Un nuovo obiettivo di vaccinazione, un rapido ritorno alla “normalità” e altre notizie sul coronavirus

Il presidente Biden imposta un nuovo obiettivo di vaccinazione, l’Europa frena le sue esportazioni di vaccini e gli esperti mettono in guardia contro un frettoloso ritorno alla “normalità”. Ecco cosa dovresti sapere:

Vuoi ricevere questa carrellata settimanale e altre notizie sul coronavirus? Iscriviti Qui!

Titoli

Biden stabilisce un nuovo obiettivo di somministrare 200 milioni di vaccini entro il 30 aprile

Giovedì, meno di una settimana dopo che gli Stati Uniti hanno distribuito il loro 100 milionesimo vaccino, il presidente ha annunciato che la sua amministrazione ha un nuovo obiettivo: distribuire 200 milioni di colpi entro il suo centesimo giorno in carica, il 30 aprile. Se il paese mantiene il suo attuale tasso medio di vaccinazioni, raggiungeremo l’obiettivo prima del previsto. Nel tentativo di accelerare ulteriormente, più stati hanno annunciato piani rendere disponibili i vaccini a tutti gli adulti nel prossimo mese, comprese Florida e California.

Dopo un inizio difficile, anche la produzione di vaccini sta aumentando rapidamente: il Produzione mensile negli Stati Uniti per i suoi tre vaccini autorizzati dovrebbe essere di 132 milioni di dosi a marzo, contro i 48 milioni di febbraio. Morgan Stanley ha stimato che tre quarti degli americani sopra i 12 anni dovrebbero essere vaccinati entro la metà dell’estate. Tuttavia, è difficile non essere impazienti: il vaccino FOMO è reale. Tanto che il dark web pullula di elenchi di vaccini nel tentativo di capitalizzare l’entusiasmo di alcune persone di saltare la fila.

L’Europa limita le esportazioni di vaccini con l’aumento dei casi e il ripristino dei blocchi parziali

Mercoledì, la Commissione europea ha definito un piano per frenare le esportazioni di vaccini per sei settimane poiché l’implementazione nella regione continua a bloccarsi. L’UE ha detto che le società farmaceutiche, in particolare AstraZeneca, sono in gran parte da biasimare; il produttore di farmaci ha lottato finora erogare le dosi ha promesso all’UE. È probabile che queste nuove regole influenzino la Gran Bretagna, che finora è stata il principale beneficiario dei vaccini prodotti nell’UE. La Commissione ha affermato che terrà conto della reciprocità, della situazione epidemiologica di un paese e del suo tasso di vaccinazione al momento della realizzazione decisioni sulle esportazioni.

In questo momento, la situazione in Europa sta diventando sempre più disastrosa. Oltre i problemi di fornituraanche l’inerzia burocratica e altri problemi logistici hanno rallentato le vaccinazioni. Paesi inclusi Italia e Francia hanno implementato blocchi parziali. Gli esperti hanno detto che gli americani dovrebbero prestare attenzione all’ondata in Europa come promemoria per rimanere vigili.

Un ritorno alla “normalità” sembra più vicino, ma gli Stati Uniti non sono ancora arrivati

Man mano che le vaccinazioni continuano, si è parlato sempre di più della fine della pandemia e di un ritorno alla “normalità” negli Stati Uniti. Ma dopo un anno di vita in isolamento e paura costante, il riadattamento non avverrà dall’oggi al domani, anche quando sembra definitivamente sicuro. E al momento, dicono gli esperti, sarebbe un errore andare troppo velocemente verso una riapertura completa. Gli americani devono ancora essere cauti nel calcolare il rischio.

All’inizio di questa settimana, la direttrice del CDC Rochelle Walensky ha affermato di essere preoccupata dell’allentamento delle restrizioni e di un recente aumento dei viaggi per le vacanze di primavera potrebbe significare guai. E in una conferenza stampa oggi, ha ribadito questo punto, indicando quella di questa settimana aumento nella media dei nuovi casi a livello nazionale e lieve aumento dei ricoveri. La fine potrebbe essere più vicina, ma non è ancora arrivata.

Distrazione quotidiana

Questa settimana, un’enorme nave da carico chiamata Ever Given è rimasta bloccata nel Canale di Suez. Logisticamente parlando, è un casino. Nonostante, o forse proprio per questo, la nave ha risuonato in molti.

Qualcosa da leggere

Un giorno, Timothy, 10 anni, era entusiasta della pratica degli scacchi e della lezione di mandarino. Il prossimo, era ossessivo e suicida. Tutti i suoi medici concordavano sul fatto che qualcosa non andava, ma non potevano essere d’accordo che cosa. Il ragazzo e la sua famiglia si erano imbattuti in un angolo fortemente contestato della medicina pediatrica.

Controllo sanitario

La tua carriera è stata sconvolta da importanti cambiamenti nel tuo settore? In tal caso, considera la possibilità di richiedere la nuova residenza resiliente WIRED.

Una domanda

Gli esseri umani potrebbero dare SARS-CoV-2 ad altri animali?

È probabile che il nuovo coronavirus si sia diffuso negli esseri umani dai pipistrelli, anche se nessuno sa esattamente dove o come. Ora, un piccolo gruppo di scienziati sta studiando la possibilità che il virus possa tornare dagli esseri umani ad altre specie animali. Questo si chiama “spillback” e ci sono già segni che sta accadendo (come l’epidemia di visone in Europa lo scorso inverno). Gli esperti affermano che la creazione di un sistema migliore per monitorare il modo in cui SARS-CoV-2 si muove tra gli animali sarà la chiave per prevenire ulteriori mutazioni virali e diffondersi a lungo termine.


Altro da WIRED su Covid-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *