I guai COVID dell’India peggiorano a causa della continua carenza di ossigeno | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il bilancio quotidiano delle vittime e delle infezioni da coronavirus in India, che è nella morsa di una seconda ondata violenta della pandemia, ha superato nuovi record mondiali mentre il governo lottava per ottenere forniture di ossigeno agli ospedali sopraffatti dalle centinaia di migliaia di nuovi casi giornalieri.

Le autorità si sono affrettate di nuovo sabato per fornire ossigeno medico agli ospedali indiani dove i pazienti COVID-19 stavano soffocando a causa delle scarse forniture.

L’India ha raggiunto un tasso di una morte segnalata da COVID-19 ogni quattro minuti a Nuova Delhi mentre il sistema sanitario sottofinanziato della capitale ha ceduto.

Code di pazienti COVID-19 e dei loro parenti spaventosi si stavano accumulando fuori dagli ospedali nelle grandi città dell’India, il nuovo hotspot pandemico mondiale che ha ora segnalato quasi un milione di nuovi casi in tre giorni.

Altri 2.624 morti, un nuovo record giornaliero, sono stati segnalati in 24 ore, portando il bilancio ufficiale a quasi 190.000 dall’inizio della pandemia.

Sono stati inoltre segnalati altri 346.786 nuovi casi, portando il totale dell’India a 16,5 milioni, secondo solo agli Stati Uniti.

Molti esperti prevedono che l’attuale ondata non raggiungerà il picco per almeno tre settimane e che il numero reale di morti e casi sarà più alto.

Colpito dalle critiche per la sua mancanza di preparazione prima della nuova ondata di infezioni, il governo ha schierato aerei e treni militari per portare ossigeno dagli angoli più remoti del paese a Nuova Delhi.

I canali di notizie televisive hanno mostrato un camion dell’ossigeno che arriva al Batra Hospital di Nuova Delhi dopo aver emesso un SOS dicendo che avevano 90 minuti di ossigeno rimasti per i suoi 260 pazienti.

“Per favore, aiutateci a ottenere ossigeno, ci sarà una tragedia qui”, il primo ministro di Delhi Arvind Kejriwal ha fatto appello al primo ministro Narendra Modi in una conferenza venerdì.

Il governo della città ha detto che inizierà a creare scorte tampone di ossigeno per accelerare le forniture agli ospedali quando saranno a poche ore dall’esaurimento.

“Ogni ospedale sta finendo [of oxygen]. Stiamo finendo “, ha detto al canale NDTV il dott. Sudhanshu Bankata, direttore esecutivo del Batra Hospital, uno dei principali ospedali della capitale.

Almeno 20 pazienti COVID-19 presso l’unità di terapia intensiva del Jaipur Golden Hospital di New Delhi sono morti durante la notte perché “la pressione dell’ossigeno era bassa”, ha riferito il quotidiano Indian Express.

“La nostra fornitura è stata ritardata di sette-otto ore venerdì sera e le scorte che abbiamo ricevuto ieri sera sono solo il 40 per cento della fornitura richiesta”, ha detto il sovrintendente medico dell’ospedale, il dottor DK Baluja, citando il giornale.

I crematori di Delhi hanno detto che erano pieni e hanno chiesto alle famiglie in lutto di aspettare.

Un ente di beneficenza ha allestito un crematorio traboccante in un parcheggio, con pire funerarie improvvisate costruite per far fronte alle crescenti morti.

Cerca aiuto all’estero

L’India ha anche cercato di acquisire ossigeno dall’estero.

Elizabeth Puranam di Al Jazeera, in un rapporto dalla capitale, ha detto che finora molti paesi in tutto il mondo hanno espresso sostegno alla lotta dell’India contro la recente crisi del COVID-19 e alla ricerca di modi per aiutare il paese.

“L’entità della crisi in India forse non è stata vista da nessun’altra parte dall’inizio della pandemia”, ha detto.

“L’India ha chiesto al suo ministero degli Affari esteri, con tutte le ambasciate all’estero, di procurarsi e importare 50.000 tonnellate di ossigeno per salvare la vita delle persone. Il suo ministero della Difesa sta inoltre trasportando in aereo 23 impianti mobili di generazione di ossigeno dalla Germania.

“La Camera di Commercio degli Stati Uniti ha chiesto all’amministrazione Biden di liberare milioni di dosi del vaccino Oxford-Astrazeneca, che è in deposito negli Stati Uniti e di spedirle in India e in paesi come il Brasile duramente colpiti dalla pandemia”.

Il gigante del gas francese Air Liquide SA ha anche dirottato verso gli ospedali le forniture di ossigeno per i clienti industriali in India.

Il governo ha spinto gli industriali ad aumentare la produzione di ossigeno e altri farmaci salvavita che scarseggiano.

La crisi si fa sentire anche in altre parti del Paese, con diversi ospedali che comunicano pubblicamente di non avere ossigeno medico.

I media locali hanno riportato nuovi casi di persone che muoiono nelle città di Jaipur e Amritsar.

Un “espresso di ossigeno” che trasportava 30.000 litri per gli ospedali è arrivato a Lucknow all’alba di sabato, dove le guardie armate stavano aspettando per scortare i camion agli ospedali.

Lucknow è stata una delle città più colpite, con ospedali e crematori inondati di pazienti e corpi, e i funzionari hanno affermato che l’ossigeno liquido sarebbe sufficiente solo per il fabbisogno di mezza giornata.

Enorme salto nei casi

Esperti sanitari hanno affermato che l’India è diventata compiaciuta in inverno, quando i nuovi casi erano circa 10.000 al giorno e la pandemia sembrava essere sotto controllo, revocando le restrizioni che consentivano la ripresa di grandi raduni.

Altri hanno affermato che potrebbe anche essere una variante più pericolosa del virus che sta attraversando il secondo paese più popoloso del mondo in cui le persone vivono nelle immediate vicinanze, spesso sei per stanza.

“Anche se la compiacenza nell’aderire alle maschere e l’allontanamento fisico potrebbero aver giocato un ruolo, sembra sempre più probabile che questa seconda ondata sia stata alimentata da un ceppo molto più virulento”, ha scritto Vikram Patel, professore di salute globale presso la Harvard Medical School, nel Indian Express.

Il direttore delle emergenze dell’OMS Mike Ryan ha detto che ridurre la trasmissione in India sarebbe un “compito molto difficile”, ma il governo sta lavorando per limitare la mescolanza tra le persone, che ha detto essere essenziale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *