Le migliori storie fotografiche su Black Lives Matter, COVID, oppioidi e Siria


È stata un’altra settimana di violenza armata fatale e devastante in America. Con le persone che vacillano per le ripetute sparatorie di massa e la polizia che uccide persone per le strade, abbiamo dato un’occhiata alle proteste di Black Lives Matter che riprendono in tutto il paese dopo la morte di Daunte Wright e alla pubblicazione pubblica di giovedì dei video dell’omicidio della polizia del 29 marzo di 13 anni. -vecchio Adam Toledo. Il filmato ha mostrato che il ragazzo della seconda media aveva le mani alzate quando un ufficiale gli ha sparato a morte.

Abbiamo anche esplorato la crisi degli oppioidi dimenticata nella Columbia Britannica, le terribili condizioni che gli immigrati continuano a dover affrontare al confine con gli Stati Uniti, i primi tre mesi dell’amministrazione Biden e le fotografie di Susana Vera di persone che stanno lottando per sollevare la nebbia del lungo COVID.

In una notizia più brillante, Polaroid ha annunciato il ritorno della loro cornice circolare, i subacquei che praticano la fotografia in acque nere stanno aiutando gli scienziati marini a ottenere nuove intuizioni sulle larve di pesce e abbiamo fatto un tuffo molto importante nelle tendenze della moda dei primi anni che potresti vedere tornare sul strade oggi.

E, ultimo ma non meno importante, Ivor Prickett ha parlato con LensCulture del fotografare Iraq e Siria e della fine del cosiddetto califfato dell’ISIS.

Per altre storie fotografiche come queste da Internet, Iscriviti per la nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *