UConn sbarca in Iowa a Sweet 16, contiene Clark


SAN ANTONIO – Chiunque sia venuto per la resa dei conti tra Paige Bueckers di UConn e Caitlin Clark dell’Iowa ha ottenuto qualcosa di molto meglio sabato – come appaiono gli Huskies e Hawkeyes quando si affidano in gran parte ad altri giocatori.

Ovviamente quei due l’hanno visto arrivare – Clark ha detto in un’intervista questa settimana che il vincitore non dipenderà da lei o da Bueckers ma dai giocatori intorno a loro. E la testa di serie UConn ha tenuto un netto vantaggio oltre il confronto uno contro uno, fermando la testa di serie numero 5 Iowa, 92-72, per guadagnare un viaggio agli ottavi di finale. Lì, affronterà Baylor, che ha battuto il Michigan in straordinario sabato, 78-75.

Sono state due juniores, Christyn Williams e la maglietta rossa Evina Westbrook, a portare lo spettacolo per UConn. Williams ha segnato 27 punti e, forse ancora più importante, ha impedito a Clark di trovare il suo equilibrio. Westbrook ha mancato solo due colpi e ha concluso con 17 punti, 9 rimbalzi e 10 assist per gli Huskies. Insieme, hanno trascorso gran parte del pomeriggio in un tag team, facendo buchi nella difesa dell’Iowa per aiutare a crescere il vantaggio di UConn.

“Sono un giocatore completo e mi sento come se la gente l’avesse dimenticato”, ha detto Williams in un’intervista post partita. “Sto solo cercando di mostrare il mio gioco da qui in avanti.”

Clark, il capocannoniere della Divisione I, ha concluso con un punteggio inferiore alla media di 21 punti. Bueckers ha segnato 18 punti ma ha trascorso la maggior parte del gioco rimandando ai suoi compagni di squadra più anziani.

Né Clark né Bueckers hanno avuto un primo tempo eccezionale, ma quello di Clark è stato particolarmente povero: ha effettuato 2 tiri su 11 e il suo unico 3-pointer in sei tentativi sembrava traballante mentre sbatteva sul bordo dopo aver colpito il tabellone. Clarke invece ha fatto affidamento sul suo passaggio con gli occhi d’aquila, che ha aiutato l’Iowa a mantenere il gioco vicino all’inizio.

Bueckers aveva 6 punti nel primo tempo, ma ha concluso con 18 punti, 9 rimbalzi e 8 assist mentre ha ripetutamente consegnato la palla ai compagni di squadra e festeggiato mentre il vantaggio cresceva. Dopo una giocata mentre la partita iniziava a trasformarsi in una disfatta, Bueckers corse lungo la linea laterale in festa e colpì il suo allenatore, Geno Auriemma, sul sedere, spingendolo a voltarsi con uno sguardo sbalordito.

In un’intervista post partita, Auriemma ha spiegato che il tap era in risposta a un canestro di Anna Makurat, dopo che aveva esitato a interpretarla e aveva detto che voleva che contribuisse di più per tutta la stagione. Due assistenti allenatori lo avevano esortato a giocare con Makurat, dicendo che sarebbe arrivata. Ha segnato due 3 punti negli ultimi cinque minuti di gioco.

“Penso che Paige me lo stesse facendo sapere: non perde mai l’occasione di farmi sapere quando sbaglio”, ha detto.

Auriemma è tornato con la sua squadra dopo l’isolamento a causa di un test positivo al coronavirus, che gli ha impedito di allenare durante i primi due turni del torneo. Mercoledì si è unito alla sua squadra a San Antonio e dopo la vittoria sull’Iowa ha preso Clark da parte per offrirle una pacca sulla spalla e alcune parole di incoraggiamento.

Gli Huskies sono rimasti senza la matricola Nika Muhl, che si è infortunata alla caviglia destra nella prima partita del torneo degli Huskies. Ma lei era fuori dagli stivali e ha tifato per la sua squadra da bordo campo. La sua sostituzione nella formazione titolare, Aaliyah Edwards, aveva 18 punti e ha effettuato diversi giochi chiave in basso, tra cui un blocco e due rimbalzi offensivi nel primo tempo. UConn ha superato l’Iowa, 42-25.

È stata la prima partita con spettatori di persona paganti del torneo femminile, e sono usciti i fan degli husky, anche se non sono andati all’UConn.

Chris Aranda, 32 anni, di San Antonio, ha corso un 5K poi è venuto a vedere il giocatore soprannominato “Paige Buckets” con suo fratello. Sebbene Bueckers non abbia battuto alcun record, Aranda ha detto di non essere deluso.

“Voglio dire, UConn sta dominando, non è vero?” ha detto dopo che UConn ha preso un vantaggio di 14 punti prima dell’intervallo.

Dall’altro lato di un grande sipario nero, che divide l’Alamodome nei due campi su cui si giocherà il resto del torneo, il passaggio di Baylor agli ottavi non è stato così facile.

Bears ha tenuto a bada il Michigan, 78-75, durante gli straordinari dopo che il Michigan ha ottenuto una frenetica rimonta nel quarto trimestre. I Wolverines hanno iniziato il quarto sotto di 7 punti, ma hanno costretto i tempi supplementari a 15 secondi dalla fine su un layup dell’attaccante Naz Hillmon.

Le squadre sono andate avanti e indietro negli straordinari fino a quando DiJonai Carrington di Baylor non ha attraversato il campo su un turnover per un layup a 1 minuto e 11 secondi dalla fine, che ha messo i Bears sulla strada per la vittoria.

Moon Ursin aveva 20 punti per Baylor e Carrington ne aveva 19. NaLyssa Smith era il capocannoniere del gioco, tuttavia, con 24 punti. Leigha Brown del Michigan ha segnato 23 punti e 7 rimbalzi.

“Pensavo fosse una All-American in pista per noi stasera”, ha detto l’allenatore della Baylor Kim Mulkey di Smith in un’intervista post partita.

Molti fan di Baylor erano presenti – il suo campus a Waco è a circa tre ore di macchina da San Antonio – e hanno offerto all’Alamodome il suo primo fragore.

“Non pensavamo che sarebbero stati gli straordinari, e alla fine hanno perso un po ‘di tempo, ma i Lady Bears sono usciti in cima”, ha detto Loretta Rodriguez, 43 anni, una laureata di Baylor che vive a San Antonio. “Vai Lady Bears.”

Guardando al futuro, Mulkey spera che i suoi giocatori mostrino la stessa capacità di recupero nel turno successivo.

“Certamente non ho intenzione di battere Geno in modo che i nostri giocatori competano meglio e superino i suoi giocatori”, ha detto.

Marisa Ingemi ha contribuito alla creazione di report.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *