Boeing riprende le consegne di 787 Dreamliner mentre continuano le ispezioni | Notizie sull’aviazione


Separatamente, la scorsa settimana la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti ha deciso di gestire in modo indipendente i controlli finali pre-consegna su quattro jet 787, l’ultimo segnale del controllo più severo dell’agenzia sul Boeing dopo due incidenti mortali del 737 MAX.

Boeing Co ha ripreso le consegne dei suoi 787 Dreamliner, consegnando un aereo alla United Airlines venerdì, un primo passo mentre il planemaker degli Stati Uniti lavora attraverso i difetti di produzione che hanno messo da parte dozzine di aerei.

L’agenzia di stampa Reuters ha riferito la scorsa settimana che la Boeing è rimasta sulla buona strada per riprendere le consegne di alcuni 787 questo mese, obiettivo che una portavoce della Boeing ha dichiarato.

La consegna dalla sua fabbrica della Carolina del Sud è arrivata mentre Boeing intraprende scrupolose riparazioni e ispezioni forensi per correggere i difetti di integrità strutturale incorporati in profondità in dozzine di 787, problemi che hanno interrotto le consegne da ottobre, tagliando una fonte fondamentale di denaro.

Le ispezioni e i retrofit potrebbero richiedere fino a un mese per aereo e probabilmente costeranno centinaia di milioni, se non miliardi, di dollari, a seconda del numero di aerei della flotta interessati e dei difetti coinvolti, hanno detto a Reuters le fonti.

“Abbiamo ripreso 787 consegne, dopo diversi mesi di analisi ingegneristiche e lavori di ispezione”, ha detto via e-mail la portavoce di Boeing Jessica Kowal.

Un rappresentante della United Airlines non ha immediatamente restituito una richiesta di commento.

Separatamente la scorsa settimana, la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti ha deciso di gestire in modo indipendente i controlli finali pre-consegna su quattro jet 787, nell’ultimo segnale del controllo più severo dell’agenzia sul Boeing dopo due incidenti mortali del 737 MAX.

Lo United Airlines 787 era uno di quei quattro aerei ispezionati dalla FAA.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *