Le brutte verità nel libro di Hunter Biden ‘Beautiful Things’



Questo è uno dei tanti suggerimenti dal libro di Hunter “Cose belle,” che esce martedì.

Molte persone hanno già preso una decisione su Hunter, e altri non sono interessati a saperne di più, ma penso che il suo resoconto di prima mano sulla tossicodipendenza, la cultura scandalistica e la follia politica sia incredibilmente istruttivo. È uno di quei tipi di storie “pensi di sapere, ma non hai idea”. Ad esempio, le grandi buste paga di Hunter per essere stato nel consiglio di amministrazione della compagnia ucraina di gas naturale Burisma? Rivela che “Burisma si è trasformato in un importante facilitatore” del suo “slittamento più ripido nella dipendenza” fornendo denaro per tutto il crack.

Questo non è il modo in cui siamo abituati a leggere di un figlio del presidente. I racconti di Hunter su ubriachi ubriachi e odissee alimentate da crack sono decisamente spaventosi. E i suoi ricordi di suo fratello – “avrei voluto conoscere Beau” – sono dolorosi.

Finora la maggior parte delle recensioni dei libri sono state abbastanza positive. Publishers Weekly dice la sua “coraggiosa autovalutazione rende palpabile la disperazione dell’abuso di sostanze”. Libri Mark ha altre recensioni qui. Piace Seija Rankin di Entertainment Weekly, Sono rimasto colpito dalle scene che hanno coinvolto suo padre: “Il risultato è, intenzionale o no, un ritratto del nostro attuale Presidente come l’ultimo Patriarca”.
È anche un ritratto della dipendenza come “davvero il grande equalizzatore in questo paese”, come la CNN Me l’ha detto Kate Bennett dopo che entrambi abbiamo letto il libro. “È l’unica cosa che ha davvero messo in ginocchio il presidente Biden”. Leggi la valutazione di Bennett Qui.

“Dov’è Hunter?”

Capitolo dopo capitolo mette il “Dov’è il cacciatore?” entrando in un contesto completamente nuovo. Alcuni dei promotori del libro, come Stephen King, se ne sono appropriati per promuovere “Beautiful Things”. King ha scritto: “Dov’è Hunter? La risposta è che lui è in questo libro, il buono, il cattivo e il bello”.

Ma l’esame accurato di ciò che i media pro-Trump chiamano a volte la “famiglia criminale Biden” continua ancora oggi, e Hunter lo riconosce nel libro. Per quanto riguarda il suo ruolo in Burisma, che era al centro della prima impeachment del presidente Trump, scrive: “Non ho fatto nulla di non etico e non sono mai stato accusato di illeciti. Nel nostro attuale ambiente politico, non credo che farebbe alcuna differenza se Ho preso quel posto o no. Sarei stato attaccato comunque. Quello in cui credo, in questo clima attuale, è che non avrebbe importanza quello che ho fatto o non ho fatto. Gli attacchi non erano destinati a me. Loro dovevano ferire mio padre “. Tuttavia, dice, in retrospettiva, per ragioni ottiche, non avrebbe più preso il posto di consiglio.

Ecco dove si trova Hunter

Hunter è apparso in “CBS Sunday Morning”, poi in “CBS This Morning” di lunedì e in “Morning Edition” di NPR. Ha anche registrato un’intervista approfondita per Podcast di Marc Maron. Maron ha detto nella sua introduzione che vedeva Hunter come “un capro espiatorio della stampa di destra” e non era molto interessato a parlare con lui. Ma poi ha letto il libro e si è chiesto cosa vuol dire essere caricaturato e demonizzato: “Come fa un umano, per non parlare di un tossicodipendente che cerca di rimanere pulito, a farcela?”

Più tardi questa settimana Hunter sarà sulla BBC e su “Jimmy Kimmel Live”, ma sembra evitare spazi più apertamente politici e di parte. Fox parla di lui praticamente ogni ora, ma non si sa di un’intervista del libro di Hunter su Fox, né penso che ci sarà.

Dopo le interviste della CBS, “Beautiful Things” è entrata nella top 10 Elenco dei migliori venditori di Amazon.

Splende una luce

Cacciatore ha detto a Scott Simon di NPR che “veramente il motivo per cui ho scritto il libro” è che “si spera che dia speranza ad alcune persone. Dai loro una speranza di non dover rimanere rinchiuse in quella prigione. E non mi riferisco solo alle persone bloccato in fondo al pozzo come lo ero io, ma le persone che stanno in cima a quel pozzo e si rendono conto a meno che non andiamo giù con la lanterna, lui non troverà mai la sua via d’uscita. Ma questo è un viaggio oscuro e pericoloso per loro . Ed era per la mia famiglia. Ma la loro luce non mi stava mai cercando. Mai un momento, mai un momento in cui non stessero cercando di salvarmi. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *