Una società di cavi che si vantava di non avere limiti di dati dice che stai ricevendo limiti di dati perché la pizza

I limiti di dati su Internet sono non come la pizza, dove prendere una fetta potrebbe significare meno fette per tutti gli altri. Non credo Verge i lettori hanno difficoltà a capire questo concetto? È risaputo che gli ISP non hanno problemi a fornire dati illimitati, anche durante – diciamo – una pandemia globale quando vaste folle della popolazione si sono improvvisamente trovate a lavorare da casa.

Questo, tuttavia, lo ha fatto non impedire a WideOpenWest (alias WOW!) di usare la pizza per giustificare limiti di dati nuovi di zecca, forse mai visti prima, per i suoi abbonati a Internet via cavo, a partire dal 1 ° giugno 2021, come Ars Technica rapporti.

Ecco una parte delle email che gli abbonati stanno ricevendo:

Che cos’è un piano di utilizzo dei dati mensile? Cerchiamo di illustrare …

Immagina che WOW! rete è una pizza. Bollente. Condimenti a bizzeffe. Ogni WOW! il cliente riceve la propria fetta di pizza, ma la dimensione della fetta dipende dal piano di servizi Internet. Mentre i clienti che si abbonano a 1 Giga ottengono i segmenti più grandi, quelli con Internet 500 ne ottengono uno leggermente più piccolo e così via. Ma è sempre la stessa pizza deliziosa e veloce che conosci e ami.

Ora, dì che non sei pieno dopo la tua fetta e ne prendi un altro. Quella fetta in più è come un eccesso di dati. Non preoccuparti, abbiamo una pizza in più … ehm, dati … per ogni evenienza. Se superi il limite consentito per i dati, applicheremo automaticamente incrementi di 50 GB per $ 10 al tuo account per il resto del mese di calendario in corso. Gli addebiti per eccedenza totale non supereranno $ 50 per estratto conto, indipendentemente dalla quantità di dati utilizzati. Ancora meglio: la prima volta che si verifica un eccesso di dati, lo faremo rinunciare proattivamente alle commissioni.

Per spiegare quanto sia assurdo, ecco un paragrafo di una storia che ho scritto alla fine dell’anno scorso e che penso che potresti anche leggere:

Dimentica per un momento che la stessa Comcast è stata colta in flagrante spiegando che i limiti di dati non hanno nulla a che fare con la congestione della rete. Dimentica che gli amministratori delegati di diversi ISP più piccoli hanno ammesso che la capacità di Internet è tutt’altro che scarsa. Dimentica quel Comcast disabilitato il proprio sistema di gestione della congestione perché ha scoperto che non era necessario. Dimentica anche che Comcast è un’azienda estremamente redditizia la cui divisione cavi spende solo un decimo dei suoi ricavi annuali per mantenere forte quella rete. La prova che i limiti di dati sono una truffa è qualcosa a cui probabilmente hai assistito tu stesso all’inizio di quest’anno: Comcast, AT&T e T-Mobile hanno tutti sospeso i loro limiti di dati quando la pandemia ha colpito e Internet ha continuato a funzionare senza intoppi.

Il bello qui è che WOW sa perfettamente che la sua rete non è niente come la pizza, perché per anni, anche durante la pandemia, l’azienda ha commercializzato con orgoglio la sua mancanza di limiti di dati. Era il motivo per scegliere WOW su Comcast, ha detto un abbonato Ars Technica.

Alcune prove:

Parte di un comunicato stampa più ampio (PDF).

A cui dico: wow.

Cosa indurrebbe WOW ad abbandonare i suoi valori a scopo di lucro? Non posso dirlo con certezza, ma azzardo un’ipotesi che potrebbe essere stata incoraggiata dalla recente decisione di Comcast di rendere i limiti di dati la norma negli Stati Uniti a partire marzo luglio l’anno prossimo. Perché questo è lo stato della “concorrenza” di Internet negli Stati Uniti: così poche scelte reali che quando un ISP aumenta i profitti, è probabilmente sicuro che gli ISP vicini facciano lo stesso. Se sei bloccato in solo una o due scelte sbagliate in cui vivi, ti consiglio di dirlo alla FCC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *