Audi anticipa il futuro delle sue berline elettriche con il concept A6 E-Tron

Audi ha presentato una versione concept di una berlina A6 completamente elettrica, che arriverà in tutti i principali mercati globali e sarà costruita su una nuova piattaforma EV che l’azienda sta sviluppando insieme a Porsche. Una versione di produzione non verrà rivelata almeno nella seconda metà del 2022, ma la casa automobilistica tedesca punta a circa 700 chilometri (più di 400 miglia) di autonomia per la nuova vettura, che sarà chiamata A6 E-Tron.

La concept Audi A6 E-Tron mostrata lunedì all’Auto Shanghai 2021 è piuttosto semplice per quanto riguarda i concetti, il che è in linea con il modo in cui la casa automobilistica ha gestito queste rivelazioni ultimamente. In altre parole, il SUV elettrico Q4 E-Tron che Audi ha debuttato proprio la scorsa settimana è una suoneria morta per la versione “concept” che ha mostrato per la prima volta al Salone di Ginevra 2019. Sebbene ci siano molti più dettagli e specifiche da apprendere sulla produzione A6 E-Tron, incluso il prezzo, ciò che stiamo vedendo ora si tradurrà probabilmente da vicino a ciò che alla fine sarà in vendita.

Ciò include non solo un obiettivo di autonomia davvero salutare (grazie a una capacità del pacco batteria di “circa 100 kWh”, secondo Audi), ma una nuova interpretazione dell’aspetto sportivo della berlina A6, nonché una serie di aggiornamenti high-tech, in particolare ai sistemi di illuminazione di Audi.

Prima, però, una nota su quella piattaforma EV sottostante. Audi e Porsche lo chiamano Premium Platform Electric o PPE. Iniziano le prime due società del Gruppo Volkswagen ne parliamo circa un anno fa, ed è previsto per alimentare i veicoli più grandi nelle prossime scuderie elettriche di Audi e Porsche. Almeno è il file il quarto diversa piattaforma EV su cui Audi sta costruendo le sue auto elettriche. Audi ha adattato una delle sue piattaforme a combustione interna per includere batterie e motori elettrici per l’originale E-Tron e E-Tron Sportback. Audi utilizza la piattaforma J1 della Porsche Taycan per alimentare l’E-Tron GT. E sta costruendo Q4 E-Tron e Q4 Sportback E-Tron sulla piattaforma modulare MEB di Volkswagen.

Molto di questo alla fine non avrà molta importanza per i consumatori, poiché non è come se questi veicoli elettrici Audi dicessero “alimentati da Porsche” sul volante o sul badge esterno. Ma ci sono vaste risorse nel Gruppo Volkswagen, soprattutto perché cerca di spezzare la presa di Tesla sul mercato dei veicoli elettrici, e Audi sta chiaramente cercando di sfruttare il meglio di ciò che viene sviluppato nel conglomerato più grande per lasciare un grande segno con i suoi veicoli elettrici. .

Questo non vuol dire che Audi non stia facendo il proprio lavoro. La società ha trascorso anni a sviluppare la tecnologia dei motori elettrici per la sua divisione sport motoristici (incluso schierare un team nella serie di corse completamente elettriche Formula E). E nel concept A6 E-Tron, Audi afferma che spremerà anche qualche miglio in più dal pacco batteria del DPI grazie a una vernice speciale che può riflettere “una percentuale significativa della radiazione termica alla luce del sole”, il che significa che i conducenti avranno affidarsi meno al sistema di condizionamento, che può assorbire una notevole quantità di energia.

E comunque, le auto ei SUV di Audi riguardano tanto l’esperienza premium in auto quanto ciò che li alimenta. Con questo in mente, Audi sta promuovendo alcuni notevoli aggiornamenti alla sua già avanzata tecnologia di illuminazione con il concetto di E-Tron A6.

Per prima cosa, l’azienda afferma che i suoi cosiddetti fari “Digital Matrix LED” (che sono disponibili solo al di fuori degli Stati Uniti) hanno acquisito nuove funzionalità. Queste luci, che utilizzano un complesso sistema di tapparelle per scolpire la luce LED in forme e animazioni specifiche, possono ora proiettare un videogioco sviluppato da Audi su un muro vicino o sulla porta del garage.

Quattro proiettori a LED negli angoli del veicolo possono creare animazioni degli indicatori di direzione sulla strada. E tre di loro incorporati su ciascun lato della carrozzeria possono fare di tutto, dai messaggi di benvenuto presenti a terra per il conducente e i passeggeri, per avvertire i ciclisti che una porta sta per aprirsi.

Le vendite di berline sono praticamente craterizzate negli Stati Uniti, poiché gli acquirenti continuano a essere influenzati dall’elevata posizione di seduta e dallo spazio di archiviazione di SUV e camion. Anche le case automobilistiche – Audi inclusa – sono incentivate a spingere i consumatori su questi veicoli, che sono tipicamente centri di profitto.

Mentre le case automobilistiche di fascia alta si spingono ulteriormente verso i veicoli elettrici, tuttavia, sono apparentemente disposte a scommettere che possono ancora sostenere la causa di questi veicoli di lusso a bassa cilindrata, poiché Mercedes-Benz solo la scorsa settimana ha rivelato ciò che è essenzialmente una S completamente elettrica. – Berlina di classe. L’A6 E-Tron non sarà un concorrente libbra per libbra di quell’offerta, proprio come l’A6 alimentato a gas non compete direttamente con la Classe S a combustione interna. Ma la versione concept annunciata lunedì è una presa in giro in due sensi. Uno, dà alle persone un’idea approssimativa di cosa aspettarsi dalla versione di produzione definitiva dell’A6 E-Tron. E due, è un primo sguardo a ciò che Audi farà con le auto elettriche che sta costruendo su quella piattaforma PPE, la stessa piattaforma che quasi certamente alimenterà le versioni elettriche di altre berline di fascia alta della serie A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *