Google sta limitando le app che possono vedere tutto il resto che hai installato

Google sarà presto più selettivo su quali app sul Play Store possono vedere tutte le altre app che hai installato (tramite Sviluppatori XDA). Come Ars Technica sottolinea, il tuo elenco di app installate, per quanto innocente possa sembrare, può comunicare agli sviluppatori tratti personali come preferenze di appuntamenti e affiliazioni politiche. Quindi, a partire dal 5 maggio 2021, gli sviluppatori dovranno fornire un’ottima ragione per cui Google dovrebbe consentirti di accedere a informazioni del genere.

Le app Android 11 che attualmente richiedono l’autorizzazione “QUERY_ALL_PACKAGES” possono visualizzare l’elenco completo delle app che hai memorizzato sul tuo dispositivo. Ma Google ha recentemente aggiornato il suo Norme del programma per sviluppatori e ora considera che le informazioni siano “dati personali e sensibili dell’utente, “Limitando le app autorizzate a utilizzarlo.

Una volta che la modifica entrerà in vigore a maggio, le app potranno utilizzare l’autorizzazione solo se la loro “funzionalità o scopo principale rivolto agli utenti richiede un’ampia visibilità nelle app installate sul dispositivo dell’utente”. Esempi di app a cui sarà consentito continuare a utilizzare questa autorizzazione includono file manager, browser e app antivirus che richiedono i dati “per scopi di consapevolezza o interoperabilità”. Le app bancarie, le app del portafoglio digitale e qualsiasi altra app che includa “funzionalità di transazione finanziaria” riceveranno un pass “per scopi di sicurezza”.

Le app che non hanno un caso d’uso giustificabile per l’autorizzazione rischiano di essere rimosse dal Google Play Store. Tutti gli sviluppatori che desiderano mantenere l’autorizzazione nelle loro app devono completare un modulo di dichiarazione giustificando il loro uso di esso.

Nel caso tu sia preoccupato che gli sviluppatori possano farlo ancora abusare del permesso, Documentazione di Google afferma chiaramente che sarà difficile per le app offensive, sia che si tratti di nuove app sul Play Store o semplicemente di aggiornamenti alle app esistenti. Google potrebbe sospendere le app ed eventualmente chiudere gli account sviluppatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *