Il Canale di Suez sospende il traffico mentre la nave si blocca come una “balena spiaggiata” | Notizie dal Medio Oriente


Una nave portacontainer che ha bloccato il Canale di Suez come una “balena spiaggiata” ha inviato giovedì nuove onde d’urto attraverso il commercio globale, poiché i funzionari hanno bloccato tutte le navi che entrano nel canale e la società di salvataggio ha detto che potrebbero volerci settimane per liberarsi.

I 400 m (430 yard) Ever Given, quasi fintanto che l’Empire State Building è alto, blocca il transito in entrambe le direzioni attraverso uno dei canali di spedizione più trafficati del mondo per il commercio di petrolio, prodotti agricoli e manufatti che collegano l’Asia e l’Europa.

L’autorità del canale di Suez (SCA) ha detto che otto rimorchiatori stavano lavorando per spostare la nave, che è rimasta bloccata in diagonale attraverso il tratto meridionale del canale a corsia unica martedì mattina in mezzo a forti venti e una tempesta di sabbia.

“Non possiamo escludere che potrebbero volerci settimane, a seconda della situazione”, ha detto al programma televisivo olandese Nieuwsuur Peter Berdowski, CEO della compagnia olandese Boskalis che sta cercando di liberare la nave.

Diverse dozzine di navi, comprese altre grandi navi portacontainer, petroliere che trasportavano petrolio e gas e navi alla rinfusa che trasportavano grano, hanno indietreggiato alle due estremità del canale per creare uno dei peggiori ingorghi navali visti da anni.

Lo SCA, che aveva consentito ad alcune navi di entrare nel canale nella speranza che il blocco potesse essere rimosso, ha dichiarato di aver temporaneamente sospeso tutto il traffico giovedì.

Tredici navi che hanno navigato a sud da Port Said in un convoglio mercoledì hanno gettato l’ancora nell’area di attesa di Bitter Lakes fino a quando la navigazione non potrebbe essere ripresa, ha detto.

Berdowski ha detto che la prua e la poppa della nave erano state sollevate contro entrambi i lati del canale.

“È come un’enorme balena spiaggiata. È un peso enorme sulla sabbia. Potremmo dover lavorare con una combinazione di riduzione del peso rimuovendo contenitori, olio e acqua dalla nave, rimorchiatori e dragaggio di sabbia “, ha detto.

Circa il 30% del volume giornaliero di container marittimi del mondo transita attraverso il Canale di Suez di 193 km (120 miglia) e circa il 12% del commercio globale totale di tutte le merci.

Il segnale GPS della nave mostra solo piccole modifiche alla sua posizione nelle ultime 24 ore.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *