La polizia tanzaniana dice che 45 morti in fuga precipitosa in tributo a Magufuli | Notizie della Tanzania


Migliaia di cittadini in lutto stavano cercando di farsi strada in uno stadio per rendere omaggio al defunto presidente.

La polizia tanzaniana afferma che 45 persone sono morte durante una fuga precipitosa a Dar-es-Salaam il 21 marzo mentre le persone in lutto rendevano gli ultimi omaggi al defunto presidente John Magufuli.

La fuga precipitosa ha avuto luogo quando migliaia di cittadini in lutto hanno cercato di farsi strada in uno stadio della città per salutare il loro leader, la cui morte improvvisa dopo una misteriosa assenza è stata annunciata il 17 marzo.

“C’erano molte persone che volevano entrare nello stadio, e alcune non erano pazienti. Hanno cercato di entrare con la forza e questo ha provocato una fuga precipitosa. Quarantacinque sono morti nell’incidente ”, ha detto martedì all’agenzia di stampa AFP Lazaro Mambosasa, comandante della polizia regionale di Dar-es-Salaam.

Cinque dei defunti provenivano dalla stessa famiglia, ha detto Mambosasa. Una donna e quattro bambini erano stati precedentemente segnalati schiacciati nell’incidente allo stadio di Uhuru, sebbene il vero bilancio della fuga precipitosa non fosse stato annunciato in quel momento.

Mambosasa ha detto che anche decine di persone sono rimaste ferite nella cotta, ma la maggior parte è stata dimessa dall’ospedale.

Il corpo di Magufuli è stato trasportato nelle principali città di Dar-es-Salaam, Dodoma, Zanzibar, Mwanza e Geita, prima di essere finalmente sepolto nel suo villaggio ancestrale di Chato, nel nord-ovest del paese, il 26 marzo.

Decine di migliaia uscirono per rendere omaggio, costeggiando strade, piangendo e correndo accanto alla bara mentre un corteo militare si muoveva per le città.

La fuga precipitosa ha avuto luogo il secondo giorno di tributi allo stadio Uhuru di Dar-es-Salaam, quando il pubblico è stato autorizzato a rendere omaggio.

Prima presidente donna

Magufuli è morto all’età di 61 anni per quello che le autorità dicono fosse una condizione cardiaca, dopo una misteriosa assenza di quasi tre settimane, e rimangono dubbi sulla vera causa della sua morte, che secondo l’opposizione proveniva dal COVID-19.

La sua vice Samia Suluhu Hassan ha prestato giuramento come prima presidente donna del paese e ha guidato le cerimonie dicendogli addio.

Un funerale di stato tenutosi nella capitale Dodoma il giorno dopo la fuga precipitosa ha visto la partecipazione di leader africani di tutto il continente.

Magufuli è stato acclamato per i massicci progetti infrastrutturali e per la sua lotta alla corruzione, ma è stato criticato per il soffocamento della democrazia e la repressione dei media, della società civile e dell’opposizione.

La sua eredità è anche segnata dalla sua negazione COVID, che ha visto la Tanzania rifiutarsi di rilasciare dati o prendere misure per frenare la diffusione del virus.

Hassan ha promesso di “iniziare dove è finito Magufuli” e tutti gli occhi sono puntati su potenziali cambiamenti alle politiche COVID del paese.

Martedì, ha nominato il ministro delle finanze Philip Mpango come suo vice, che deve essere approvato dal Parlamento.

Mpango il mese scorso è apparso tossendo e ansimando in una conferenza stampa fuori da un ospedale per dissipare le voci sulla morte di COVID-19.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *