PSA per i membri del Congresso degli Stati Uniti: ecco come impostare il feed Venmo su privato

Ciao, sì, è venuto alla mia attenzione che Matt Gaetz ha lasciato il suo feed Venmo pubblico e The Daily Beast ha utilizzato questo feed pubblico per segnalare una storia salace sulle sue transazioni.

Sì, hai letto bene. Il suo feed Venmo era pubblico.

Le persone hanno avvertito sui feed pubblici di Venmo per un bel po ‘di tempo. Puoi capire molto su una persona monitorando le sue transazioni finanziarie tramite Venmo! Nel caso di Gaetz, abbiamo scoperto che ha inviato denaro – $ 900, in due transazioni – a Joel Greenberg, accusato di traffico sessuale. La mattina dopo che Gaetz aveva inviato denaro, Greenberg inviò a tre giovani donne somme di denaro per un totale di … $ 900.

Non pensavo fosse necessario dirlo, ma eccoci qui: se hai un account Venmo e sei un membro del Congresso, per favore fammi un solido e vai a controllare le tue impostazioni di sicurezza. Potresti pensare: “Liz, perché tu, giornalista, scoraggerai la trasparenza?” Beh, perché i giornalisti non sono gli unici a ficcare il naso. La prossima volta potrebbe essere un attore statale ad accumulare informazioni dannose! Un feed Venmo pubblico, particolarmente uno con transazioni discutibili, è un modo potente per accumulare informazioni personali – con chi trascorri più tempo, cosa fai insieme e così via.

Ecco come: vai all’app Venmo sul tuo telefono. Premere sul menu dell’hamburger. Quindi tocca “impostazioni”. Quindi, tocca “privacy”. Avrai tre opzioni e quella che desideri è “privata” in modo che solo tu e la persona con cui hai a che fare potete vedere la transazione. Immagino che potresti impostarlo su “amici” ma sei un membro del Congresso degli Stati Uniti, quindi potresti avere amici che trapelerebbero alla stampa. Sto solo dicendo.

Ora, devi fare qualcos’altro: nascondere qualsiasi cosa pubblica del passato. Vai a “privacy” e in “transazioni passate”, imposta tutto come privato.

Questo è infosec 101! Si prega di includere questo articolo nel prossimo briefing sulla sicurezza nazionale. Chiaramente il Congresso ha bisogno di ascoltarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *