Secondo quanto riferito, Acer ha registrato una richiesta di ransomware di $ 50 milioni

Un gruppo di hacker chiede 50 milioni di dollari ad Acer, Bleeping Computer segnalato, in quella che sembra essere una delle più grandi richieste di ransomware fino ad oggi. Secondo Bleeping Computer, gli aggressori potrebbero aver ottenuto l’accesso alla rete del produttore di computer taiwanese tramite una vulnerabilità di Microsoft Exchange. Si ritiene che anche il gruppo REvil che ha effettuato un attacco ransomware su Travelex lo scorso anno sia dietro la violazione di Acer.

Bleeping Computer ha detto che REvil darà ad Acer fino al 28 marzo per pagare il riscatto o farà trapelare i dati che afferma di aver raccolto. Microsoft rilasciato di recente diversi aggiornamenti di sicurezza per correggere le vulnerabilità per gli exploit rilevati nel suo software Exchange, ma non è stato immediatamente chiaro se la violazione di Acer fosse collegata.

Acer non ha riconosciuto se fosse stata vittima di un attacco ransomware, ma un portavoce ha detto in una e-mail a The Verge sabato che la società “monitora regolarmente i propri sistemi IT e la maggior parte degli attacchi informatici sono ben difesi. Le aziende come noi sono costantemente sotto attacco e abbiamo segnalato recenti situazioni anomale osservate alle forze dell’ordine e alle autorità per la protezione dei dati in più paesi “.

Il portavoce ha aggiunto che la società non ha potuto fornire ulteriori informazioni: “Poiché si tratta di un’indagine in corso e per motivi di sicurezza, non siamo in grado di commentare i dettagli”.

Aggiornamento 20 marzo 11:10 ET: Aggiunge la dichiarazione del portavoce di Acer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.