Il fornitore Apple Foxconn avverte che la carenza di componenti durerà fino al 2022

La continua carenza globale di componenti elettronici continua e Foxconn – che si occupa della produzione per Apple, tra gli altri grandi pesi massimi della tecnologia – ha annunciato che sta iniziando a vedere l’impatto della carenza. Secondo Young Liu, CEO di Foxconn, la società non sarà in grado di soddisfare alcuni dei suoi ordini a causa di tali carenze, che si aspetta dureranno fino a almeno il secondo trimestre del prossimo anno, Nikkei rapporti.

“Il [supply in the] i primi due mesi di questo trimestre erano ancora ok, poiché i nostri clienti sono tutti molto grandi, ma abbiamo iniziato a vedere cambiamenti in corso questo mese “, ha riferito Liu agli investitori durante l’ultima chiamata sugli utili della società.

L’impatto delle carenze non dovrebbe essere grande, almeno per ora: Liu si aspetta che la società mancherà solo il 10% circa dei suoi ordini a causa di carenze di parti, citando i grandi volumi di ordini dei suoi clienti. Ma è ancora una mancanza notevole per Foxconn – e per estensione, i suoi clienti come Apple – che potrebbero essere costretti a fare i conti con i ritardi.

Foxconn ha anche registrato un rallentamento nella produzione la scorsa primavera al culmine della pandemia COVID-19, a seguito di chiusure governative obbligatorie e lavoratori in quarantena. Quei ritardi si sono propagati lungo tutta la catena di fornitura, portando a un lancio più tardivo del solito a novembre per la linea di iPhone 12 di Apple. L’attuale rallentamento, in confronto, sembra meno drastico, ma se le parti continuano ad essere difficili da ottenere, i ritardi potrebbero aumentare nel corso dell’anno.

Foxconn è l’ultima azienda a denunciare la continua carenza di chip e componenti che ha rallentato la produzione di tutto, dalle console di nuova generazione alle auto. All’inizio di questo mese, Samsung ha avvertito i suoi investitori di un “grave squilibrio” nel settore dei semiconduttori mentre si prepara ad affrontare la carenza di chip globale in corso. Case automobilistiche come Ford, Volkswagen, Nissan, e Toyota hanno dovuto rallentare la produzione di autocarri e automobili a causa di un eccesso di silicio. Sia Sony che Microsoft hanno citato entrambe le carenze di parti come fattori principali nello stato quasi impossibile da acquistare di PlayStation 5 e Xbox Series X. E il valore aftermarket delle schede grafiche per PC è raddoppiato, persino triplicato, a causa di una combinazione di carenza e domanda senza precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *