La britannica Johnson annulla il viaggio in India in mezzo al picco record di COVID | Notizie di Boris Johnson


Il primo ministro britannico annulla la sua prima importante visita all’estero da quando ha preso il potere nel 2019 mentre i casi di coronavirus aumentano in India.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha cancellato il suo viaggio ritardato in India la prossima settimana, la sua prima grande visita all’estero da quando ha preso il potere nel 2019, poiché i casi di coronavirus continuano a crescere nella nazione dell’Asia meridionale.

La visita di Johnson, che si è tenuta come parte di una campagna commerciale post-Brexit, inizialmente doveva durare quattro giorni, con il leader britannico che volò il 25 aprile e iniziò ufficialmente la sua visita il giorno successivo.

Tuttavia un portavoce di Johnson la scorsa settimana ha detto che il “corpo principale” del programma di viaggio del primo ministro è stato tagliato, con una grande massa di riunioni che si sono svolte solo il 26 aprile.

Lunedì è stato confermato che il viaggio era stato annullato, la seconda volta quest’anno dopo un viaggio programmato in precedenza a gennaio rinviato.

“Alla luce dell’attuale situazione del coronavirus, il primo ministro Boris Johnson non potrà recarsi in India la prossima settimana”, ha affermato lunedì una dichiarazione congiunta dei governi britannico e indiano.

“Invece, i primi ministri Modi e Johnson parleranno alla fine del mese per concordare e lanciare i loro ambiziosi piani per la futura partnership tra il Regno Unito e l’India. Rimarranno in contatto regolare anche oltre e non vedono l’ora di incontrarsi di persona entro la fine dell’anno “.

Johnson stringe la mano al suo omologo indiano Narendra Modi a margine del vertice del G7 in Francia nel 2019 [File: Handout/Indian foreign ministry/AFP]

La visita era stata inizialmente programmata per gennaio e annunciata come un’opportunità per la Gran Bretagna di riorientare la sua politica commerciale internazionale sulla scia della Brexit mentre persegue una cosiddetta strategia della “Gran Bretagna globale”.

Ma il picco di casi di coronavirus, ricoveri e decessi in Gran Bretagna all’inizio di quest’anno ha portato al suo ritardo.

Ora, le crescenti infezioni in India – dove i funzionari hanno registrato cinque giorni consecutivi di oltre 200.000 casi – hanno portato alla sua completa cancellazione.

Lunedì notte a Nuova Delhi è stato imposto un blocco di una settimana per cercare di contenere un picco nei casi che hanno sovraccaricato gli ospedali cittadini.

La visita aveva lo scopo di rafforzare i legami commerciali, gli investimenti e la cooperazione in vari settori, tra cui difesa, sicurezza, salute e cambiamento climatico.

Ha seguito un invito del primo ministro indiano Narendra Modi, che ha preso parte a un vertice sul clima ospitato da Londra all’inizio di quest’anno.

Johnson ha evidenziato la fiorente relazione commerciale e di investimento tra i due paesi, per un valore stimato di 24 miliardi di sterline (32 miliardi di dollari) all’anno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *