Brisbane si avvia alla chiusura di COVID per tre giorni | Notizie sulla pandemia di coronavirus


La terza città più grande dell’Australia annuncia un rigoroso ordine di soggiorno nel tentativo di eliminare nuovi gruppi di casi.

Le autorità australiane hanno annunciato un blocco improvviso di tre giorni del COVID-19 nella città settentrionale di Brisbane da lunedì pomeriggio, mentre tentano di eliminare un’epidemia della virulenta variante britannica del virus.

Circa due milioni di persone nella città, la terza più grande del paese e la capitale dello stato del Queensland, dovranno rimanere a casa dalle 17:00 ora locale (07:00 GMT) ad eccezione del lavoro essenziale, dell’assistenza sanitaria, della spesa o dell’esercizio fisico.

“Questa è la varietà britannica. È altamente contagioso. Ora dobbiamo farlo ora per evitare un blocco più lungo “, ha detto il premier dello stato del Queensland Annastacia Palaszczuk.

“Abbiamo visto cosa è successo in altri paesi. Non voglio che succeda al Queensland, non voglio che accada in Australia “.

Lunedì, funzionari statali hanno segnalato quattro nuovi casi di COVID-19 trasmessi localmente, portando a sette il gruppo di casi legati alla variante britannica. Il primo caso nel nuovo cluster è stato segnalato venerdì.

Palaszczuk ha sottolineato il successo di una chiusura improvvisa di tre giorni a Brisbane all’inizio di gennaio dopo la scoperta di un singolo caso della variante britannica.

“Ha funzionato molto bene quando l’abbiamo fatto l’ultima volta”, ha detto.

Blocchi improvvisi, regole di distanziamento sociale e rapidi sistemi di tracciamento dei contatti hanno aiutato l’Australia a eliminare nuovi cluster negli ultimi mesi. Il paese ha segnalato poco più di 29.200 casi e 909 decessi dall’inizio della pandemia.

Lunedì i media locali hanno riportato lunghe code nei supermercati e nei centri di test COVID-19.

Le scuole della città saranno chiuse da martedì, con funerali limitati a 20 persone, matrimoni limitati a 10 e riunioni domestiche limitate a due persone. Ristoranti e caffè potranno offrire solo cibo da asporto, mentre i bar saranno chiusi.

Le persone saranno inoltre tenute a indossare maschere fuori dalle loro case, anche sui mezzi pubblici, negli uffici e nei luoghi di lavoro.

Palaszczuk ha detto che i blocchi “faranno parte dello stile di vita australiano fino a quando tutti non saranno vaccinati”.

Il lancio del vaccino nel paese è stato lento, con poco più di 500.000 colpi somministrati finora in un paese di 25 milioni.

Prima dell’annuncio, Brisbane era tra le diverse città australiane che godevano di restrizioni rilassate con i residenti in grado di partecipare liberamente a eventi, inclusi concerti e partite sportive.

Il blocco è attualmente programmato per terminare poco prima che il paese inizi le vacanze di Pasqua, che di solito è un momento popolare per i viaggi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *