La fiducia, la velocità e le riprese di Aari McDonald


“Questo è ciò di cui abbiamo parlato”, ha detto McDonald delle conversazioni che avevano portato al suo trasferimento. “Tutto sta tornando al punto di partenza.”

Il trasferimento, tuttavia, significava che McDonald doveva restare fuori un anno. Un anno di gioco nella squadra scout, in grado di mostrare a tutti i suoi compagni di squadra – ma non agli estranei che l’avevano trascurata – cosa sapeva fare. L’attaccante dell’Arizona Sam Thomas era una matricola durante la prima stagione di McDonald’s in Arizona, e quando ha incontrato McDonald per la prima volta, è rimasta colpita da quanto fosse tranquilla. “Non ha detto niente”, ha detto Thomas.

In campo, era una storia diversa. Barnes avrebbe detto alla sua squadra di difendere McDonald in pratica. Si è rivelato quasi impossibile.

“Stiamo cercando di lavorare sulla nostra difesa, e Aari sta solo segnando e segnando”, ha detto Thomas. “Eravamo tipo, ‘Come dovremmo lavorare sulla nostra difesa quando non possiamo fermarla?'”

Quella stagione, l’Arizona andò 6-24. La stagione successiva, la prima gara di McDonald per i Wildcats, vinsero 24 partite e il Women’s National Invitation Tournament. Ha segnato 890 punti in quella stagione, battendo il record di punteggio di una sola stagione del programma stabilito dal suo allenatore, Barnes. Quell’energia, che secondo McDonald è il prodotto del condizionamento a cui dà la priorità su quasi tutto il resto, è diventata contagiosa.

“È sempre su 10”, ha detto Thomas. “Non si stanca mai, mai, mai in un gioco – il che è pazzesco, perché mi stanco solo a guardarla.”

Nei tre anni trascorsi a giocare per l’Arizona, McDonald ha stabilito numerosi record e ricevuto altrettanti riconoscimenti, di recente è stata nominata Pac-12 player of the year e ha condiviso il Pac-12 Defensive Player of the Year Award. Il fatto che i Wildcats abbiano ottenuto così tante vittorie difficili nel torneo è, dicono i suoi compagni di squadra, una testimonianza dell’impatto di McDonald.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *