I localizzatori di posizione AirTag sono intelligenti, capaci e molto Apple

Stavo iniziando a preoccuparmi davvero di non trovare il mio amico.

Per questo primo sguardo agli AirTag, ho inviato Vjeran Pavic in una città sconosciuta con un solo Apple AirTag e nessun telefono, nessuno smartwatch o qualsiasi altra modalità di comunicazione. La sfida era vedere se il sistema Trova il mio di Apple per la localizzazione degli AirTag sarebbe stato in grado di condurmi da lui.

Gli AirTag di Apple non sono stati progettati per un elaborato gioco di nascondino. Possono aiutarti a localizzare tutto ciò a cui sono attaccati; la maggior parte delle volte ascolterai i loro piccoli cinguettii mentre dai la caccia alle chiavi che inspiegabilmente hai lasciato in cima al frigorifero invece che sul gancio a cui appartengono. A tale scopo funzionano incredibilmente bene, fino a una piccola freccia sullo schermo dell’iPhone che punta nella direzione e piccoli tocchi tattili come incoraggiamento che ti stai riscaldando.

Ma questo esercizio è stato un ottimo stress test per il nuovo accessorio iPhone da $ 29 ($ 99 per una confezione da quattro), perché significava che l’unica possibilità che avevo di rintracciare Vjeran era se uno dei quasi miliardi di dispositivi abilitati a Trova il mio su il pianeta ha captato il segnale Bluetooth dell’AirTag e me lo ha rispedito.

Dopo mezz’ora di cammino, finalmente l’ho trovato. Si trovava all’angolo di una strada senza alcun traffico pedonale, il che significava che i segnali intermittenti che ricevevo con i dettagli della sua posizione provenivano da un paio di iPhone in auto che passavano.

È impressionante.

Gli AirTag si vociferavano da anni ma non sembravano mai materializzarsi. Sono davvero qui ora e anche se non mi spingerei a dire che valgono l’attesa, penso che Apple abbia messo insieme un sistema progettato con cura che fa molto per garantire la privacy e la sicurezza pur continuando a farlo più facile per te individuare le tue cose.

Gli AirTag sono un prodotto molto Apple-y Apple, e questo finisce per essere fantastico ma anche solo un po ‘fastidioso (e, per aziende di terze parti come Tile, preoccupante).

AirTags

AirTags

Le basi degli AirTag sono abbastanza semplici da capire: ognuno è un minuscolo piccolo disco con una radio Bluetooth Low Energy e un chip U1 a banda ultra larga (UWB). Lo accoppi con il tuo iPhone proprio come fai con AirPods, tenendolo vicino e quindi toccando un breve processo di configurazione. Successivamente, sono disponibili in una nuova scheda “Elementi” nell’app Dov’è.

Dall’app, puoi impostare gli AirTag per il chirp, contrassegnarli come persi (che abilita alcune funzionalità diverse) o semplicemente toccare il pulsante che ti consente di individuarli nello spazio. Se hai un iPhone con UWB, può individuare l’AirTag nello spazio fisico e puntare una piccola freccia su di esso quando ti trovi entro quattro piedi o giù di lì. Funziona tutto molto bene ed è molto soddisfacente.

Un AirTag in un accessorio portachiavi Apple

Un AirTag in un accessorio portachiavi Apple.

Un AirTag in un accessorio Apple Leather Loop

Un AirTag in un accessorio Apple Leather Loop.

Dal punto di vista del design, un AirTag lo è classico Mela. È un bottoncino bianco e argento lucido e puoi avere emoji o lettere personalizzate stampate sulla plastica. Sono carini come i bottoni a cui assomigliano.

Tuttavia, scoprirai presto che la plastica è segnata e il cromo sul retro è graffiato. Sinceramente, non aspettarti che questi rimangano intatti a lungo – non dai primi strani giorni dell’iPod nano un prodotto Apple è stato graffiato così facilmente.

Un tocco intelligente è che il corpo in plastica stesso funge da altoparlante. È ciò che vibra per fare il cinguettio. Diventa molto rumoroso, anche se le mie vecchie orecchie hanno avuto un po ‘di difficoltà a usare solo quel suono per localizzarne uno. Inoltre, se per qualsiasi motivo l’AirTag viene schiacciato o compresso, ciò smorzerà il volume che può diventare.

Inoltre non ci sono fori su di loro per un passante per cordino. Se vuoi attaccare effettivamente uno a qualsiasi cosa invece di lasciarlo cadere in tasca, dovrai acquistare un accessorio. Questo, sempre più, sembra anche una classica mossa di Apple.

L’unico un-Apple parte del design è che la batteria è effettivamente sostituibile dall’utente. Una piccola torsione del fondo rivela una cella CR2032 standard, che secondo Apple dovrebbe essere valida per un anno di durata della batteria.

Il vero trucco – e la complessità nascosta – si presenta quando si rintraccia un AirTag nel mondo, quando qualcosa è veramente perso. Come ogni cosa in Trova la mia rete di Apple, la posizione di AirTag è crittografata end-to-end in modo che solo tu possa vedere la sua posizione. Ma qualsiasi dispositivo iOS può inviarti quella posizione.

Se qualcuno trova un AirTag smarrito, può toccarlo tramite NFC per vedere le informazioni su di esso, incluso il suo numero di serie (che potrebbe essere importante se pensi che sia utilizzato per rintracciarti). Se il proprietario lo ha messo in “Modalità smarrito”, ha la possibilità di fare in modo che la pagina delle informazioni mostri il proprio numero di telefono e un breve messaggio in modo da poterlo contattare. Questa funzione NFC funziona altrettanto bene con iPhone e dispositivi Android.

Ciò significa che tutto ciò che serve per individuare un AirTag è che qualsiasi iPhone con Bluetooth attivo lo veda, anche se quell’iPhone sta sfrecciando in macchina. Apple sta sfruttando la sua vasta rete di dispositivi come vantaggio competitivo qui, insieme al vantaggio competitivo di offrire direttamente questa funzionalità come caratteristica a livello di sistema. Ha chiesto Tile al Congresso per esaminarlo.

Il processo di accoppiamento per AirTag è proprio come accoppiare AirPods

Il processo di accoppiamento per AirTag è proprio come accoppiare AirPods.

Un dispositivo Bluetooth che trasmette qualsiasi cosa è un potenziale rischio per la privacy, quindi Apple sta ciclando l’identificatore Bluetooth di ogni AirTag “frequentemente”. Inoltre, Apple ha anche lavorato per sviluppare un sistema che consideri anche la sicurezza personale.

Se la funzione Trova la mia rete rileva che un AirTag è stato separato dal proprietario per un po ‘e sembra essere nello stesso posto in cui ti trovi, ti avviserà. Se sei un utente iPhone, vedrai una notifica che dice “AirTag Found Moving With You”.

Un mucchio di AirTag

Un mucchio di AirTag.

Apple dice che ci sono opzioni per disabilitare questi “avvisi di sicurezza” se stai “prendendo in prestito” qualcosa. Ma il vero scopo è chiaro: proteggerti da qualcuno che usa un AirTag per rintracciarti di nascosto.

Quando vedi l’avviso, puoi toccare la notifica per ottenere una schermata che ti consentirà di far suonare l’AirTag. L’avviso ti istruirà anche su come disabilitare l’AirTag rimuovendo la batteria.

Infine, Apple afferma: “Se ritieni che la tua sicurezza sia a rischio, contatta le forze dell’ordine locali che possono collaborare con Apple. Potrebbe essere necessario fornire l’AirTag o il numero di serie. ” Apple non sarà in grado di fornire la tua posizione, ma potrebbe fornire ai governi informazioni relative alla persona che ha registrato l’AirTag come loro in primo luogo.

Se sei un utente Android, beh, praticamente niente di tutto questo funzionerà per te. Tuttavia, l’AirTag ha almeno un potenziale trucco. Se è stato separato dal suo proprietario e poi rileva che è improvvisamente in movimento, inizierà a emettere un segnale acustico.

Tutto sommato, penso che sia un sistema progettato con cura, ma è anche sicuramente uno che sfrutta i punti di forza di Apple.

Un AirTag

Un AirTag.

In realtà, l’AirTag è il prodotto più Apple che ho visto da un po ‘di tempo. È solo un po ‘più costoso della concorrenza. È ben progettato, ma il suo hardware in qualche modo non riesce ancora a prendere in considerazione le realtà pratiche del nostro mondo sporco e disordinato. È molto incentrato sulla privacy. Funziona davvero solo con i dispositivi Apple. Offre funzionalità che nessun dispositivo di terze parti può davvero eguagliare grazie alla stretta integrazione di Apple (o alla stretta presa sulle sue API, a seconda del punto di vista). E poiché non esiste una versione Android di Dov’è, è un altro pezzo dell’ecosistema Apple che ti impedirà di cambiare.

Un AirTag è una cosa molto Apple per gli utenti Apple che già vivono nell’ecosistema Apple. Funzionano alla grande e saranno bravissimi a mantenerti nel mondo di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *