UConn raggiunge la finale a quattro con una vittoria ravvicinata su Baylor


Diretti alla loro finale regionale, UConn e Baylor si erano incontrati otto volte, e ognuno aveva vinto quattro volte.

“Vorrei che fosse per il campionato nazionale e non una possibilità di arrivare a una Final Four perché penso che entrambi i programmi siano solo d’élite ed è un peccato che qualcuno debba perdere”, ha detto Mulkey ai giornalisti domenica.

Il loro matchup accaduto all’inizio del torneo è stato in parte merito della profondità nella parte superiore del campo a 64 squadre, con Baylor come una delle numerose formidabili squadre teste di serie al secondo posto che potrebbero certamente essere considerate contendenti al titolo. Già in questo torneo, alcune squadre al vertice sono state testate e una testa di serie numero 1, lo stato della Carolina del Nord, è stata sconfitta dall’Indiana agli ottavi di finale.

“Spiegami come sono un seme n. 2”, ha detto Auriemma di Baylor domenica. “Sono cose che succedono, lo so, ma penso che meritassero di essere una testa di serie numero 1, se guardi in giro per il resto del torneo.”

Per raggiungere gli ottavi di finale, Baylor ha superato gli avversari del primo e del secondo turno, ma ha avuto bisogno di tempi supplementari per vincere contro il Michigan nella semifinale regionale, 78-75.

La sua migliore giocatrice in questo torneo è stata NaLyssa Smith, un attaccante junior di Converse, Texas, che aveva effettuato 26 dei suoi 33 tiri in questo torneo prima della partita di lunedì, inclusi tutti gli 11 che ha preso nella vittoria degli ottavi di Baylor. Contro UConn, aveva 14 punti.

L’UConn ha ottenuto tre nette vittorie in questo torneo, le sue prime due senza Auriemma presente dopo aver contratto il coronavirus. Gli Huskies hanno vinto negli ottavi di finale contenendo Caitlin Clark, il capocannoniere della Divisione I, e l’Iowa con una vittoria per 92-72 sabato. Bueckers è stato il ronzio degli Huskies – segnando 62 punti, 23 rimbalzi e 18 assist nelle prime tre partite del torneo – ma la partita di sabato ha ricordato agli avversari che la profondità di UConn è la sua vera arma.

Indiana ha dato una corsa all’Arizona per i suoi soldi in una partita a basso punteggio. Dopo essere rimasti in svantaggio per tutto il terzo quarto, gli Hoosiers hanno pareggiato la partita entrando nel quarto grazie a un pull-up jumper di seconda possibilità di Aleksa Gulbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *