Secondo quanto riferito, Amazon sta lavorando su chip di rete personalizzati

Secondo quanto riferito, Amazon sta lavorando su chip di silicio personalizzati per i suoi switch di rete hardware, secondo L’informazione. Si dice che i chip, che potrebbero aiutare Amazon a migliorare la sua infrastruttura interna e AWS, siano il risultato di Acquisizione da 350 milioni di dollari di Amazon della società israeliana di produzione di chip Annapurna Labs nel 2015.

Amazon che costruisce il silicio per i suoi switch potrebbe aiutarla a risolvere i colli di bottiglia e i problemi nella propria infrastruttura, soprattutto se sta anche costruendo su misura il software che viene eseguito su di essi. Amazon costruisce già i propri interruttori, ma dipende da Broadcom per il silicio che li alimenta. Ha senso per l’azienda voler controllare completamente quelle macchine, soprattutto considerando quanto sia importante la sua attività di servizi web. È possibile che Amazon possa persino offrire alcuni servizi che prima non era in grado di offrire, alimentati dai nuovi switch, L’informazione suggerisce, citando il software di apprendimento automatico che Amazon offre che attualmente gira su chip Annapurna.

I chip segnalati non sono il primo prodotto in silicio personalizzato di Amazon. L’azienda ha precedentemente lavorato con MediaTek per creare un chip per i suoi prodotti di altoparlanti intelligenti Echo, progettato per far rispondere più velocemente Alexa. Ha anche il suo chip di machine learning personalizzati che chiama Trainium, che sarà presto disponibile per i clienti AWS. È logico che l’azienda voglia anche che i propri chip alimentino la spina dorsale della sua rete.

Anche la progettazione di chip personalizzati sta rapidamente diventando una posta in gioco per le grandi aziende tecnologiche. Recentemente abbiamo visto rapporti secondo cui Google e Microsoft stanno costruendo processori personalizzati per i loro dispositivi, e Apple lo fa da anni ormai, con i Mac M1 che sono un esempio di quanto possano essere più potenti i prodotti di un’azienda quando controlla entrambi i hardware e software. Anche se Amazon potrebbe non essere un titano nello spazio smartphone o PC, è un gigante nel cloud, ed è qui che sembra concentrarsi sul mettere nuovi chip al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *