Corbin Burnes e Shane Bieber stabiliscono record di Strikeout


Anche in un’era di numeri di strikeout gonfiati, Corbin Burnes dei Milwaukee Brewers e Shane Bieber di Cleveland stanno pubblicando numeri assolutamente ridicoli.

Domenica, Bieber ha eguagliato un record di Nolan Ryan che è rimasto in piedi dal 1978 eliminando 48 battitori nelle sue prime quattro partenze. Martedì, Burnes ha stabilito un record per i lanciatori iniziali raggiungendo 40 strikeout senza una passeggiata per iniziare la stagione.

“Sai, l’ho sentito da tutti nella clubhouse, quindi è un po ‘difficile sfuggirgli in questo momento:’ Ehi, stasera hai stabilito un record ‘”, ha detto Burnes dopo il capolavoro di martedì, che è arrivato con un 6-0 conquistare i San Diego Padres.

Mentre Kenley Jansen, un sollievo per i Los Angeles Dodgers, ha iniziato la stagione 2017 con 51 strikeout e nessuna camminata, Burnes è già secondo in classifica prima del suo prossimo inizio, che è previsto per lunedì contro i Miami Marlins. I 40 strikeout di Burnes senza passeggiate in un arco di sole quattro partite sono un’impresa senza precedenti nel gioco moderno: la striscia di Jansen è arrivata nel corso di 31 presenze.

“Lo so. Lo so “, ha detto Burnes del disco. “Grazie e andiamo avanti.”

Finora, la stagione 2021 ha continuato la tendenza degli strikeout in aumento, con una media di 9,4 per nove inning. Questo tasso è aumentato in quasi tutte le stagioni dal 1992, quando si attestava a soli 5,6.

La competizione per guidare le major negli strikeout potrebbe essere feroce. Bieber, che ha eliminato 259 battitori nella stagione 2019 per una media di 10,9 per nove inning, da allora ha aumentato il suo tasso di strikeout in ogni stagione. È in testa alla AL con 14,7 per nove inning finora nel 2021. Burnes, che aveva una media di 8,82 guadagnati nel 2019, si è ricostruito in una centrale elettrica e sta colpendo 14,8 per nove inning, che segue Jacob deGrom dei Mets (15.8) e Freddy Peralta di Milwaukee (15.5) in NL

In termini di strikeout totali, Bieber (48) e Burnes (40) sono i leader della major league, e la classifica è compilato da Gerrit Cole degli Yankees (39) e Joe Musgrove dei San Diego Padres (37), che ha mantenuto il suo ottimo risultato fino alla stagione 2020 e recentemente ha gettato il primo no-hitter nella storia di 53 stagioni di San Diego .

Bieber, il vincitore del Cy Young Award in carica della American League, inizierà sabato contro gli Yankees. Avrebbe bisogno di 11 strikeout per tenere il passo con l’inizio della stagione 1978 di Ryan. Ryan ha concluso quella stagione con 260 strikeout, un totale che sarebbe sbalorditivo per la maggior parte, ma è stato solo l’ottavo più alto della sua carriera.

Ian Anderson ha chiuso al settimo inning, Austin Riley ha fatto un homer e gli Atlanta Braves sono riusciti a battere con soli quattro colpi per battere gli Yankees senza pugno, 4-1, mercoledì sera.

Corey Kluber (0-2) ha tenuto gli Yankees con il suo miglior inizio di sempre in gessato, ma la squadra ha perso per la sesta volta in sette partite a causa di una formazione costellata di stelle che è quasi completamente distanziata.

Anderson (1-0) ha limitato gli Yankees a quattro successi e quattro walk in sei e due terzi inning, segnandone quattro contro il club che ha battuto anche al suo debutto in Major League la scorsa stagione. Il 22enne di destra ha tirato 97 tiri quando le temperature sono scese negli anni ’40 nel tardo inning.

A 6-11, gli Yankees sono partiti al loro peggior inizio dal 1991. Le loro 58 run sono meno nell’AL e la loro percentuale di slugging è la più bassa nei principali campionati.

Giancarlo Stanton aveva una rimessa laterale di 117,3 mph ma è andato senza colpi, scendendo a 3 per i suoi ultimi 34. Gleyber Torres ha avuto un colpo ma è solo 4 per i suoi ultimi 32 con un RBI in questa stagione. Aaron Hicks è in un solco 1 su 17, anche se ha camminato due volte. Clint Frazier ha sbattuto un singolo al nono inning per rompere una diapositiva 1 su 27, raccogliendo il suo primo RBI della stagione nella sua 45esima apparizione di piatto.

Gio Urshela – tra i pochi yankees a far oscillare bene la mazza – si è alzato in testa all’ottavo con rigidità lombare. Corse cautamente al primo posto su un doppio gioco finale inning nel sesto. Il manager Aaron Boone ha detto che l’infortunio non sembra essere grave e che non sono previsti test.

Il lancio degli Yankees è stato migliore e Kluber (0-2) ha avuto il suo miglior inizio da quando ha firmato un contratto di free agent di un anno da 11 milioni di dollari. È stato accusato di due punti, due colpi e quattro passeggiate su quattro e due terzi inning, lanciando 91 tiri. (AP)

Javier Baez ha ottenuto un grande slam ei Chicago Cubs hanno approfittato di quattro errori stagionali dei Mets in un 16-4 in un gelido mercoledì sera al Wrigley Field.

Baez, che è stato eliminato quattro volte martedì, ha segnato tre punti in questo e ha colpito il suo sesto sollievo in carriera Trevor Hildenberger nel sesto inning. Il vistoso interbase è diventato il primo giocatore a andare 0 su 4 con quattro strikeout in una partita e poi ha colpito un grande slam nella successiva da quando Gorman Thomas lo ha fatto per Milwaukee nelle prime due partite della stagione 1978, secondo STATS.

David Bote ha guidato in quattro run mentre i Cubs hanno vinto il loro secondo consecutivo dopo aver perso sei su otto. Matt Duffy ha aggiunto tre RBI e Willson Contreras ha avuto due successi e ha segnato due volte.

Chicago ha segnato il maggior numero di run da quando ne ha giocati 16 contro Pittsburgh il 15 settembre 2019.

Francisco Lindor ha colpito il suo primo homer per i Mets quando si è connesso contro Zach Davies nel primo. JD Davis ha realizzato il 2-0 con una doppietta RBI nel terzo, ma le cose sono cambiate alla grande nel quarto.

I Mets hanno commesso tre errori per eguagliare il loro totale più alto in un inning dal 16 aprile 2019 a Philadelphia. I Cubs hanno mandato 10 battitori al piatto e hanno inseguito David Peterson (1-2) verso la vittoria più sbilanciata della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *