L’Iran rilascia la petroliera sudcoreana sequestrata: ministero degli esteri di Seoul | Notizie di politica


Il rilascio della nave Hankuk Chemi sequestrata dalle Guardie rivoluzionarie a gennaio arriva mentre l’Iran e le potenze mondiali cercano di rilanciare l’accordo nucleare del 2015.

L’Iran ha rilasciato una nave cisterna battente bandiera sudcoreana che ha sequestrato e il capitano della nave in mezzo a una disputa su miliardi di fondi petroliferi congelati, ha detto venerdì il ministero degli Esteri a Seoul.

Il Corpo della Guardia Rivoluzionaria Islamica ha sequestrato l’Hankuk Chemi a gennaio, ma il ministero degli Esteri del Sud ha dichiarato in un comunicato che la sua detenzione era stata revocata e “la nave è partita sana e salva oggi”.

La nave, con il suo capitano e altri 12 membri dell’equipaggio a bordo, ha lasciato il porto iraniano intorno alle 6 del mattino (013: 0 GMT), ha aggiunto il ministero degli Esteri sudcoreano.

I membri dell’equipaggio sono rimasti sulla nave per motivi di manutenzione, anche se rapporti precedenti affermavano che l’equipaggio era stato autorizzato a lasciare l’Iran già a febbraio.

Il rilascio è arrivato tra le speculazioni che Seoul e Teheran stiano facendo progressi nell’affrontare la richiesta dell’Iran di sbloccare i suoi fondi di 7 miliardi di dollari congelati in Corea del Sud sotto le sanzioni degli Stati Uniti.

Anche le potenze mondiali e l’Iran sono attualmente impegnate in colloqui a Vienna per rilanciare l’accordo nucleare, che gli Stati Uniti hanno abbandonato durante la precedente amministrazione dell’ex presidente Donald Trump.

L’incidente di Hankuk Chemi è stato il primo sequestro di una grande nave da parte delle forze navali iraniane in più di un anno.

La Marina iraniana del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) ha citato “l’inquinamento ambientale” come base per il sequestro.

La nave, che è stata condotta a Bandar Abbas dopo essere stata sequestrata, avrebbe trasportato 7.200 tonnellate di etanolo, secondo la Marina dell’IRGC.

A dicembre, il governatore della Banca centrale iraniana ha affermato che Teheran ha rinchiuso 7 miliardi di dollari in Corea del Sud. Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif è stato successivamente citato per aver affermato che l’importo è più vicino a $ 10 miliardi.

L’Iran ha cercato per mesi di utilizzare i soldi per acquistare i vaccini COVID-19 da COVAX, uno sforzo globale per i vaccini che opera sotto l’Organizzazione mondiale della sanità.

Gli Stati Uniti hanno imposto dure sanzioni economiche all’Iran dopo che Trump, nel maggio 2018, si è ritirato unilateralmente dall’accordo nucleare iraniano del 2015 con le potenze mondiali.

Nel luglio 2019, l’IRGC ha sequestrato la petroliera battente bandiera britannica Stena Impero nello Stretto di Hormuz per aver speronato un peschereccio. L’hanno rilasciato due mesi dopo.

L’IRGC ha sequestrato almeno altre sei navi nel 2019 per presunto contrabbando di carburante.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *