‘Il mio cuore è spezzato’: Le famiglie piangono la scomparsa dell’equipaggio indonesiano | Notizie militari


Surabaya, Indonesia – Fino a domenica pomeriggio, Winny Widayanti stava ancora cercando di contattare suo marito, il colonnello Harry Setiawan di 45 anni, uno dei 53 membri dell’equipaggio a bordo del sottomarino indonesiano KRI Nanggala-402.

Ha scattato foto degli amici di suo marito che sono venuti a casa loro e glieli hanno mandati e ha continuato a inviare aggiornamenti sui loro figli, anche se i messaggi non sono mai stati restituiti.

“Il mio cuore è spezzato. È completamente distrutto. La parte più difficile è spiegarlo al mio figlio più piccolo. Non riesco a trattenere le lacrime “, ha detto ad Al Jazeera.

Domenica sera, l’esercito indonesiano ha annunciato di aver trovato il sottomarino colpito a una profondità di quasi 840 metri (2.755 piedi), spezzato in tre pezzi. Parlando in una conferenza stampa, il capo militare maresciallo Hadi Tjahjanto ha anche annunciato che tutti i 53 membri dell’equipaggio erano morti.

Le famiglie dell’equipaggio del KRI Nanggala-402 avevano continuato a nutrire speranza, anche se le scorte di ossigeno previste si erano esaurite sabato, e avevano pregato per il ritorno sicuro dei membri dell’equipaggio che erano scomparsi da quasi una settimana. Mercoledì il sottomarino ha perso il contatto mentre stava conducendo esercitazioni con siluri nelle acque a nord dell’isola indonesiana di Bali nelle prime ore del mattino.

Ma con la diffusione della notizia che i marinai erano morti, i membri della famiglia hanno reso omaggio all’equipaggio del sottomarino colpito, costruito nel 1977 ed entrato in servizio per la Marina indonesiana nel 1981.

‘Un grande uomo’

Un ritratto di Munawir e della sua famiglia. Aura Aulia è sulla destra [Courtesy of Aura Aulia]

Aura Aulia ha detto ad Al Jazeera che suo padre, il sottotenente Munawir, era un marinaio serio e diretto, noto per il suo stile disciplinato.

“Se qualcuno gli chiedesse di fare qualcosa, inizierebbe immediatamente a lavorarci senza una parola”, ha detto.

“Anche quando non lavorava, voleva sempre fare qualcosa di produttivo come armeggiare con il motore della sua auto o moto, o aggiustare le cose in casa.

“Amava anche viaggiare e aveva un grande senso dell’avventura. Ci portava sempre in vacanza in tutta l’Indonesia, in posti come Malang, Blitar e Madura, o andavamo a mangiare insieme come famiglia “.

Il secondo tenente Munawir aveva 41 anni.

Gresilia, la moglie del primo sergente Rusdiyansyah Rahman che era responsabile delle comunicazioni elettriche sul KRI Nanggala-402, ha detto ad Al Jazeera che la coppia ha un bambino di 18 giorni e che stava aspettando il padre per la prima volta. tornare dal mare in modo da poter trascorrere del tempo con il loro figlio, Muhammad Elzayn Firendra Rahman.

“Aveva promesso di venire con me a fare le prime vaccinazioni di nostro figlio quando sarebbe tornato dalla navigazione. Ma ora se n’è andato per sempre. Dirò a mio figlio che suo padre era un grande uomo “.

“Anche se questa è la prova più dura della mia vita, sto cercando di accettarla e lasciare tutto a Dio. Possa mio marito riposare in pace, perché è morto in servizio e le squadre di ricerca hanno fatto del loro meglio “, ha detto il 26enne.

Più di una dozzina di navi e aerei sono stati coinvolti nella ricerca del sottomarino, con Singapore, Malesia, India, Australia e Stati Uniti che hanno inviato attrezzature specializzate per assistere le autorità indonesiane.

Il sottomarino è stato infine localizzato utilizzando una nave di salvataggio sottomarina inviata da Singapore, che è stata in grado di ottenere una conferma visiva dei pezzi rotti del KRI Nanggala-402.

Gresilia è confortata da un’amica, lei e suo marito il primo sergente Rusdiyansyah Rahman erano appena diventati genitori per la prima volta [Reno Surya/Al Jazeera]

Sforzi di recupero

L’esercito indonesiano ha detto che tenterà di “evacuare” la nave dopo aver trovato detriti dal sottomarino, inclusi tappetini da preghiera e giubbotti di salvataggio, ma che la profondità complicherebbe questi sforzi e richiederebbe attrezzature specializzate.

La madre del colonnello Setiawan, Ida Farida, ha detto ad Al Jazeera di essere orgogliosa di suo figlio – che non avrebbe nemmeno dovuto essere sul sottomarino ma aveva deciso di unirsi all’ultimo minuto per supervisionare gli esercizi di addestramento.

“Non volevo che fosse preso lui per primo al posto mio, ma è morto facendo il suo dovere. Ha mantenuto la sua promessa per il suo paese fino alla fine della sua vita “, ha detto.

L’ottantenne ha aggiunto che sperava che la missione di recupero continuasse fino a quando non saranno stati trovati gli uomini dell’equipaggio.

“Spero che il corpo di mio figlio possa essere recuperato, qualunque sia la condizione in cui si trova. Vorremmo seppellirlo nella tomba di famiglia a Cilubajang a Sukabumi con il suo defunto padre che era un ufficiale dell’aeronautica militare in pensione.”

Lunedì, il presidente indonesiano Joko Widodo, popolarmente noto come Jokowi, ha annunciato che i 53 membri dell’equipaggio avrebbero ricevuto il Bintang Jalasena o Navy Meritorious Service Star, che di solito viene assegnato ai membri della Marina indonesiana per il servizio oltre il call of duty.

Ha aggiunto che tutti i figli dei membri dell’equipaggio avrebbero la loro istruzione finanziata al livello di laurea all’università.

La moglie del colonnello Setiawan Winny dice che il suo cuore è spezzato per la perdita di suo marito, che era il comandante della MRI Nanggala-402 [Ivan Darski/Al Jazeera]

Sheva Naufal Zidane, il figlio diciottenne del colonnello Setiawan, ha detto ad Al Jazeera che intende seguire le orme di suo padre nonostante la tragedia che ha colpito il KRI Nanggala-402.

“Mio padre era un padre di famiglia. Ai miei occhi era un modello e mi ha dato un ottimo esempio “, ha detto.

“Fin da piccola sono sempre stata più vicina a mio padre. Mi raccontava sempre storie di essere in Marina. La mia speranza è che anch’io possa unirmi alla Marina. L’anno prossimo farò il test d’ingresso e spero di superarlo e rendere orgoglioso mio padre “.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *