La Carolina del Sud e la Stanford completano le finali quattro femminili


SAN ANTONIO – Il Texas della sesta testa di serie si è raffreddato nel momento peggiore possibile, non riuscendo a raccogliere una minaccia credibile per la Carolina del Sud. Louisville ha avuto un tiro netto a Stanford, ma la testa di serie Cardinal è tornata – e poi un po ‘- nella seconda metà.

Sia Stanford che South Carolina, semi numero 1 in un torneo di basket femminile NCAA che ha comandato una buona dose di difficoltà per le squadre al vertice, martedì sera sono passati alle Final Four per unirsi a un altro seme numero 1, UConn, e Arizona, terza testa di serie.

Lo Stanford ha conquistato l’ultimo posto nelle semifinali nazionali con una sconfitta per 78-63 contro Louisville, dopo essere stato in svantaggio di 12 punti all’intervallo. La Carolina del Sud ha navigato negli ottavi di finale con una vittoria per 62-34 sul Texas.

Nell’ultimo segno di futilità dopo una corsa che includeva sconvolgimenti di UCLA e Maryland, il Texas ha segnato 0 punti nel quarto quarto – mancando tutti e 15 i suoi colpi. I Longhorns hanno sparato al 23 percento per la partita.

I Gamecocks hanno dominato dall’inizio guadagnandosi la terza trasferta in semifinale nazionale e la prima da quando hanno vinto un titolo nazionale nel 2017.

“Quando siamo stati abbattuti quattro volte in questa stagione, sono tornati più forti”, ha detto l’allenatore della Carolina del Sud Dawn Staley in un’intervista televisiva dopo la partita, riferendosi alle quattro sconfitte dei Gamecocks quest’anno. “E questo è il segno di un vero campione.”

Dana Evans di Louisville ha messo a segno 10 dei suoi 24 punti nel primo quarto, mentre i Cardinals hanno mantenuto Stanford al di sotto del 28% nel primo tempo.

Ma un parziale di 13-0 verso la fine del terzo quarto ha portato il Cardinal in vantaggio quando hanno iniziato a contenere i capocannonieri di Louisville. Poi, Stanford è scappata negli ultimi 10 minuti. Lexie Hull aveva 21 punti e 9 rimbalzi mentre Haley Jones aveva 10 punti e 10 rimbalzi.

Ashten Prechtel di Stanford, che ha chiuso con 16 punti e ha realizzato tutti e sei i suoi tiri, ha aperto il quarto quarto con una tripla che ha rafforzato la fiducia della Stanford e ha innescato una corsa decisiva.

“E ‘stata dura non giocare nel primo tempo – ed ero nervoso”, ha detto Prechtel a proposito del vantaggio di Louisville. All’intervallo, Prechtel ha detto che l’allenatore della Stanford Tara VanDerveer “ci ha preso un po ‘” e ha detto loro che dovevano “competere nel secondo tempo” se volevano rimanere a San Antonio.

“Uscendo dal primo tempo, c’era urgenza di come stavamo andando a giocare”, ha detto Prechtel.

Secondo la NCAA, due donne nere saranno per la prima volta head coach nelle Final Four: Staley per la Carolina del Sud e Adia Barnes della numero 3 dell’Arizona, che affronteranno l’UConn nella semifinale nazionale.

“Ci sono così tanti allenatori neri là fuori che non hanno l’opportunità, perché quando gli AD non lo vedono, non lo vedono”, ha detto Staley ai giornalisti dopo la partita, riferendosi ai direttori atletici. “Lo vedranno nelle Final Four venerdì sera.”

“La rappresentanza conta, e non è niente contro chiunque altro abbia perso con noi”, ha aggiunto. “Spero che i responsabili delle decisioni – perché ci sono molti lavori là fuori – che tu dia l’opportunità alle donne di colore”.

La squadra di Staley ha attraversato la famigerata difesa del Texas con facilità, con Zia Cooke e Destanni Henderson che hanno ripetutamente alimentato Victaria Saxton con la vernice. Cooke ha condotto con 16 punti e ha aggiunto 6 rimbalzi e 3 assist. Henderson aveva 12 punti e 7 assist, mentre Saxton aveva 12 punti e 8 rimbalzi.

I Longhorn si sono messi in moto brevemente nel terzo trimestre mentre sempre più fan del Texas si riversavano tra il pubblico dopo l’orario di lavoro, sostenendo gli applausi e le proteste che rimbalzavano intorno alle pareti cavernose dello stadio all’Alamodome.

Audrey Warren, che ha guidato il Texas con 13 punti, ha segnato due di lei – e di tre tre punti della squadra nel terzo quarto. E a un certo punto, il Texas è arrivato a 10 punti dalla Carolina del Sud su un layup di seconda possibilità di Lauren Ebo.

Ma questo è stato il più vicino possibile ai Longhorns dopo che la Carolina del Sud ha preso un vantaggio iniziale di 15 punti e ha segnato 14 punti sulle palle perse del Texas. Sembrando esausti e oppressi dopo che Warren ha segnato i loro punti finali nel terzo quarto, i Longhorns hanno lasciato che la Carolina del Sud festeggi presto con una grande corsa mentre hanno continuato a guardare i loro colpi rimbalzare fuori dal cerchio, senza aggiungere un solo punto al loro punteggio negli ultimi 10 -minuto periodo.

“È stato difficile per me non essere troppo eccitato”, ha detto Cooke del South Carolina dell’ultimo quarto in una chiamata con i giornalisti dopo la partita.

È stato il primo periodo senza reti del torneo femminile da quando la NCAA è passata dalle metà ai quarti nel 2016, secondo il record dell’organizzazione. (Il South Dakota aveva precedentemente stabilito un record per il quarto con il punteggio più basso in una partita di torneo con un periodo di 1 punto contro l’Oregon al primo turno.)

“Ho pensato che fosse una prestazione difensiva piuttosto buona, ma penso anche che il Texas fosse un po ‘stanco”, ha detto Staley.

“Non vedo l’ora di interpretare Vic a causa di ciò che mette nei suoi rapporti di scouting, nella sua pianificazione del gioco e nelle sue macchinazioni”, ha detto Staley ai giornalisti lunedì.

Anche senza la pandemia, il Texas ha attraversato una transizione significativa quest’estate quando Schaefer ha preso il posto dell’allenatore di lunga data Karen Aston. I giocatori hanno ricordato di aver lottato per conoscersi tra loro e i loro allenatori durante le videochiamate e gli allenamenti limitati, e hanno affermato che questo li ha aiutati a legarsi e raggiungere il picco al momento giusto all’interno dell’ambiente controllato impostato per il torneo.

È stata una notte relativamente tranquilla per Aliyah Boston, attaccante del secondo anno della Carolina del Sud, e per il centro junior del Texas Charli Collier, che avevano entrambe una media di doppio doppio in questo torneo e si sono confrontati testa a testa martedì sera. Boston, che si è aggiudicata alcuni premi come giocatore dell’anno, ha ottenuto 10 punti e 8 rimbalzi; Collier, che si prevede sarà la scelta numero 1 nel draft WNBA, è stato tenuto a 4 punti dopo aver saltato 8 dei 10 colpi.

Anche Boston ha avuto una partenza lenta durante la partita degli ottavi di finale della Carolina del Sud contro la Georgia Tech, ma l’ha ripresa nella seconda metà dove ha segnato tutti i 9 punti. Ma in quella partita sono intervenuti i suoi compagni di squadra, guidati da Cooke sul perimetro con 17 punti in una vittoria per 76-65.

Con la sua potente difesa, il Texas è stato anche in grado di mantenere il numero 2 del seme del Maryland al punteggio più basso della stagione in un ribaltamento 64-61 per avanzare al round di 8 limitando i possedimenti dei Terrapins e costringendo 11 palle perse.

Anche i fan hanno aiutato, ha detto Schaefer. L’università, situata ad Austin, si trova a circa 80 miglia da San Antonio, il fulcro del torneo in cui è stata organizzata la maggior parte delle sue partite. “Pensavo che i nostri fan fornissero un ottimo ambiente per entrambe le squadre”, ha detto Schaefer lunedì.

La Carolina del Sud giocherà la testa di serie Stanford. Lunedì sera, la testa di serie numero 1 UConn e la testa di serie numero 3 Arizona hanno superato i loro avversari per preparare l’altra semifinale. Entrambe le semifinali sono in programma venerdì sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *