CHI “molto preoccupato” per l’aumento del numero di virus in Papua Nuova Guinea | Notizie sulla pandemia di coronavirus


La pandemia ha spinto al limite il sistema sanitario della nazione, con gli ospedali che respingono i pazienti a causa della mancanza di personale medico.

L’OMS ha espresso preoccupazione per un “forte aumento” dei casi di COVID-19 in Papua Nuova Guinea avvertendo che l’epidemia era in una fase critica e potrebbe alimentare un’epidemia molto più grande.

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom, parlando a una conferenza stampa virtuale, ha affermato venerdì che, sebbene i numeri fossero relativamente piccoli in PNG, il ritmo dell’epidemia era preoccupante.

“L’aumento è netto e l’OMS è molto preoccupato per il potenziale di un’epidemia molto più grande”, ha detto Adhanom ai media.

Con 132.000 vaccini AstraZeneca in arrivo nel paese all’inizio di questa settimana dallo schema COVAX, aumentando le 8.000 dosi già inviate dall’Australia, c’era un bisogno vitale di più da inviare alla piccola nazione del Pacifico, ha detto.

“La Papa Nuova Guinea è un perfetto esempio del motivo per cui l’equità del vaccino è così importante.”

Durante tutto il 2020, il paese impoverito di oltre otto milioni di persone ha registrato solo 900 casi, ma giovedì il suo totale è salito a oltre 9.300 con 82 morti.

Ma si teme che la portata reale dell’epidemia sia molto più ampia a causa dei bassi tassi di test.

Il ministro della Salute della Papua Nuova Guinea Jelta Wong ha affermato che il numero di operatori sanitari infettati dal virus ha continuato a crescere.

Gli sforzi di vaccinazione si sono concentrati sui lavoratori in prima linea nella capitale di Port Moresby, con 1.600 persone che finora hanno ricevuto il colpo.

I funzionari australiani trasportano scatole contenenti circa 8.000 dosi iniziali del vaccino AstraZeneca dopo il loro arrivo all’aeroporto internazionale di Port Moresby lo scorso marzo [File: Andrew Kutan/AFP]

Il recente lotto inizierà il lancio a livello nazionale a maggio, ha detto Wong.

“Un totale di 588.000 dosi del vaccino AstraZeneca sarà messo a disposizione dei Papua Nuova Guinea; speriamo di ricevere tutto questo entro giugno “.

L’epidemia ha spinto al limite il sistema sanitario della nazione, con ospedali che respingono i pazienti a causa della mancanza di personale medico e un ospedale da campo temporaneo allestito in uno stadio sportivo.

In risposta, team medici esperti provenienti da Australia, Stati Uniti e Germania stavano ora lavorando nel paese per aiutare a frenare la diffusione.

Wong ha nuovamente segnalato la disinformazione del vaccino come una delle principali minacce all’implementazione, ma si è detto incoraggiato dal fatto che negli ultimi giorni sempre più persone provenienti dalle province si fossero fatte avanti desiderando essere vaccinate.

“Non sarà facile, ma è qualcosa su cui dobbiamo lavorare per garantire una Papua Nuova Guinea più sicura”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *