Sparatoria a Rock Hill, nella Carolina del Sud: il dottor Robert Lesslie e due nipoti sono tra i 5 uccisi nella sparatoria di massa della contea di York



Le vittime della sparatoria di mercoledì sera vicino a Rock Hill includevano un medico, sua moglie ei loro due nipoti, ha detto l’ufficio dello sceriffo della contea di York un tweet. La famiglia era “molto importante e molto conosciuta” nella contea, ha detto il portavoce dello sceriffo della contea di York Trent Faris.

La polizia è stata chiamata sul posto in seguito alle notizie di una sparatoria alle 16:45

“Il dottor Robert Lesslie e sua moglie Barbara Lesslie sono stati trovati entrambi in casa e sono morti a causa di ferite da arma da fuoco, così come i loro 2 nipoti. James Lewis di Gastonia, lavorava a casa ed è morto per ferite da arma da fuoco”, ha detto l’ufficio dello sceriffo.

I nipoti avevano 5 e 9 anni, secondo l’ufficio del medico legale della contea di York.

Il dottore esercitava nella zona dal 1981

Durante la conferenza stampa successiva alla sparatoria, Faris ha detto di aver vissuto nella zona per tutta la vita e che “il dottor Lesslie è stato il mio medico che cresceva”.

“Il dottor Lesslie è una di quelle persone che tutti conoscono. Ha avviato il Riverview Medical Center a Rock Hill ed è stato un punto fermo a Rock Hill per anni”, ha detto Faris.

Oltre alle cinque persone uccise, un’altra persona è stata trasportata in ospedale con “gravi ferite da arma da fuoco”, ha detto Faris, che ha descritto l’incidente come una sparatoria di massa.

“Questa è una situazione molto tragica e tragica e la famiglia ti chiede di rispettare la loro privacy durante questo periodo”, ha detto Faris.

Lesslie è stata la fondatrice di Riverview House Calls & Riverview Hospice and Palliative Care, secondo il suo sito web, e praticava a Rock Hill dal 1981. In un personale pagina bio, Lesslie dice che lui e sua moglie erano sposati da 40 anni, hanno cresciuto quattro figli e avevano nove nipoti.
“Nel mio tempo libero, mi piace scrivere, giocare a golf, cacciare, coltivare frutta e luppolo e suonare le cornamuse”, la pagina della biografia dice.

Le autorità dicono di aver trovato il sospetto

Per quanto riguarda il sospettato, Faris ha detto: “Abbiamo trovato la persona che riteniamo responsabile e siamo con loro in questo momento”.

“Questo è tutto quello che posso dire su quel sospetto”, ha aggiunto il portavoce.

Quando gli è stato chiesto se il sospettato fosse un vicino, Faris ha detto: “Vive sulla stessa strada”.

UN twittare dall’ufficio dello sceriffo dice che le autorità hanno trovato il sospetto “in una casa vicina”.

“Non vi è alcuna minaccia attiva per la comunità”, ha detto l’ufficio dello sceriffo. “Gli investigatori sono ancora nella zona che servono un mandato di perquisizione e stanno indagando su questo tragico evento.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *