Il blocco del visto H-1B di Trump è finito

Il divieto dell’ex presidente Donald Trump sui visti per lavoratori ospiti è scaduto, consentendo ai lavoratori stranieri di presentare nuovamente domanda di ingresso negli Stati Uniti. La notizia è una vittoria per le aziende tecnologiche tra cui Apple, Twitter e Google, ognuna delle quali si è opposta apertamente alla politica.

L’ex presidente Donald Trump ha affermato che il divieto è una risposta all’aumento della disoccupazione negli Stati Uniti, a causa della pandemia di coronavirus. Sulla scia della campagna, Joe Biden ha respinto questa affermazione, chiamandola un tentativo di distrarre dal fallimento dell’amministrazione Trump sul virus.

Il divieto si è concentrato sui visti H-1B, ma ha avuto un impatto su una gamma più ampia di lavoratori, Rapporti NPR. Anche i dirigenti delle grandi aziende e gli studenti che partecipavano a programmi di studio e lavoro sono stati coinvolti nella mischia.

Anche i lavoratori già negli Stati Uniti hanno avuto la vita sconvolta. Nel giugno 2020, ha detto un tecnico egiziano nella Bay Area The Verge che aveva programmato di tornare in Egitto per il matrimonio di suo fratello, ma ora non poteva lasciare il paese. “Mi sento come se fossi selettivamente imprigionato”, ha detto. “Se qualcuno della mia famiglia si ammala, non posso tornare indietro.”

A giugno, il CEO di Apple Tim Cook si è detto “profondamente deluso” dal divieto. Twitter ha detto che ha minato “La più grande risorsa economica dell’America: la sua diversità”. Entrambe le società fanno affidamento sui visti H-1B per assumere lavoratori stranieri senza passare attraverso il tradizionale processo di immigrazione.

In un annuncio il 1 ° aprile, il dipartimento di stato hanno detto i lavoratori a cui sono stati rifiutati i visti a causa delle restrizioni di Trump dovrà ora presentare nuove domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *