Oculus ora consente agli sviluppatori di vendere abbonamenti alle loro app e giochi Quest

Gli sviluppatori che hanno app o giochi sull’Oculus Store possono ora vendere abbonamenti ricorrenti ai loro titoli, invece di offrirli per una tariffa una tantum o scegliere di gestire il processo di abbonamento in modo indipendente. Ciò dovrebbe offrire agli sviluppatori un modo più semplice e sostenibile per offrire nel tempo nuovi contenuti, funzionalità e strumenti agli abbonati a pagamento. Ha detto Oculus The Verge che il processo di approvazione per le app con abbonamenti è simile alle app con acquisti in-app e componenti aggiuntivi.

Oculus condiviso sul suo blog che a partire da oggi, FitXR, il grande successo Stanza di registrazione, Tribe XR, Tripp, vSpatial, e VZfit sono i primi a iniziare a operare su un modello di abbonamento nell’Oculus Store, in particolare per le versioni della piattaforma Quest delle app. Se hai acquistato o scaricato una di queste app, manterrai tutti i contenuti a cui hai già accesso. Controlla il blog per le specifiche su come ciascuna app gestirà il passaggio al modello di abbonamento e quali vantaggi offrirà ciascuna, in quanto differiscono.

Oculus Store

Vedrai questo pulsante “Gratis” apparire più spesso nel negozio.

Popolare app per il fitness in realtà virtuale Soprannaturale confermato a The Verge che presto porterà il supporto per gli abbonamenti in cuffia per i nuovi membri nel prossimo futuro, ma per ora gli abbonamenti vengono gestiti tramite il suo sito o l’app complementare per dispositivi mobili.

A differenza del servizio Viveport simile a Xbox Game Pass di HTC che offre accesso illimitato a una libreria di app e giochi VR per un costo mensile o annuale, per ora l’Oculus Store mantiene gli abbonamenti per app. E non preoccuparti, Oculus consentirà un periodo di prova gratuito per ogni titolo basato su abbonamento nello store, quindi puoi provare (e annullare) prima di acquistare, ma questi periodi di prova variano a seconda dell’app.

Oculus afferma che alcune app ora richiederanno un abbonamento per poterle utilizzare, mentre alcune renderanno l’iscrizione facoltativa. Tuttavia, è probabile che gli sviluppatori incanalino la maggior parte dei nuovi contenuti agli abbonati invece di offrirli come aggiornamento gratuito, come i giochi Quest popolari come Beat Saber e In Death: Unchained hanno fatto con i pacchetti di contenuti scaricabili, forse come un modo per incoraggiare la spesa in-app.

L’azienda VR di proprietà di Facebook dichiarato a febbraio che oltre 60 titoli per la piattaforma Quest stanno guadagnando milioni di dollari con app e giochi su Oculus Store. Chiaramente vuole trasformare più app in storie da milioni di dollari e gli abbonamenti sembrano certamente un modo per accelerarlo. Quando ho chiesto se Oculus manterrà una percentuale sulla vendita di un abbonamento, la società ha detto The Verge che non discute le commissioni che raccoglie dagli sviluppatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *