Recensione Intel Core i9-11900K: una spinta a Microsoft Flight Simulator

Ho costruito un nuovo PC da gioco a settembre per giocare a nuovi giochi come Microsoft Flight Simulator, Cyberpunk 2077, e Assassin’s Creed Valhalla. Ho pensato che scegliere il Core i9-10900K di Intel e l’RTX 3090 di Nvidia avrebbe fatto durare questa macchina per anni e offrire prestazioni di alto livello in titoli impegnativi come Microsoft Flight Simulator. Mi sbagliavo. Microsoft Flight Simulator è una famigerata bestia di un gioco e sta rapidamente diventando il nuovo crisi test per PC.

Ha faticato a funzionare senza problemi sopra i 30 fps con tutte le impostazioni al massimo a 1440p sul mio PC, e anche il Ryzen 9 5950X di AMD ha migliorato leggermente la situazione per alcuni.

L’ultimo processore Intel di 11a generazione arriva con una grande promessa di miglioramenti IPC fino al 19% (istruzioni per ciclo) rispetto all’attuale i9-10900K, e più specificamente il richiamo del 14% in più di prestazioni a 1080p in Microsoft Flight Simulator con impostazioni alte. Questo ha stuzzicato la mia curiosità, quindi ho testato l’i9-11900K negli ultimi giorni per vedere cosa può offrire Microsoft Flight Simulator nello specifico.

È passato meno di un anno dal rilascio di i9-10900K e sto già considerando l’aggiornamento al nuovo i9-11900K di Intel perché ho scoperto che migliora Microsoft Flight Simulator del 20 percento.

Processore Intel Core i9-11900K.

The Verge in genere non esamina i processori, quindi non possediamo piattaforme di test hardware dedicate o più CPU e sistemi per offrire tutti i benchmark e i confronti che normalmente troverai nelle revisioni delle CPU. Per quelli, ti consiglieremo di visitare le persone eccellenti di Tom’s Hardware, KitGuru, o Eurogamer‘S Fonderia digitale.

Il nuovo Core i9-11900K di Intel viene fornito con otto core, 16 thread e velocità di clock potenziate fino a 5,3 GHz. Sulla carta, sembra che sarebbe meno potente del 10900K con i suoi 10 core, 20 thread e velocità di clock potenziate fino a 5,3 GHz, ma la realtà è molto più complicata grazie al modo in cui sono progettati giochi e app. La maggior parte Simulatore di volo attualmente viene eseguito in un thread principale che è spesso limitato dalla capacità della CPU di eseguire applicazioni e giochi a thread singolo.


Intel Core i9-11900K

Prezzi rilevati al momento della pubblicazione.

Il nuovo processore desktop Intel Core i9-11900K è il suo ultimo chip di fascia consumer di fascia alta. Ha otto core, 16 thread e una velocità di clock boost massima di 5,3 GHz.

Quindi negli ultimi anni Intel è riuscita a rimanere al top con le sue prestazioni a thread singolo, nonostante AMD offra più core. Questo fino a quando il Ryzen 9 5950X di AMD è riuscito a battere il vantaggio finale in termini di prestazioni Intel alla fine dell’anno scorso. I nuovi chip di 11a generazione di Intel stanno cercando di rivendicare il loro vantaggio tradizionale.

Microsoft Flight Simulator è un buon esempio di dove Intel ha in genere un vantaggio. È anche un esempio sempre più raro di un gioco che è molto sensibile a tutti i componenti del tuo sistema e non solo a quanto è buona la tua GPU nel rendering dei giochi.

Microsoft Flight Simulator è un titolo impegnativo su PC.

Il Core i9-11900K di Intel fa il suo lavoro abbastanza bene qui da aumentare le prestazioni di circa il 20 percento a seconda della risoluzione. Ho testato una varietà di voli in decollo da diversi aeroporti e sorvolando alcuni dei luoghi più belli del mondo e le città più impegnative che il gioco ha da offrire. Tutto sembra più fluido con i chip più recenti di Intel, ma i risultati non sono abbastanza drammatici da portarmi oltre i 60 fps senza abbassare alcune impostazioni. Un volo su Seattle con tutte le impostazioni al massimo mostra un miglioramento delle prestazioni del 24% con il nuovo Core i9 di 11a generazione a 1080p e un aumento del 18% a 1440p.

Sul mio PC i9-10900K, ho visto un frame rate medio di 38 fps a 1440p e 33 fps a 1080p. Il Core i9-11900K è riuscito a portarli a una media di 45 fps a 1440p e 41 fps a 1080p. Tuttavia, le medie durante un particolare benchmark non raccontano sempre l’intera storia. Per ore ho giocato Microsoft Flight Simulator, Ho notato che il gioco diminuisce e balbetta meno di prima. Non è ancora perfetto, ma nel complesso è sicuramente più fluido.

Se riporto il gioco a impostazioni elevate, salta immediatamente a una media di 66 fps a 1440p, dimostrando quanto le impostazioni ultra raggiungano i frame rate. Personalmente riesco a malapena a notare la differenza tra le impostazioni high e ultra in Microsoft Flight Simulator, quindi la spinta qui è notevole grazie al gameplay più fluido.

Ho anche provato Shadow of the Tomb Raider e i benchmark Cinebench R23 e Geekbench 5. Shadow of the Tomb Raider ha visto un piccolo aumento di circa il 3 percento sia a 1080p che a 1440p, mentre l’i9-11900K ha ottenuto alcuni impressionanti guadagni in termini di prestazioni single core sia in Cinebench che in Geekbench.

Benchmark Intel Core i9-11900K

Prova delle prestazioni Intel Core i9-10900K Intel Core i9-11900K % modificare
Prova delle prestazioni Intel Core i9-10900K Intel Core i9-11900K % modificare
Microsoft Flight Simulator (1080p) 33 fps 41 fps in aumento del 24,2%
Microsoft Flight Simulator (1440p) 38 fps 45 fps in crescita del 18,4%
Shadow of the Tomb Raider (1080p) 176 fps 181 fps in aumento del 2,8%
Shadow of the Tomb Raider (1440p) 154 fps 159 fps in aumento del 3,2%
Cinebench R23 single-thread 1281 1623 in crescita del 26,6%
Cinebench R23 multi-thread 14.968 14.826 in calo dello 0,94%
Geekbench 5 a filo singolo 1336 1766 in crescita del 32,1%
Geekbench 5 multi-thread 10.709 11.148 in aumento del 4%

Dovrei notare che speravo anche di fare la maggior parte dei miei test con la mia scheda madre Z490 esistente, ma non è andato secondo i piani. Ho sostituito il chip con l’ultimo aggiornamento del BIOS per i processori di 11a generazione e ho scoperto che il sistema si riavviava pochi minuti in giochi senza nemmeno una schermata blu della morte (BSOD). Non sono stato in grado di risolverlo completamente in tempo per la revisione, ma la scheda Asus Maximus XIII Hero (Z590) fornita da Intel ha funzionato perfettamente.

Dovresti essere in grado di utilizzare facilmente i processori di 11a generazione con le schede madri Z490, poiché la maggior parte dei produttori ha già rilasciato aggiornamenti del BIOS per supportare gli ultimi processori Intel. Alcuni supporteranno anche l’archiviazione M.2 NVMe utilizzando PCIe 4.0 con questi ultimi chip, mentre altri come Asus supportano solo PCIe 4.0 sullo slot PCIe x16 primario con processori di 11a generazione.

I processori di 11a generazione di Intel offrono finalmente il supporto PCIe 4.0, e questa è una buona notizia per lo storage. I produttori hanno iniziato a supportare completamente le unità PCIe 4.0 negli ultimi mesi, con Western Digital, Samsung, GigaByte e MSI che lanciano unità ad alta velocità. Se si dispone di un’unità PCIe 4.0 NVMe compatibile, l’aggiornamento ai processori di 11a generazione ne varrà sicuramente la pena. Ho gestito velocità di lettura di 6729 MB / se velocità di scrittura di 5206 MB / s utilizzando la nuova unità SN850 da 1 TB di Western Digital. L’MP600 di Corsair gestisce anche 4987 MB / s in lettura e 4259 MB / s in scrittura. Utilizzando il vecchio chip Intel di decima generazione, l’unità Corsair gestiva 3484 MB / s in lettura e 3235 MB / s in scrittura, quindi un aggiornamento di 11a generazione ha migliorato le velocità di oltre il 40%. Se lavori con molti file ogni giorno, l’aggiornamento ai processori di 11a generazione varrà la pena solo per PCIe 4.0.

L’SN850 di Western Digital ha velocità PCIe 4.0 super veloci con i processori Intel di 11a generazione.

Non penso che il Core i9-11900K faccia abbastanza per me personalmente per aggiornare da un 10900K, ma il supporto PCIe 4.0 mi tenterebbe di più se avessi bisogno delle velocità lì. A $ 550 (se riesci a trovarlo a questo prezzo al dettaglio), il Core i9-11900K si trova tra le offerte di AMD, essendo meno costoso dei migliori chip 5950X e 5900X Ryzen 9 e $ 90 in più del 5800X.

Ci sono alcune solide prestazioni single-thread qui, e il 11900K e il 5900X e 5950X di AMD si scambiano tutti i colpi a seconda dei giochi. Tuttavia, il miglioramento delle prestazioni di Intel avrà un costo in termini di efficienza energetica. Tom’s Hardware trovato che il 11900K “stabilisce il nuovo limite di potenza elevata” in molti dei suoi test di potenza, assorbendo oltre 200 watt nello stesso test in cui Ryzen 9 5900X di AMD ha assorbito 116 watt. Se hai anche bisogno di una nuova CPU, vale la pena considerare quanto i chip più recenti di Intel influenzeranno le tue bollette energetiche ei giochi a cui giochi.

Se decidi di passare all’undicesima generazione di Intel o a uno dei chip AMD dipenderà probabilmente dai giochi che giochi e dalla disponibilità di magazzino. Molti giochi fanno un pessimo lavoro nell’utilizzare più core sulle CPU, soprattutto perché l’hardware di gioco della console non ha offerto solide prestazioni della CPU e la diffusione di più thread di rendering e fisici su core diversi può complicare la progettazione del gioco. I nuovi chip Intel fanno un lavoro migliore nel gestire questi singoli thread per migliorare le prestazioni, ma dipende molto dal gioco.

Per Microsoft Flight Simulator, il consenso generale è che il gioco ha un disperato bisogno di essere spostato su DirectX 12 per migliorare le prestazioni della CPU multi-core. Ma i miglioramenti IPC di Intel sono riusciti ad aiutare fino all’arrivo dell’aggiornamento Direct X 12 con il rilascio di Xbox Series X questa estate.

Dove Intel potrebbe avere un vantaggio su AMD qui è la disponibilità di chip. È stato sempre più difficile trovare gli ultimi processori Ryzen di AMD negli ultimi mesi, a causa di una carenza di chip globale. I partner Intel hanno già venduto accidentalmente alcune CPU desktop di 11a generazione, il che potrebbe indicare che avrà una fornitura più stabile nelle prossime settimane.

Il vincitore tra Intel e AMD sarà la società in grado di mettere questi chip nelle mani dei giocatori di PC desiderosi di aggiornare. Proprio come il mercato delle GPU in questo momento, i benchmark non contano quando il miglior chip è spesso l’unico che puoi effettivamente acquistare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *