Non mi sento bene Inc riguardo ai Gorillaz NFT

L’album di debutto della band virtuale Gorillaz compie oggi 20 anni (un fatto che cercherò di dimenticare immediatamente), e per festeggiare il gruppo terrà le solite celebrazioni dell’anniversario: ripubblicare album, vendere nuovo merchandising e, secondo NME, vendita di NFT.

Questa notizia ha Rotto me.

A questo punto, è abbastanza chiaro che le NFT sono una questione ambientale spinosa – anche se può essere difficile calcolare esattamente quanto siano negative in termini di emissioni di carbonio, il quadro non sembra buono. In generale, dopo aver visto il torrente di notizie NFT, è stato facile spingere le persone a partecipare a un mercato che sta facendo danni reali al mondo: “Ok, Brand, speri che questa trovata di marketing valesse la pena di dare fuoco alla Terra?” Si scopre che non è così divertente quando qualcuno che ti piace davvero lo fa, specialmente se quell’artista lo ha fatto in precedenza fatto un intero album sulla distruzione ecologica.

Non voglio finire come se stessi cercando di cancellare i Gorillaz, o dire che è un male per gli artisti fare soldi. Gli artisti dovrebbero assolutamente essere pagati di più per il loro lavoro, e io sono tutto a favore che cerchino di inventare cose nuove da vendere ai fan disposti a pagare. Ma gli NFT hanno un costo difficile da giustificare e vedere una band che mi piace apparentemente ignorare che mi ha lasciato seduto su un Melancholy Hill. E io non sono Tutto solo – ci sono stati molti altri fan hanno espresso la loro delusione su Twitter. Probabilmente non aiuta il fatto che il loro album ecologico sia stato chiamato Spiaggia di plastica, e secondo quanto riferito stanno lavorando con una società chiamata Superplastic per vendere gli NFT. La vita ti viene incontro velocemente.

Se sei un artista, ecco un file Canzone 2 ripetere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *