L’allenatore e la nonna di Vladimir Guerrero Jr. hanno aiutato a perdere peso


ST. PETERSBURG, Florida – La stagione 2020 non era ancora finita quando Vladimir Guerrero Jr. ha capito cosa doveva fare.

Era, per sua stessa ammissione, sovrappeso. E gli effetti sul campo erano evidenti: i Toronto Blue Jays lo hanno spostato attraverso il diamante, dalla sua posizione di terza base di lunga data alla prima. Ha avuto difficoltà a segnare dal primo su un colpo nello spazio vuoto. Ha lottato per raggiungere tiri bassi mentre colpisce. Si è stancato dopo aver messo in campo 20 palle a terra in pratica.

Così alla fine di settembre, poche settimane prima che la sua squadra apparisse nei playoff, Guerrero ha inviato un messaggio di testo a qualcuno che non aveva mai incontrato, un allenatore privato di nome Junior Rodriguez, e ha chiesto di lavorare con lui in bassa stagione. Quello fu l’inizio del suo viaggio – con gli assist di persone come sua nonna e Rodriguez – per riprendersi da una stagione che non si addiceva a un giocatore del suo talento.

“Un giorno, mi sono svegliato dal letto, mi sono guardato allo specchio e ho detto: ‘Questo è tutto'”, ha detto Guerrero, 22 anni, in una recente videochiamata con i giornalisti.

Tra i playoff di ottobre e l’allenamento primaverile di febbraio, Guerrero ha perso 42 libbre dal suo telaio da 6 piedi-2, scendendo a circa 245 libbre. Ora sta scivolando intorno alle basi, facendo le spaccate per aspirare i tiri bassi all’inizio, sentendosi vivace e esibendosi come uno dei migliori battitori nel baseball. Entrando lunedì, stava colpendo .338 con più camminate (16) che strikeout (13) e aveva raggiunto la base un miglior MLB 43 volte.

Sta ancora mangiando la cucina casalinga di sua nonna – chi potrebbe dire di no? – ma in porzioni più piccole e con opzioni più sane mescolate e meno pasti a tarda notte.

“Sembra più forte, ed è più leggero in piedi correndo e muovendosi”, ha detto in spagnolo la nonna di Guerrero, Altagracia Alvino, in una recente intervista telefonica. Ha aggiunto più tardi: “E quello che mi fa piacere è che ha continuato con la sua dieta”.

Alvino ha continuato a vivere con suo nipote in questa stagione. I Blue Jays 10-11 stanno usando la loro struttura di allenamento primaverile a Dunedin, in Florida, come casa per la stagione regolare con il confine tra Stati Uniti e Canada chiuso per viaggi non essenziali a causa della pandemia di coronavirus. I Guerreros possiedono una casa nelle vicinanze a Tampa. (E a differenza dell’anno scorso, i Blue Jays dovrebbero trasferirsi nella loro filiale di Classe AAA a Buffalo quest’estate, Alvino ha detto che intendeva accompagnare Guerrero.)

Da quando Guerrero era un bambino, ha detto Alvino, ha avuto lo stesso tipo di corpo. Con abilità soprannaturali che smentivano la sua età, ha superato i campionati minori ed è stato il miglior candidato nel baseball a 19. Ha raggiunto le major con molto clamore nel 2019 e ha abbagliato i fan con il suo prodigioso potere durante l’Home Run Derby di quell’anno.

Negli ultimi anni, però, il peso di Guerrero è cresciuto. I Blue Jays avevano incoraggiato e ha lavorato con lui a perdere peso – e lo fece a scatti. Ma durante la pausa di quattro mesi del baseball l’anno scorso a causa della pandemia, è diventato più pesante – per questo ha detto si è scusato con i suoi compagni di squadra.

“Negli ultimi due anni, sapevano che stavo arrivando qui fuori forma”, ha detto Guerrero ai giornalisti a febbraio. “Non mi sono preparato molto bene.”

Nella stagione 2020 abbreviata di 60 partite, i Blue Jays hanno spostato Guerrero nella posizione meno impegnativa della prima base, e spesso fuori dal campo interno, al battitore designato. Ha pubblicato numeri decenti – una media di battuta di .262, nove fuoricampo, una percentuale di .791 in base più colpi – e ha aiutato a guidare i Blue Jays alla loro prima apparizione nei playoff in quattro anni. Ma lui e la sua squadra sapevano che era capace di molto di più.

“Nel profondo, sapeva di aver avuto un brutto anno”, ha detto Rodriguez in spagnolo in un’intervista telefonica. “Non è stato un anno brutto, ma a livello fisico di prestazioni era stanco di essere sottovalutato e di sentirsi male”.

All’inizio, Alvino non era del tutto sicuro del motivo per cui il peso di Guerrero fosse aumentato l’anno scorso. Mangiare la sua cucina – rimuove sempre il grasso in eccesso dalla carne che cucina e usa con parsimonia l’olio – Alvino ha detto che Guerrero ha perso un po ‘di peso. Ma poi ha raggiunto un plateau. Ha detto che i Blue Jays le hanno persino chiesto se qualcosa fosse cambiato, e lei ha insistito che nulla era cambiato.

Più tardi, però, ha detto, ha dato un’occhiata e ha scoperto due possibili colpevoli: birre leggere nel frigorifero accanto al tavolo da biliardo a casa, dove Guerrero usciva con la famiglia e gli amici, e gli spuntini a tarda notte dopo che lei gli aveva dato da mangiare per la cena.

“Gli ho detto: ‘Amore mio, quello che sto facendo con le mie mani, stai distruggendo con i tuoi piedi’”, ha detto Alvino, ripetendo un detto comune in spagnolo.

Così a settembre, Guerrero si è connesso con Rodriguez, un personal trainer che ha lavorato con altri importanti leghisti come Ketel Marte, Ramon Laureano e Santiago Espinal, uno dei compagni di squadra di Guerrero.

Subito dopo il ritorno di Guerrero nella Repubblica Dominicana in seguito all’uscita dei playoff dei Blue Jays, Rodriguez si è avvicinato alla casa dei Guerreros per incontrare per la prima volta il suo nuovo cliente. Rodriguez ha ritenuto che ciò che avrebbe fatto la differenza più grande sarebbe stato convincere Guerrero ad accettare cambiamenti nello stile di vita, quindi è stato schietto.

“Ho abbassato un po ‘il suo morale, ma ero sincero con lui”, ha detto Rodriguez. “Gli ho detto: ‘Dovresti essere imbarazzato dal fatto che i fan ti sottovalutino e parlino male di te, e tu sei uno dei migliori prospetti nei grandi campionati. Impegniamoci in questo; Mi impegno con te e tu con me. Non lo voglio solo per il 2021, ma per sempre. Dormirai come un atleta, mangerai come un atleta, ti allenerai come un atleta. ‘”

E a merito di Guerrero, lo ha fatto. Per 90 minuti a seduta, quattro volte a settimana in inverno, nella palestra di casa Guerrero, Rodriguez ha allenato Guerrero. Lo ha guidato attraverso fasi di condizionamento, stretching, sollevamento pesi e esercizi di salto, concentrandosi sul miglioramento di eventuali limitazioni fisiche. Ad esempio: Rodriguez ha detto che la mancanza di libertà di movimento nel busto di Guerrero ha smorzato il suo potere.

“È stato un cambiamento di 180 gradi”, ha detto Rodriguez. “Questo è un Vladimir molto diverso.”

Lontano dalla palestra, Guerrero è diventato più disciplinato e le persone intorno a lui hanno aiutato. Ha aumentato la sua assunzione di acqua. Ha smesso di fare spuntini dopo cena. Niente più alcol, cibi fritti o zucchero. Ha tagliato le dimensioni delle sue porzioni, qualcosa a cui Alvino ha detto che doveva abituarsi. Ha detto un amico di famiglia di lunga data che cucina anche ha tenuto d’occhio anche le porzioni.

Alvino ha detto di aver preparato a Guerrero un succo di cetriolo-mela verde-sedano prima degli allenamenti mattutini e un frullato di papaya-farina d’avena-cannella la sera. Il pranzo è stato il pasto più importante della giornata. Anche se Guerrero non ha mai mangiato molto riso, ha detto Alvino, ha iniziato a servirlo con un cucchiaio più piccolo. Ha ancora una quantità normale dei suoi fagioli stufati, i suoi preferiti, e carne o pesce.

“Se finisce velocemente, io dico: ‘Hai ancora fame?'”, Ha detto. “Dice:” No, abuela, sto bene “.”

Guerrero porta ancora i tradizionali pasti dominicani di Alvino allo stadio per condividerli. Se ha fame dopo i giochi notturni, gli prepara un piccolo pasto a base di pollo alla griglia o pesce e verdure. (E se fa il mangù, un piatto di banane bollite schiacciate, ha detto, usa acqua e latte ma non burro.)

Guerrero ha detto in una recente videochiamata con i giornalisti che il suo corpo si sentiva “davvero diverso” ora e che era orgoglioso del suo lavoro fuori stagione. Ha detto che prevedeva di attenersi al regime attuale per il resto della sua carriera. Al piatto, ha detto, si sentiva meglio che al culmine della sua carriera nella lega minore (una volta ha colpito .381 in una stagione). E anche se inizialmente aveva sperato di tornare in terza base, ha detto che era felice di suonare ovunque i Blue Jays avessero bisogno di lui.

“Posso fare un sacco di cose che non potevo fare prima e, grazie a Dio, mi sento molto a mio agio con il peso che ho”, ha detto.

Il manager dei Blue Jays Charlie Montoyo ha detto che un Guerrero in forma ha mostrato miglioramenti in ogni aspetto del suo gioco sul campo. Guerrero sta colpendo la palla ancora più forte del solito quest’anno, trascinando solo una manciata di stelle come Ronald Acuña Jr. di Atlanta e Giancarlo Stanton degli Yankees in quella categoria.

“È tornato ad essere Vladdy, sorridente in panchina, divertendosi”, ha detto l’interbase Bo Bichette, che ha giocato al fianco di Guerrero da quando erano adolescenti e credeva che il suo amico avesse la capacità di essere il miglior battitore nel baseball. “Non l’ho visto uscire e sorridere dei suoi out da Double-A, e lo ha fatto spesso perché sa che ad un certo punto li otterrà.”

La stagione del baseball, però, è faticosamente lunga e mette alla prova tutti. Rodriguez ha detto che invia continuamente promemoria a Guerrero per rimanere in cima alla sua routine. Montoyo non aveva intenzione di fare lo stesso.

“È in missione e non ha bisogno di alcun aiuto in questo momento”, ha detto di Guerrero. “Sa cosa deve fare e lo sta facendo.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *