Chelsea Dungee era pronta per il suo momento WNBA (e yacht?)


Ha fatto il giro della stanza, scattando selfie con i compagni di squadra, gli allenatori e i tifosi. L’Arkansas, dove si è trasferita dopo aver trascorso il suo anno da matricola in Oklahoma, è stato il luogo in cui ha trovato la sua identità: una tiratrice implacabile la cui creatività offensiva l’ha resa la capocannoniera della Southeastern Conference nella stagione 2020-21, con una media di 22,3 punti a partita. Poi c’è il suo crossover affilato come un rasoio, la mossa che spera diventerà la sua firma WNBA.

“Penso che questo sistema sia stato assolutamente fantastico per me”, ha detto Dungee del programma Neighbours. “È un ritmo veloce, ci sono molti pick-and-roll, molte azioni di screening e lo vedi molto nella WNBA”

Il draft night party è servito come conclusione più appropriata per il suo tempo con i Razorbacks rispetto alla loro ultima partita, in cui l’Arkansas è diventata la settima testa di serie numero 4 ad essere mai stata sconvolta da una testa di serie numero 13 nel primo round del torneo femminile NCAA . “È stato deludente”, ha detto Dungee. “Ho dovuto venire a patti con questo, lasciarlo andare e andare avanti.”

L’allenamento che ha ricevuto in Arkansas e la comunità che era disposta a incoraggiarla a sparare il suo tiro come le è stata di supporto nella notte di draft, potrebbero aver contribuito ad aumentare il suo stock di draft. Prima del draft, il Chicago Sky Coach James Wade ha detto che sia lei che il suo compagno di squadra dell’Arkansas Destiny Slocum erano “progrediti molto nella loro maturità e nel modo in cui si avvicinano al gioco, giocando per un allenatore che dà loro molta libertà e che gioca un Stile WNBA. ” Slocum è stato scelto al secondo turno dai Las Vegas Aces.

Dopo apparentemente infinite serie di interviste giovedì, Dungee ha finalmente avuto il tempo di digerire le sue selvagge 24 ore. “Il mio sogno in realtà si è appena avverato”, ha detto Dungee. “Sono ancora sotto shock.” Ha promesso che sarebbe tornata in palestra il giorno successivo, preparandosi per il ritiro il 25 aprile e, si spera, la sua prima stagione WNBA il 15 maggio.

“Questa è una celebrazione”, ha aggiunto, non escludendo la possibilità di avere un po ‘più di champagne. “Dopo, avrò ragione e sarò pronto a lavorare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *