Hyundai smette di produrre Kona EV per la Corea del Sud dopo il ritiro della batteria

Hyundai sta interrompendo il suo primo SUV elettrico per il mercato di massa, il Kona EV, in Corea del Sud a seguito di un massiccio richiamo a causa di un rischio di incendio nel pacco batteria, il Rapporti dell’agenzia di stampa Yonhap. La casa automobilistica si concentrerà invece sul prossimo Ioniq 5 (e sui veicoli elettrici che lo seguiranno), anche se Hyundai venderà ancora il Kona EV negli Stati Uniti, secondo Roadshow.

Più di una dozzina di segnalazioni di incendi nei pacchi batteria Kona EV sono state documentate dal 2019, quindi questo febbraio Hyundai ha finalmente deciso di spendere quasi $ 1 miliardo per richiamare 76.000 Kona EV nel suo paese d’origine (sebbene Il fornitore di batterie LG Chem sta contribuendo in larga misura). Ha anche ricordato alcune berline e autobus elettrici Ioniq che utilizzavano la stessa tecnologia delle batterie. Le vendite della Kona EV è sceso drasticamente in seguito al richiamo, e alcuni proprietari hanno detto che il il processo di sostituzione della batteria è stato un disastro.

Hyundai ha ufficialmente avviato il processo di richiamo per la Kona EV negli Stati Uniti a marzo e la società ha informato i proprietari dall’inizio di aprile.

Uno dei motivi per cui Hyundai sta ancora esportando veicoli elettrici Kona in posti come gli Stati Uniti è che, appena prima del richiamo originale a febbraio, ha annunciato una versione aggiornata del SUV elettrico con un lifting e vari aggiornamenti tecnologici. È anche ancora uno dei veicoli elettrici più convenienti sul mercato in Nord America che ha più di 250 miglia di autonomia.

“Non ci sono certamente piani per interrompere la Kona EV nel mercato statunitense. È un prodotto estremamente importante per Hyundai negli Stati Uniti. In effetti, abbiamo recentemente investito molto in un miglioramento a metà ciclo di Kona EV che rende il nostro piccolo CUV ancora più attraente “, ha detto un portavoce di Hyundai North America in una dichiarazione a The Verge. “Stiamo anche espandendo la disponibilità in un numero ancora maggiore di stati, man mano che l’adozione di veicoli elettrici diventa più diffusa. Hyundai ha affrontato in modo proattivo due potenziali problemi di sicurezza dei veicoli elettrici Kona con richiami volontari “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *