Canada: COVID a livelli “critici”, contatti personali scoraggiati | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il primo ministro Justin Trudeau riceve il suo vaccino e ordina milioni di dosi per il 2022-2024.

Nuovi casi giornalieri di COVID-19 in Canada potrebbero quasi raddoppiare a più di 15.000 da 8.600 entro la fine di aprile, a meno che non vengano prese misure più severe con la diffusione di nuove varianti di coronavirus, hanno avvertito i funzionari sanitari venerdì.

I funzionari hanno detto a un briefing che se le persone riducessero il numero di contatti personali del 20-30%, il numero di casi potrebbe scendere a circa 4.500.

“L’elevato numero di casi e le tendenze delle malattie gravi ci ricordano che siamo ancora in una corsa giusta tra vaccini e varianti e le nostre azioni contano”, ha affermato Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica.

Il primo ministro Justin Trudeau ha fatto eco all’appello a ridurre i contatti personali, dicendo che “la situazione del COVID-19 è critica”.

Un terapista respiratorio e sei infermieri hanno messo a terra un paziente COVID-19 all’interno dell’unità di terapia intensiva dell’Humber River Hospital di Toronto, Ontario [File: Carlos Osorio/Reuters]

Le principali province come l’Ontario stanno lottando per far fronte a un peggioramento della terza ondata di COVID-19 e accusano Ottawa di non fare abbastanza per reprimere la diffusione di nuove varianti virali più altamente trasmissibili e anche di pasticciare la fornitura di vaccini. L’Ontario ha segnalato più di 4500 nuovi casi venerdì.

La carenza di vaccini ha spinto il Canada a ritardare le seconde dosi di vaccini fino a quattro mesi.

Trudeau e sua moglie Sophie hanno ricevuto le prime dosi del vaccino AstraZeneca venerdì.

Il primo ministro canadese ha affermato che il suo paese ha firmato un accordo con il produttore di vaccini COVID Pfizer per 35 milioni di dosi di richiamo per il 2022 e 30 milioni nel 2023, con opzioni per aggiungere ulteriori 30 milioni di dosi nel 2022 e 2023 e 60 milioni di dosi nel 2024.

Ha detto che il governo sta parlando anche con altri produttori di vaccini dei loro piani per i colpi di richiamo.

I vaccini sono così nuovi che gli esperti non hanno ancora dati certi su quanto tempo durerà la loro protezione o se saranno colpiti da varianti emergenti del virus.

“I canadesi si aspettano che siamo pronti per qualunque cosa accada. C’è certamente una speranza che i colpi di richiamo potrebbero non essere necessari, ma è molto meglio assicurarci di essere preparati nel caso lo siano “, ha detto Trudeau alla conferenza stampa di Ottawa.

Il primo ministro afferma che il 30% degli adulti ammissibili in Canada ha ricevuto almeno un vaccino. Tutti i canadesi idonei dovrebbero essere in grado di ottenere almeno una dose entro la fine di giugno.

La provincia della costa del Pacifico della British Columbia, ha limitato i viaggi non essenziali tra tre distretti sanitari regionali per cercare di frenare la diffusione del COVID-19.

Il procuratore generale Mike Farnworth, che è anche il ministro della sicurezza pubblica, ha detto che l’ordine vieta i viaggi ricreativi tra i distretti, ma consente viaggi per motivi essenziali come la scuola, il lavoro, l’assistenza sanitaria o il trasporto commerciale.

Il Canada ha finora registrato un totale di 23.835 morti e 1.167.684 casi di COVID-19, secondo un conteggio della Johns Hopkins University.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *