Il team di Biden per aiutare AstraZeneca a trovare una pianta statunitense per la produzione di vaccini | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Johnson & Johnson ha rilevato la produzione del suo vaccino presso una struttura di Emergent BioSolutions a Baltimora, che in precedenza produceva dosi di J&J e AstraZeneca.

L’amministrazione del presidente Joe Biden sta lavorando con AstraZeneca Plc per trovare una nuova capacità di produzione negli Stati Uniti dopo che la società ha accettato di abbandonare un impianto di vaccini di Baltimora Covid-19 che si concentrerà esclusivamente sulla preparazione di dosi per Johnson & Johnson.

I colloqui sono l’ultimo sviluppo dopo che un errore nella struttura di Emergent BioSolutions Inc. – in cui sono stati mescolati gli ingredienti per i vaccini delle due società – ha portato al deterioramento di un lotto di 15 milioni di dosi di sostanza farmaceutica.

J&J ha annunciato sabato di aver rilevato la produzione del suo vaccino presso la struttura Emergent, che produceva le dosi di J&J e AstraZeneca. Il Dipartimento della salute e dei servizi umani ha collaborato con AstraZeneca per spostare la produzione dallo stabilimento.

Il vaccino di AstraZeneca non è stato autorizzato per l’uso negli Stati Uniti, ma il governo ha ordinato 300 milioni dei suoi colpi, alcuni dei quali sono già stati fatti. Gli Stati Uniti hanno prestato 4,2 milioni delle sue prime dosi a Canada e Messico, che hanno autorizzato l’uso del vaccino.

La mossa di produzione è stata fatta “per garantire che Johnson & Johnson sia l’unico farmaco che viene prodotto in questo sito, dato che il problema riguardava la contaminazione incrociata di AstraZeneca e Johnson & Johnson”, ha detto il segretario alla stampa della Casa Bianca Jen Psaki a un briefing lunedì. “Stiamo lavorando con AstraZeneca per identificare immediatamente altre strutture per continuare la loro produzione interna della sostanza farmaceutica AstraZeneca e diverse opzioni”.

Il vaccino monodose di J&J è stato autorizzato negli Stati Uniti, “da qui l’importanza della produzione di Johnson & Johnson che continua ad essere accelerata”, ha detto Psaki.

Timeline intatta

Lo stabilimento di Baltimora non è stato autorizzato per la produzione del vaccino di J&J, il che significa che nessuna delle dosi somministrate e distribuite negli Stati Uniti fino ad ora è stata prodotta o interessata dall’errore. Gli Stati Uniti hanno ancora dosi sufficienti per raggiungere il loro obiettivo di avere la fornitura di vaccini per tutti gli adulti statunitensi entro la fine di maggio, ha detto Psaki.

“Non stavamo scommettendo su questi per vaccinare il pubblico americano”, ha detto.

J&J ha dichiarato sabato in una dichiarazione che “sta aggiungendo leader dedicati per operazioni e qualità e aumentando in modo significativo il numero di personale addetto alla produzione, alla qualità e alle operazioni tecniche per lavorare con gli specialisti dell’azienda già in Emergent”.

In un briefing lunedì, il consigliere Covid della Casa Bianca Andy Slavitt ha sottolineato l’importanza di quell’afflusso di persone, insieme alla pianta che ora produce solo una sostanza farmacologica del vaccino invece di due. HHS supporta entrambe le azioni, ha detto.

Il trasferimento di AstraZeneca dalla struttura “eliminerà il potenziale di contaminazione incrociata”, ha affermato Slavitt. “Questa è stata una decisione che HHS ha preso con Johnson & Johnson e AstraZeneca in completa collaborazione, quindi AstraZeneca ha anche convenuto che questa era la strada giusta”.

La decisione “non dice assolutamente nulla sulla nostra convinzione in un modo o nell’altro” sul fatto che il vaccino di AstraZeneca sarà eventualmente autorizzato negli Stati Uniti, ha detto. Slavitt ha detto che il vaccino AstraZeneca passerà attraverso il processo di autorizzazione della Food and Drug Administration “non appena viene presentata una domanda”.

AstraZeneca ha dovuto affrontare crescenti preoccupazioni nel Regno Unito e in Europa per il suo vaccino, che è la spina dorsale della campagna di inoculazione di successo del Regno Unito. Molti paesi in tutto il mondo si affidavano ad AstraZeneca per guidare i loro programmi di immunizzazione e alcuni stanno riconsiderando.

Il Regno Unito durante il fine settimana ha confermato che sette persone sono morte a causa di rari coaguli di sangue dopo aver ricevuto il vaccino di AstraZeneca e anche l’Australia sta indagando su un caso di coagulazione, sollevando dubbi sulla sicurezza del vaccino ampiamente utilizzato. Più di 18 milioni di dosi sono state somministrate nel Regno Unito e il regolatore insiste che l’iniezione sia sicura.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *