I poliziotti abbattono l’anello di barare dei videogiochi più grandi del mondo

Questa settimana, il Il Dipartimento di Giustizia ha incriminato un 22enne con l’accusa di manomissione dell’impianto idrico dove lavorava. È un chiaro promemoria che mentre la rete elettrica riceve la maggior parte dell’attenzione, non è l’unico pezzo di infrastruttura critica che è vulnerabile ad attacchi potenzialmente devastanti.

Abbiamo anche esaminato i problemi in corso di YouTube con la moderazione dei contenuti incentrati sui bambini; un’indagine WIRED ha trovato dozzine di miniature inquietanti nei video di Minecraft e attività incentrate sui bambini che si trovavano in cima o vicino alla parte superiore delle pagine “Argomento” della piattaforma. Non è una situazione così terribile come la cosiddetta controversia su Elsagate di qualche anno fa, in cui l’app YouTube Kids era inondata di video grotteschi con personaggi famosi dei bambini che eseguivano atti indicibili. Ma mostra ancora che YouTube ha ancora molto lavoro di moderazione davanti a sé.

Stanco di ricevere file indesiderati da estranei, sia tramite AirDrop o qualunque cosa Android chiami la sua versione in questi giorni? Puoi farli smettere! E probabilmente dovrebbe. Segui la nostra guida per selezionare e deselezionare le varie impostazioni necessarie per interrompere la condivisione eccessiva.

E c’è di più! Ogni settimana raccogliamo tutte le notizie che WIRED non ha trattato in modo approfondito. Clicca sui titoli per leggere le storie complete. E stai al sicuro là fuori.

Un’organizzazione nota come “Chicken Drumstick” aveva presumibilmente incassato 76 milioni di dollari di entrate per il suo servizio di cheat di videogiochi in abbonamento prima che le forze dell’ordine li sciogliessero questa settimana. Il gruppo aveva addebitato $ 10 al mese per trucchi a giochi come Overwatch e Call of Duty Mobile. Oltre a confiscare 46 milioni di dollari di beni – che includevano un numero non piccolo di auto di lusso – la polizia afferma di aver distrutto 17 truffatori e arrestato 10 persone durante la rimozione. Il titano tecnologico cinese Tencent, che ha una partecipazione in diverse importanti società di giochi, ha collaborato con le autorità nell’operazione.

Un informatore dice al giornalista di sicurezza indipendente Brian Krebs che una recente violazione della società di apparecchiature di rete Ubiquiti è stata molto peggiore di quanto inizialmente riportato. La fonte ha affermato che gli hacker “hanno ottenuto l’accesso completo in lettura / scrittura ai database Ubiquiti su Amazon Web Services”, nonché l’accesso amministratore root agli account AWS di Ubiquiti. Quelle sono fondamentalmente le chiavi del regno. Ubiquiti ha detto in risposta che non ha alcuna indicazione che i dati degli utenti siano stati consultati o rubati, sebbene la fonte di Krebs affermi che la società non conserva i registri che darebbero loro quelle informazioni in primo luogo. Comunque, è un casino!

A gennaio, Google ha riferito che gli hacker del Gruppo Lazarus della Corea del Nord avevano speso una notevole quantità di energia per tentare di ingannare i ricercatori di sicurezza e avevano persino avuto un certo successo nel farlo. Questa settimana, il gruppo di analisi delle minacce del gigante della ricerca ha seguito, affermando che la campagna nordcoreana è continuata a ritmo sostenuto, questa volta armata di un sito Web falso e di profili di social media fasulli. In un po ‘di troll ispirato, uno dei pupazzi di Twitter si chiamava Sebastian Lazarescue.

È sicuro dire che molte, molte persone stanno soffrendo di esaurimento pandemico in questi giorni. Ma considera gli uomini e le donne della US Cybersecurity and Infrastructure Security Agency. Dopo che il suo leader ampiamente rispettato Chris Krebs è stato licenziato da un tweet presidenziale lo scorso autunno, CISA ha dovuto affrontare le ricadute di SolarWinds e Hafnium, delle più grandi campagne di hacking che hanno colpito gli Stati Uniti nella storia recente. Politico riferisce che i 2.000 lavoratori dell’agenzia sono pericolosamente magri, il che potrebbe lasciare il paese impreparato ad affrontare il prossimo attacco.

Lo scorso fine settimana, il comando strategico degli Stati Uniti – sono loro che supervisionano le armi nucleari – ha twittato una piccola serie di parole senza senso, portando alcuni a chiedersi comprensibilmente se fossero stati hackerati. La buona notizia è che no, non lo erano. La notizia meno buona è che invece il figlio di chiunque sia stato loggato all’account ha avuto un momento alla tastiera. Proprio il giusto mix di adorabile e allarmante!


Altre fantastiche storie WIRED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *