I pagamenti tramite scansione del palmo di Amazon One stanno arrivando a Whole Foods

Amazon One lo è espandendosi nella sua area più grande ancora: l’azienda sta ora testando la sua tecnologia di pagamento con scansione del palmo in Whole Foods, a partire da un unico negozio nella città natale di Amazon, Seattle.

La società ha utilizzato la tecnologia di pagamento Amazon One nei suoi negozi a marchio Amazon nell’area di Seattle (inclusi Amazon Go e Amazon Books), ma il lancio di Whole Foods rappresenterà l’espansione più sostanziale della tecnologia. L’azienda afferma che migliaia di clienti si sono già registrati con Amazon One.

Secondo una FAQ di Amazon, la tecnologia di scansione del palmo analizza “le minuscole caratteristiche del palmo della mano – sia i dettagli della superficie come linee e creste sia caratteristiche sottocutanee come i modelli delle vene” al fine di identificare un cliente, consentendo loro di utilizzare la scansione biometrica come metodo di pagamento alternativo (e, teoricamente, più veloce) rispetto a armeggiare con carta di credito o contanti.

I clienti potranno registrare i propri palmi nei chioschi dei negozi Whole Foods supportati, consentendo loro di associare una carta di credito fisica a quella scansione del palmo. (Gli utenti di Amazon One che si sono già registrati potrebbero dover ricollegare le loro carte una volta per poterle utilizzare su Whole Foods.) E, naturalmente, gli utenti di Amazon One saranno in grado di collegare i loro account Prime alle loro scansioni per ottenere l’abbonamento. sconti sul servizio durante lo shopping.

Amazon One debutterà al Madison Broadway Whole Foods di Seattle come ulteriore opzione di pagamento per i clienti, con l’intenzione di estenderlo ad altri sette negozi Whole Foods nell’area di Seattle nei prossimi mesi. Amazon non ha annunciato piani per sviluppare ulteriormente il sistema di pagamento con scansione del palmo al di fuori dell’area di Seattle.

Tutto ciò, ovviamente, presuppone che tu stia bene con Amazon che costruisce un database sempre più grande di informazioni biometriche collegate ai suoi clienti, qualcosa su cui alcuni esperti hanno sollevato preoccupazioni. Ciò è particolarmente vero dato che i dati di Amazon, a differenza di altri sistemi di sicurezza biometrici, come Face ID di Apple, sono archiviati nel cloud, piuttosto che protetti localmente su un dispositivo specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *