel dopo aver lottato per mesi per mettere in atto un’azione concertata per fermare una seconda ondata virulenta.

Una legge modificata in vigore da sabato conferisce al governo del cancelliere Angela Merkel maggiori poteri per imporre restrizioni, inclusi coprifuoco notturno e chiusura delle scuole, a seguito di un lungo tiro alla fune con i leader dei 16 stati tedeschi.

Secondo il regolamento, tutte le regioni con tassi di incidenza di oltre 100 nuove infezioni ogni 100.000 persone negli ultimi sette giorni devono applicare chiusure e coprifuoco, mentre le scuole devono collegarsi online se il tasso di incidenza supera 165.

Tuttavia, crescono le speranze che i freni possano essere allentati nelle prossime settimane poiché la percentuale di tedeschi con almeno un’iniezione si avvicina al 25%. La Merkel ha sottolineato questa settimana che la più grande economia europea mira a offrire a ogni adulto un colpo a partire da giugno.

PoloniaIl primo ministro, Mateusz Morawiecki, ha annunciato un allentamento delle restrizioni dalla prossima settimana, affermando che in termini di nuove infezioni il peggio della pandemia “è probabilmente alle nostre spalle” e indicando motivi di “cauto ottimismo”.

Centri commerciali e musei dovrebbero riaprire dal 4 maggio, quando torneranno in classe anche i primi tre anni scolastici, con gli altri alunni che riprenderanno le lezioni di persona il 29 maggio. Gli hotel riapriranno l’8 maggio e le terrazze dei caffè e dei ristoranti il ​​15 maggio.

Il servizio al coperto riprenderà dal 29 maggio, quando anche i teatri e i cinema potranno riaprire, ha detto Morawiecki. Circa 11 milioni di persone in Polonia, che ha una popolazione di 38 milioni, hanno ricevuto almeno una dose di vaccino Covid.

Mercoledì, il Olanda ha revocato il coprifuoco notturno in vigore da tre mesi e ha consentito a bar e ristoranti di servire su terrazze all’aperto – con non più di due clienti per tavolo – tra mezzogiorno e le 18:00.

Nonostante le infezioni siano al loro livello più alto da gennaio e gli ospedali olandesi che operano vicino alla capacità, i negozi possono anche accogliere più clienti e le persone possono ora accogliere due ospiti anziché uno nelle loro case in un periodo di 24 ore.

Nel Italia, bar, ristoranti, cinema e sale da concerto riapriranno parzialmente lunedì dopo mesi di restrizioni stop-start, con tre quarti delle regioni del paese che rientrano nelle categorie “gialle” a basso rischio.

La decisione significa che bar e ristoranti possono servire i clienti all’esterno, incluso, per la prima volta in sei mesi, la sera, anche se rimane in vigore il coprifuoco alle 22:00. Anche cinema, teatri e sale da concerto potranno aprire al 50% della capacità.

Piscine, palestre, eventi sportivi e parchi a tema dovrebbero seguire l’esempio entro il 1 ° luglio in un progressivo rilassamento che Draghi ha ammesso essere una scommessa, con numeri di casi e ricoveri in terapia intensiva che calano lentamente ma le morti continuano a salire.

Sebbene ci siano grandi disparità tra le sue diverse regioni, il programma di vaccinazione italiano sta accelerando, con oltre 17,5 milioni di colpi somministrati finora su una popolazione di circa 60 milioni.

Il dirigente della compagnia farmaceutica tedesca BioNTech, nel frattempo, ha detto mercoledì che l’Europa potrebbe ottenere l’immunità di gregge – stimata dagli esperti in circa il 70% della popolazione – contro il Covid-19 entro i prossimi quattro mesi.

“L’Europa raggiungerà l’immunità di gregge a luglio, al più tardi entro agosto”, ha detto Uğur Şahin. L’UE dovrebbe annunciare questa settimana un accordo per acquistare altri 1,8 miliardi di colpi BioNTech in previsione di un’eventuale necessità di colpi di richiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *