La truffa della raccolta fondi di Trump è la parte meno sorprendente della sua presidenza



“Affrontando una crisi di liquidità e diventando mal speso dai Democratici, la campagna era iniziata lo scorso settembre per impostare donazioni ricorrenti per impostazione predefinita per i donatori online, per ogni settimana fino alle elezioni.

“I contributori dovevano leggere un disclaimer in caratteri minuscoli e deselezionare manualmente una casella per disattivarlo.

“Con l’avvicinarsi delle elezioni, il team di Trump ha reso la dichiarazione di non responsabilità sempre più opaca, come ha dimostrato un’indagine del New York Times. Ha introdotto una seconda casella precontrollata, nota internamente come ‘bomba monetaria’, che ha raddoppiato il contributo di una persona. Alla fine le sue sollecitazioni hanno caratterizzato righe di testo in grassetto e lettere maiuscole che hanno sopraffatto il linguaggio di disattivazione “.

Il fatto che la campagna di Trump fosse disposta a ingannare apparentemente i propri sostenitori senza soldi è il tipo di truffa che dovrebbe scioccarti. Ma non dovrebbe sorprenderti.

Perchè no? Perché l’intera campagna e presidenza di Trump ha avuto elementi di questo tipo di truffa: separare le persone dai loro soldi a beneficio del 45 ° presidente, direttamente o indirettamente.

Tenere conto:

* Nel marzo 2016, mentre Trump si stava facendo strada verso la nomination repubblicana, ha tenuto una conferenza stampa nella sua proprietà Trump National a Jupiter, in Florida, in cui Bistecche Trump, acqua in bottiglia Trump e vino Trump non erano solo in mostra in giro per la stanza, ma a cui faceva riferimento Trump nel corso delle sue osservazioni. “Vendiamo acqua e abbiamo acqua, ed è un’azienda idrica di grande successo”, ha detto ai giornalisti. “Abbiamo bistecche Trump”.
* Nel 2019, la Casa Bianca ha annunciato che il vertice del G7 si sarebbe tenuto presso la proprietà Doral di Trump in Florida — solo per rotta inversa dopo un enorme clamore per il presidente (e le sue proprietà) che ha beneficiato di un vertice internazionale. “Pensavo di fare qualcosa di molto buono per il nostro Paese utilizzando Trump National Doral, a Miami, per ospitare i leader del G-7”, ha twittato Trump.
* Come il Ha notato Philip Bump del Washington Post, Trump ha visitato una proprietà Trump nei 428 giorni della sua presidenza, una volta ogni tre giorni circa durante la sua permanenza alla Casa Bianca.
* Il primo taglio dei milioni che Trump ha raccolto – apparentemente per finanziare la sua battaglia legale dopo le elezioni del 2020 – è andato al suo Save America PAC, un’inclusione di stampa fine che molte (molte!) persone non si sono rese conto durante la donazione.
Quindi, questo ultimo rapporto sulla campagna di Trump che imbroglia i propri donatori è una caratteristica di ciò che è, non un problema tecnico. Trump – e la sua nidiata, che tiene vicino a lui – hanno sempre un occhio su come separare le persone dai loro soldi. Nulla è cambiato quando è stato eletto presidente. Neanche una cosa. Un esempio: Secondo CREW, un cane da guardia del governo, Ivanka Trump e suo marito Jared Kushner “hanno riferito tra $ 172 milioni e $ 640 milioni di entrate esterne mentre lavoravano alla Casa Bianca”.
Vale anche la pena notare qui che sappiamo – grazie al reportage del New York Times sulle dichiarazioni dei redditi di Trump – che l’ex presidente deve affrontare una triplice crisi finanziaria: 1) ha più di 400 milioni di dollari in prestiti garantiti personalmente in scadenza nei prossimi quattro anni e 2) La sua principale fonte di entrate – il suo marchio personale – ha subito un grande successo in molti settori durante la sua presidenza e 3) L’organizzazione Trump ha fatto 40% in meno di fatturato nel 2020 rispetto al 2019.

Questo è un uomo che ha un disperato bisogno di nuove fonti di guadagno – e velocemente. E qualcuno che l’ha fatto ripetutamente ha dimostrato di essere più che disposto a ingannare anche i suoi più fedeli sostenitori – e più grandi ammiratori – con i loro soldi.

In breve: rimanete sintonizzati. Questa non è la prima apparente truffa che Trump ha tirato. E di certo non sarà l’ultima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *