Alexey Navalny annuncia che sta andando in sciopero della fame



“Ho il diritto di chiamare un medico e ottenere farmaci. Non mi danno né l’uno né l’altro. Il mal di schiena si è spostato alla gamba. Parti della mia gamba destra e ora della mia gamba sinistra hanno perso sensibilità. Scherzi a parte, ma questo è già fastidioso “, ha detto Navalny.

Navalny ha informato il capo della colonia penale n. 2 di Pokrov che stava facendo uno sciopero della fame in una lettera scritta a mano. Le immagini della lettera sono state condivise dal suo team su Instagram.

“Annuncio uno sciopero della fame con la richiesta che la legge venga rispettata e che vengo visto da un medico dall’esterno. Quindi ho fame, ma finora ho ancora due gambe”, ha detto Navalny nel post di Instagram.

Uno degli avvocati di Navalny ha detto che la scorsa settimana la figura dell’opposizione russa soffriva di un acuto mal di schiena che aveva compromesso la sua capacità di camminare, e le sue condizioni erano state aggravate dalla presunta “tortura da privazione del sonno”.

Mercoledì Navalny ha fatto eco a questi sentimenti dicendo che è stato torturato. “Invece di assistenza medica, vengo torturato con la privazione del sonno (mi svegliano 8 volte a notte) e l’amministrazione persuade i detenuti attivisti (alias” capre “) a intimidire i detenuti ordinari in modo che non puliscano intorno al mio letto, “Disse Navalny.

Un gruppo di medici russi ha recentemente avviato una petizione online chiedendo alle autorità carcerarie di consentire a Navalny di essere curata da un medico esterno alla prigione.

Il servizio penitenziario federale russo (FSIN) ha detto la scorsa settimana che Navalny e altri prigionieri nella regione di Vladimir avevano ricevuto esami medici su richiesta dei detenuti, secondo il media statale TASS. Navalny è “in salute generalmente buona e stabile”, afferma la dichiarazione di FSIN.

Critico del Cremlino

Un schietto critico del governo e crociato anti-corruzione, Navalny è stato a lungo una spina nel fianco del presidente Vladimir Putin, suscitando preoccupazioni per la sua sicurezza nel paese. L’attivista è quasi morto dopo essere stato avvelenato con l’agente nervino Novichok lo scorso agosto.

UN indagine congiunta della CNN e del gruppo Bellingcat ha implicato il servizio di sicurezza russo (FSB) nell’avvelenamento di Navalny. La Russia nega il coinvolgimento, ma diversi funzionari occidentali e lo stesso Navalny hanno apertamente accusato il Cremlino. Navalny è tornato in Russia a gennaio da un soggiorno di cinque mesi in Germania, dove si stava riprendendo.

Navalny è stato incarcerato all’inizio di quest’anno per aver violato i termini di libertà vigilata di un caso del 2014 in cui ha ricevuto una pena sospesa di tre anni e mezzo.

Un tribunale di Mosca ha preso in considerazione gli 11 mesi che Navalny aveva già trascorso agli arresti domiciliari come parte della decisione e ha sostituito il resto della pena sospesa con una pena detentiva il mese scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *