Instagram sta lanciando un nuovo strumento per filtrare automaticamente i DM abusivi

Instagram ha annunciato oggi un nuovo strumento che consentirà agli utenti di filtrare automaticamente le richieste di messaggi diretti contenenti parole, frasi ed emoji offensivi. Lo strumento è rivolto a celebrità e personaggi pubblici che ricevono un gran numero di messaggi diretti indesiderati e dannosi.

L’aggiornamento si basa sul lavoro di Instagram per combattere l’incitamento all’odio sulla piattaforma. A febbraio, la società ha dichiarato che avrebbe iniziato a disabilitare gli account degli utenti che hanno inviato più messaggi molesti. Nel 2018, l’azienda ha ampliato il filtro dei commenti offensivi per bloccare automaticamente i commenti che attaccano l’aspetto o il carattere di una persona.

Il filtro delle richieste di messaggi può essere attivato o disattivato in una nuova sezione dell’app chiamata “parole nascoste”. Quando è attivo, i messaggi offensivi verranno inviati in una cartella separata. I messaggi diretti in questa cartella sono nascosti, consentendo agli utenti di sfogliare i messaggi senza dover leggere ciò che dicono. Se un utente attinge a un messaggio, può leggerlo, eliminarlo o segnalarlo.

L’azienda afferma di aver collaborato con “organizzazioni leader contro la discriminazione e il bullismo” per elaborare un elenco predefinito di frasi offensive. Gli utenti possono anche personalizzare il proprio elenco in base a ciò che non vogliono vedere.

Instagram ha detto che la nuova funzionalità verrà lanciata in “diversi paesi” nelle prossime settimane, anche se non ha specificato quali sono i paesi. L’azienda prevede di espandersi in più paesi nei prossimi mesi.

Come parte dell’annuncio di oggi, Instagram ha anche affermato che sta lanciando uno strumento per consentire alle persone di bloccare preventivamente i nuovi account dai molestatori. Ora, quando un utente blocca qualcuno nell’app, avrà la possibilità di bloccare tutti i nuovi account creati da quella persona. L’azienda ha rifiutato di specificare come farlo, dicendo solo che utilizza una “varietà di segnali” per rilevare nuovi account da quegli stessi utenti. La funzionalità verrà rilasciata a livello globale nelle prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *