I Paesi Bassi sospendono temporaneamente le vaccinazioni COVID di AstraZeneca | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il ministro della Salute olandese afferma che una sospensione temporanea è una misura precauzionale dopo cinque segnalazioni di coaguli di sangue con un basso numero di piastrine a seguito di vaccinazioni.

I Paesi Bassi hanno smesso di somministrare le vaccinazioni Oxford-AstraZeneca COVID-19 fino al 7 aprile.

Venerdì il ministero della Salute olandese ha dichiarato che avrebbe temporaneamente sospeso le vaccinazioni per le persone di età inferiore ai 60 anni. Ma dopo i colloqui di sabato, i dipartimenti sanitari hanno deciso di sospendere tutti i colpi di AstraZeneca per evitare sprechi.

Circa 700 persone di età superiore ai 60 anni avrebbero dovuto ricevere il vaccino AstraZeneca nei prossimi giorni, ma anche i loro appuntamenti sono stati temporaneamente annullati, poiché non vi erano garanzie che un lotto completo potesse essere utilizzato interamente se solo poche persone avessero ricevuto i jab .

La decisione arriva giorni dopo che anche le autorità tedesche hanno smesso di usare il vaccino di AstraZeneca sotto i 60 anni, citando nuove preoccupazioni su insoliti coaguli di sangue segnalati in un piccolo numero di coloro che hanno ricevuto i colpi.

Venerdì scorso, un’organizzazione olandese che monitora gli effetti collaterali dei vaccini ha dichiarato di aver ricevuto cinque segnalazioni di coaguli di sangue con un basso numero di piastrine dopo le vaccinazioni. L’agenzia di stampa DPA ha riferito che una persona è morta.

Tutti i casi si sono verificati tra i sette ei 10 giorni dopo le vaccinazioni e tutte le persone colpite erano donne di età compresa tra i 25 ei 65 anni.

Sono in corso indagini per accertare se questi siano stati causati dalla vaccinazione.

L’organizzazione di monitoraggio dei vaccini ha detto che nel periodo in cui sono stati segnalati i cinque casi, circa 400.000 persone sono state vaccinate nei Paesi Bassi con l’iniezione di AstraZeneca.

Il ministro della Salute Hugo de Jonge afferma che l’interruzione temporanea è una misura precauzionale.

“Penso che sia molto importante che anche i rapporti olandesi siano adeguatamente indagati”, ha detto de Jonge. “Dobbiamo sbagliare dalla parte della cautela.”

La decisione di sabato è un’altra battuta d’arresto per il vaccino AstraZeneca, che è fondamentale per la campagna di immunizzazione europea e un fulcro della strategia globale per ottenere i colpi nei paesi più poveri in quanto è più economico e più facile da usare rispetto ai vaccini rivali di Pfizer e Moderna.

Arrivano due settimane dopo che il regolatore dei farmaci dell’Unione europea ha dichiarato che il vaccino non aumenta l’incidenza complessiva di coaguli di sangue a seguito di un simile spavento.

All’epoca, l’Agenzia europea per i medicinali ha affermato che i benefici della vaccinazione superano i rischi, ma non poteva escludere un collegamento tra l’iniezione e alcuni tipi insoliti di coaguli e ha raccomandato di aggiungere un avvertimento sui possibili effetti collaterali rari.

De Jonge ha detto che la pausa olandese arriva prima di un aggiornamento della prossima settimana da parte dell’agenzia dei medicinali dell’UE sul vaccino AstraZeneca.

La maggior parte dei paesi dell’UE, compresa la Germania, ha ripreso a utilizzare il vaccino AstraZeneca il 19 marzo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *