Sparatorie negli Stati Uniti: diverse persone hanno sparato contro il sito FedEx, assassino morto | Notizie dagli Stati Uniti e dal Canada


La portavoce della polizia dice che più persone hanno sparato ma non hanno fornito un numero specifico.

Diverse persone sono state uccise in una struttura FedEx a Indianapolis negli Stati Uniti e il sospetto assassino si è suicidato, ha detto la polizia.

La portavoce della polizia di Indianapolis, Genae Cook, ha detto ai giornalisti all’inizio di venerdì che quando la polizia è arrivata sul posto nella tarda serata di giovedì, gli agenti hanno osservato un incidente di sparatoria nella struttura – un sito FedEx su Mirabel Road, Indianapolis.

“Abbiamo più persone con ferite compatibili con ferite da arma da fuoco”, ha detto Cook, aggiungendo che c’erano altre persone che sono state trasportate in vari ospedali in tutta l’area.

Ha aggiunto che l’uomo armato è morto.

La struttura si trova vicino all’aeroporto internazionale.

Il video in diretta dalle agenzie di stampa sulla scena ha mostrato il nastro della scena del crimine nel parcheggio fuori dalla struttura.

Un testimone che ha detto di lavorare presso la struttura ha detto ai media di WISH-TV di aver visto un uomo con una pistola dopo aver sentito diversi spari.

“Ho visto un uomo con una mitragliatrice di qualche tipo, un fucile automatico e stava sparando a cielo aperto”, ha detto Jeremiah Miller.

Sparatorie negli Stati Uniti

Alla fine del mese scorso, quattro persone, compreso un bambino, sono state uccise a colpi d’arma da fuoco in un edificio per uffici nel sud della California.

Il 22 marzo, 10 persone sono state uccise in una sparatoria in un negozio di alimentari a Boulder, in Colorado.

Ciò è avvenuto meno di una settimana dopo che un uomo ha sparato e ucciso otto persone, tra cui sei donne di origine asiatica, nelle terme di Atlanta, in Georgia.

Quasi 40.000 persone negli Stati Uniti muoiono ogni anno a causa delle armi, più della metà di queste sono suicide.

La questione della regolamentazione delle armi negli Stati Uniti è politicamente complicata.

Il presidente Joe Biden questo mese ha annunciato sei misure esecutive che secondo lui avrebbero aiutato ad arginare la crisi della violenza armata.

“È un imbarazzo internazionale”, ha detto il democratico ai membri del Congresso e agli attivisti per il controllo delle armi durante una cerimonia alla Casa Bianca.

La mossa è stata immediatamente attaccata dai repubblicani, con il leader senior del partito alla Camera dei Rappresentanti, Kevin McCarthy, che ha avvertito di un “eccesso incostituzionale”.

Altro da seguire



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *