AMLO propone di estendere il programma sociale all’America centrale | Notizie sulla migrazione


Il presidente messicano dice che vuole proporre a Joe Biden di estendere il programma di aiuti nel tentativo di frenare la migrazione negli Stati Uniti.

Il presidente del Messico ha detto che intende proporre alla sua controparte statunitense Joe Biden un piano per estendere all’America centrale un programma sociale chiave messicano, come parte degli sforzi in corso per arginare la migrazione verso gli Stati Uniti.

In un videomessaggio di domenica, Andres Manuel Lopez Obrador ha detto di voler proporre di offrire il programma Sembrando Vida, che fornisce lavoro e sostegno al settore agricolo, in America Centrale.

“Quello che voglio proporre è che il programma Sembrando Vida sia implementato in America Centrale”, ha detto Lopez Obrador nel video.

“Quindi le persone non sono costrette a migrare e questo aiuta l’ambiente.”

Migliaia di migranti e richiedenti asilo dall’America centrale e dal Messico hanno intrapreso viaggi spesso pericolosi a nord verso gli Stati Uniti negli ultimi anni, alimentati da difficoltà economiche, violenza di gruppo e disastri naturali, tra le altre cose.

Funzionari statunitensi arrestato più di 172.000 persone che era entrato nel paese al confine meridionale con il Messico nel solo marzo.

Molti di coloro che sono entrati negli Stati Uniti sono stati espulsi in base a una politica dell’era Trump che ha sigillato efficacemente il confine alla maggior parte dei migranti a causa della pandemia di coronavirus.

Ma l’amministrazione Biden sta permettendo ai minori non accompagnati di entrare nel paese, così come ad alcune famiglie, spingendola a dispiegare ulteriori risorse federali al confine e ad aprire ulteriori strutture per ospitare le persone.

A partire da giovedì, più di 22.000 bambini erano in custodia del governo degli Stati Uniti, ha riferito l’agenzia di stampa AP, inclusi più di 2.500 che erano ancora in strutture al di sotto degli standard gestite dalle autorità di frontiera statunitensi.

“Allo stato attuale di molti di questi siti di assunzione di emergenza, i bambini stanno entrando e non c’è via d’uscita”, ha detto ad AP Leecia Welch, direttore senior del patrocinio legale e del benessere dei bambini presso il Centro nazionale per il diritto giovanile. “Sono dei vicoli ciechi completi.”

I richiedenti asilo dall’America centrale che sono stati deportati dagli Stati Uniti camminano vicino al ponte di confine internazionale di Lerdo Stanton a Ciudad Juarez, in Messico, il 30 marzo [Edgard Garrido/Reuters]

Biden ha detto che intende affrontare le “cause profonde” della migrazione, in particolare nei cosiddetti paesi del Triangolo settentrionale di Honduras, Guatemala ed El Salvador, nel tentativo di frenare gli arrivi al confine.

Il mese scorso, ha nominato il vicepresidente Kamala Harris a guidare questo sforzo e si prevede che presto visiterà il Messico e il Guatemala per i colloqui sulla migrazione.

Un funzionario americano ha detto la scorsa settimana che Messico, Guatemala e Honduras avevano accettato di schierare truppe ai loro confini nel tentativo di arginare il flusso di migrazione.

“Abbiamo assicurato loro accordi per mettere più truppe sul loro confine”, ha detto al notiziario MSNBC Tyler Moran, un assistente speciale di Biden per la politica sull’immigrazione.

Nel frattempo, domenica Lopez Obrador ha dichiarato di ritenere che il programma Sembrando Vida potrebbe creare migliaia di posti di lavoro in tutto il Messico meridionale e nei paesi dell’America centrale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *