Arclight Cinemas e Pacific Theatres stanno chiudendo i battenti, apparentemente per sempre

Il proprietario delle famose catene di cinema Arclight Cinemas e Pacific Theatres ha rivelato che i cinema non riapriranno mai dopo la chiusura di COVID, secondo Varietà. Decurian, la società che gestisce entrambe le catene, ha dato una terribile dichiarazione a Scadenza: include frasi come “esaurito tutte le potenziali opzioni” e “non ha una via percorribile”.

Non vivo in California e non ho mai visto un film né all’Arclight né al Pacific, ma la loro chiusura mi ferisce profondamente: ho sempre sperato di vedere un film ad un Arclight e di vivere il Cinerama Dome di Pacific, e sembra che io non abbia mai l’opportunità. (Quelli non sono i miei unici sogni cinematografici in difficoltà: la cena e una catena di spettacoli che speravo di visitare, Alamo Drafthouse, ha recentemente dichiarato fallimento.)

Sono consapevole del fatto che la maggior parte delle persone probabilmente non sogna di viaggiare in altri stati solo per vedere un film, ma queste catene sono state a lungo considerate il gold standard nella comunità dei registi online. Ho sentito a lungo le immagini e il suono di alto livello di Arclight Cinemas e molti di loro si trovavano nel cuore di Hollywood. Anche Tinseltown sta subendo la perdita, con molti attori e registi che twittano disperati (o nella speranza che qualcun altro acquisterà i teatri e li ripristinerà).

C’è anche la questione del Cinerama Dome. Il famoso teatro di Hollywood prende il nome da un famoso formato di film in 70 mm (uno dei tanti che sono nati quando i teatri cercavano di attirare gli spettatori con uno spettacolo in continua crescita). Come qualsiasi appassionato di film te lo dirà, 70 mm è praticamente il massimo in termini di mostra cinematografica, sia che tu stia guardando 2001: Odissea nello spazio, gli otto odiosi, o È un mondo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo.

Quest’ultimo è un film a cui mio padre mi ha fatto conoscere, e mi sarebbe piaciuto vederlo nel suo formato originale – mettere gli occhi sulle stampe dei film originali è stata un’ossessione da quando ho avuto modo di guardare i film della Disney Gli Aristogatti tornato al college, ma ora l’elenco dei teatri statunitensi che può persino riprodurre film Cinerama è incredibilmente piccolo.

Cosa succederà a questi teatri rimane sconosciuto. Gli edifici non crolleranno all’istante solo perché l’azienda che li possiede sta chiudendo, ma senza qualcuno che si prenda cura di loro potrebbero non durare. Questa sarebbe stata un’ulteriore tragedia nel caso del Cinerama Dome: la Silicon Valley si è sbarazzata del resto dei suoi teatri a forma di cupola, e in parte lo ha giustificato con il fatto che Cinerama sarebbe ancora in giro per mantenere viva la tradizione. Mentre il Cinerama Dome e la cupola Century 21 della Silicon Valley sono entrambi punti di riferimento storici, ciò non significa sempre preservarne lo scopo: l’ultima volta che abbiamo controllato, la cupola della Silicon Valley doveva diventare un “hub di innovazione” all’interno di un nuovo campus di uffici tecnologici.

A proposito di tragedie, vale la pena tenere le cose in prospettiva: anche se potrei non riuscire a vedere questi teatri, ci sono molti dipendenti di Pacific e Arclight che hanno appena perso il lavoro, secondo Scadenza. Se avessi un desiderio (che era, ipoteticamente, strettamente limitato a questa situazione specifica), sarebbe che quelle persone potrebbero trovare un buon lavoro presso le altre catene di teatri che si stanno riaprendo. Ma se ne avessi due, mi piacerebbe assicurarmi che questi teatri in qualche modo sopravvivano, così un giorno potrei visitarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *