CodeMiko ti vedrà ora

Quando guardo CodeMiko, penso molto all’irrealtà, anche se non per ovvie ragioni. Mentre Miko è una creazione virtuale, un avatar digitale punk catturato dal movimento con l’abilità di interpretare la sua personalità, mi trovo più interessato alla natura della sua stessa performance; è solo magnetica e non sono sicuro di poter descrivere il motivo.

Potrei dirti che i suoi stream sono una combinazione di interviste con streamer di grandi nomi, giocherellare con software di motion capture e bizzarre interazioni con la chat. Potrei dire che dal suo inizio lo scorso marzo, il canale di Miko ha accumulato 640.000 follower e che ora trasmette in streaming a più di 7.000 spettatori in un dato momento lei è viva. Ma non sono convinto che tutto ciò contenga la vera natura del suo fascino gonzo. Cosa io sono certo è che Miko è qui per restare, e qualunque cosa stia facendo sta rimodellando il panorama di Twitch a sua immagine – e dando a tutti una sana dose di bizzarro nel processo.

Dietro CodeMiko c’è un vero essere umano – il cui nome è non Miko ma che apparentemente preferisce essere chiamato Miko – che interpreta un personaggio chiamato The Technician nella finzione del flusso. Il tecnico mantiene in funzione l’hardware di Miko, ed è lei che ho raggiunto in chat video l’altro giorno per parlare del fascino del personaggio.

“Miko è un personaggio dei videogiochi fallito. Il suo sogno è che vuole essere in un videogioco tripla A, ma è così logora e glitch che non è stata in grado di farlo “, dice The Technician, che è anche Miko. “Così ha iniziato a provare a fare lo streaming su Twitch.” Miko The Technician descrive Miko lo streamer virtuale come qualcuno che si adatta all’archetipo classico dell’attrice di Hollywood in difficoltà – qualcuno che vuole solo essere in un film, qualsiasi film, tranne nel caso di Miko, è letteralmente qualsiasi gioco. (Attenzione, sviluppatori del gioco.) “È una specie di NPC”, dice Miko (The Technician).

Dovrei fermarmi un momento qui per notare che sì, sto profilando una creazione virtuale – uno streamer che, tecnicamente parlando, non esiste, almeno non nel nostro regno della carne. Anche se non è la sola a non esistere e a creare comunque contenuti. A questo punto, potresti aver sentito parlare delle controparti di Miko, vtubers – “YouTubers virtuali”, che è un termine che è ora utilizzato da un segmento estremamente popolare di intrattenitori online che utilizzano protesi digitali per oscurare i loro volti e corpi. Miko non è un vero vtuber, non credo, perché l’umano dietro l’intera cosa è ampiamente conosciuto e mostra regolarmente la sua faccia sulla telecamera. Sono consapevole che questa distinzione può essere considerata come una scissione di capelli.

In ogni caso: a questo punto la reputazione di CodeMiko comincia a precederla, almeno su Twitch. All’inizio, Technician-Miko avrebbe fatto tutto, secondo le sue stesse parole, tutto il lavoro di progettazione, programmazione, amministrazione e marketing che diventa uno streamer virtuale a tempo pieno. “Quando lo facevo da solo, avevo un programma molto rigido per andare a dormire intorno alle 21:00, svegliarmi alle 2 del mattino e poi dividere fino a mezzogiorno”, dice Miko di quei primi giorni. “E alle 12:30, trasmetterò in streaming e trasmetterò in streaming come 5 o 6”. E lei lo faceva ogni singolo giorno.

Ora, tuttavia, ha assunto una squadra e il suo programma è diverso. Avere migliaia di spettatori simultanei in uno stream cambierà la vita di uno streamer, se non necessariamente le loro priorità. In questi giorni, l’attenzione di Miko è divisa, dice, in un milione di modi diversi, e per lo più gestisce e supervisiona i suoi account quando non è in streaming. Questa, ovviamente, era una conseguenza della rapidità con cui Miko stava crescendo su Twitch. “Penso di essere passata da 200 a 10.000 spettatori in un paio di settimane”, dice. La crescita è arrivata da un singolo tweet virale pubblicato alla fine di novembre, che mostrava un video fianco a fianco dello streamer Miko e Technician-Miko. “Quel tweet è diventato virale e questo mi ha spinto fino ai miei primi 1.000 spettatori”, dice.

Ed è allora che le cose sono decollate. Le sue clip hanno iniziato a circolare r / LivestreamFail, che funge da sorta di archivio dei drammi di Twitch; gli streamer più grandi li vedevano lì e poi la razziavano, e poi li intervistava nel suo programma. È stato un ciclo virtuoso che ha catapultato Miko nella celebrità di Twitch, che è anche qualcosa che è chiaro che non ha ancora completamente elaborato.

“Quando avevo circa 200, 300 spettatori, pensavo ‘Quando raggiungerò 1.000 spettatori, questo sarà il mio obiettivo, e sarà fantastico. E sarò tipo, bravo ‘”, dice. “Ma ho raggiunto 1.000. E poi il giorno successivo, ho raggiunto quota 2.000. E il giorno successivo, ho raggiunto quota 3.000 “. Mi dice che si sente grata e che, sì, è fantastico. Ma è solo ora, a pochi mesi da quando è stata portata alla ribalta, che sembra venire a patti con l’idea di essere una persona di spicco su Twitch.

Ciò ha senso; nessuno esplode così velocemente su Twitch. Miko ha iniziato la sua carriera in streaming perché è stata licenziata dallo studio di animazione in cui lavorava subito dopo essersi trasferita a Los Angeles lo scorso marzo, che, come ricorderai, erano anche i primi giorni della pandemia in America. Doveva continuare a pagare il suo affitto di $ 2.000 al mese a Los Angeles, che non sarebbe durato per quasi un anno intero. “E ho pensato, sai quale sarebbe la cosa buona da fare in questo momento non è cercare lavoro”, dice. “Fammi mettere 20.000 dollari e provare a farcela su Twitch.”

Ed è esattamente quello che ha fatto. “La mia tuta era di circa 12-13k. E poi avevo il mio computer, la mia videocamera iPhone, il mio casco e poi anche i miei abbonamenti software. Ma anche l’abbonamento al software mocap è in realtà molto costoso “, afferma. Ha messo l’investimento di $ 20.000 sulla sua carta di credito. “Mi sono detto che non avrei avuto un backup. Perché se avessi un backup, allora mi arrenderò “, dice. “Se non ho un backup, devi farlo.”

E Miko l’ha fatto. Ha costruito un mondo intorno a sé pieno di personaggi affascinanti e momenti estremamente ritagliabili. È stata temporaneamente bandita da Twitch un paio di volte in passato, cosa per cui, quando le parlo, non sembra molto stressata anche se, ogni volta, i suoi mezzi di sussistenza sono stati in prima linea. Come Nathan Grayson riferisce a Kotaku, I divieti di Miko finora sono stati apparentemente per piccoli errori che violano la lettera – se non lo spirito – dei TOS di Twitch. (Come la volta in cui ha lasciato che i suoi spettatori pagassero per inviarle “D pics”, che erano letteralmente le immagini della lettera “D” che sarebbe apparsa sul suo telefono. Twitch non sembrava trovare divertente la battuta.) IP più interessante “, dice Miko, ridendo. “[It] dà un po ‘di colore. ”

Qualunque cosa accada, è chiaro che Miko, lo streamer o The Technician, è qui per restare. E sta anche pianificando nuove cose da provare in chat. “Sto cercando di fare come un GTA Carpool Karaoke sulla crepa. Avrò gli ospiti, guideremo in macchina ”, dice. “E attraverseremo la città, cercando di arrivare a destinazione, mentre le chiacchiere ostruiscono la strada con varie cose.”

Chiacchierando con lei, ho la netta impressione che Miko – qualunque Miko tu preferisca immaginare – abbia un pozzo inesauribile di idee per il suo canale. È come parlare con qualcuno a una festa nelle prime ore del mattino, quando il mondo si sente leggermente inclinato, nel modo giusto. Funziona e basta, anche se dicendo che oscura quanto sforzo va nel suo canale. Una performance di successo consiste nel trovare ciò che funziona per un pubblico e Miko si dedica a provare tutto ciò che pensa possa deliziare i suoi fan.

“Lo farò e poi, se funziona, lo tengo”, dice. “Se non funziona, buttalo via.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *